Martedì 28 Settembre 2021 | 22:40

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

Rignano

Maliano ucciso nel «ghetto»
fermato il presunto omicida

Litigio nella baraccopoli ucciso cittadino malese

SAN SEVERO (FOGGIA) - I carabinieri del comando provinciale di Foggia, su provvedimento della Procura del capoluogo, hanno fermato un giovane ivoriano di 26 anni, Mariko Tahitov, perché gravemente indiziato di aver ucciso l'altra sera con alcune coltellate durante un litigio nel 'ghettò di Rignano Garganico (Foggia) il 34enne cittadino del Mali Ibrahim Traore.

Il litigio sarebbe scaturito da motivi futili. Una volta intervenuti sul posto i carabinieri e personale del 118, malgrado l’immediato trasferimento agli Ospedali Riuniti di Foggia, Traore era morto nel corso della notte a causa delle ferite.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie