Giovedì 22 Agosto 2019 | 10:09

NEWS DALLA SEZIONE

L'idea di due gelatai
Zapponeta, per preparare gelati usano la bava di lumaca invece dell’acqua

Zapponeta, per preparare gelati bava di lumaca al posto dell’acqua

 
Il ritrovamento
Ex macello di Cerignola nascondiglio per bombe e per droga

Ex macello di Cerignola nascondiglio per bombe e per droga

 
Il caso
Foggia, fiamme lungo i binari: traffico ferroviario sospeso e ritardi

Foggia, fiamme lungo i binari: traffico treni a singhiozzo. 
Uomo travolto da Lecce-Milano

 
L'INGV
Manfredonia, piccola scossa di terremoto sul Gargano

Manfredonia, piccola scossa di terremoto sul Gargano

 
Politica
Foggia, centrodestra a rischio: Landella si fa i conti

Foggia, centrodestra a rischio: Landella si fa i conti

 
Giovani e la musica
La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

La leggenda del pianista di Apricena: dalla Puglia a Morricone e alla Tv

 
Nel paesino Foggiano
Roseto Valfortore, il sindaco: «Cercasi disperatamente segretario comunale»

«AAA cercasi segretario comunale a Roseto Valfortore»

 
RICETTAZIONE
Foggia, rubano armature e le rivendono in mercatino di Manfredonia: denunciati

Foggia, rubano armature e le rivendono in mercatino di Manfredonia: denunciati

 
Boom di turisti
Estate nel Foggiano: le spiagge del Gargano fanno il «pienone»

Estate nel Foggiano: le spiagge del Gargano fanno il «pienone»

 
La polemica
Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

Lega, scoppia il bubbone a Foggia: espulsioni e «sassolini». Arriva il nuovo segretario

 
Bottino 10mila euro
Cerignola, in 5 assaltano market: via con il denaro della cassaforte

Cerignola, in 5 assaltano market: via con il denaro della cassaforte

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiControlli nel Brindisino
Rosa Marina, Cc in discoteca: 19 lavoratori in nero. Il gestore: "Tutto sanato"

Rosa Marina, Cc in discoteca: venti lavoratori in nero. Il gestore: «Tutto sanato»

 
PotenzaI controlli
Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

Laghi di Monticchio, chiuso ristorante: aveva lavoratore in nero

 
TarantoDomenico Bello
Mottola, trovato morto dopo 9 giorni 32enne scomparso

Mottola, trovato morto dopo 9 giorni 32enne scomparso

 
MateraLe fiamme
Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

Montescaglioso, incendio nei boschi domato con 20 lanci dei Canadair

 
BariTrasportato in codice rosso
Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

Bari, bimbo di 3 anni scivola da scoglio e rischia di annegare: è grave

 
LecceMusica
Notte Taranta, domani a Martano l'ultima tappa del festival itinerante

Notte Taranta, con Aqp il Concertone sarà più green e plastic free

 
BatL'operazione dei cc
Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

Trani, trovato con una pistola e 1,5 grammi di cocaina: arrestato

 
FoggiaL'idea di due gelatai
Zapponeta, per preparare gelati usano la bava di lumaca invece dell’acqua

Zapponeta, per preparare gelati bava di lumaca al posto dell’acqua

 

i più letti

L'omicidio nel Lodigiano

Guardia giurata uccide cugino per gelosia: morto 29enne di Cerignola

La vittima ospite del cugino in Lombardia, è stata uccisa con una serie di colpi di pistola: al centro della lite ci sarebbe una donna

polizia

FOGGIA - All'alba di ieri una guardia giurata ha ucciso in un paesino Tavazzano, in provincia di Lodi il cugino, Amato Di Paolo, 29enne di Cerignola. A muovere la mano del killer, Sebastian Ganci, di 40 anni è stata la gelosia. L'uomo ha sparato diversi colpi contro il cugino, reo di volersi portare a letto una ragazza rumena di 17 anni ospite a casa sua e di cui si era invaghito. 

Quando ha sentito il cugino dire «a me di lei non interessa niente, la voglio solo portare a letto», non ha capito più nulla e ha sparato. Ha detto più o meno così al pm di Milano Andrea Fraioli, l'omicida.

Ieri, davanti al magistrato, il vigilantes ha confessato, ma al termine dell’interrogatorio, come ha riferito il suo difensore, Eliana Zecca, si è sentito male. «E' stato visitato dai medici del carcere - ha assicurato il legale - ed è tutto sotto controllo. Ma è sotto choc, non riesce a darsi una spiegazione del gesto».
Al pm, la guardia giurata ha spiegato che tra lui e la ragazza, di cui si era invaghito e che era sua ospite a casa, c'era un’amicizia 'specialè. Amicizia, questo è il senso delle poche parole pronunciate, che sperava si trasformasse in una relazione stabile e che il cugino, da poco venuto da Cerignola (Foggia) a trovarlo, stava rovinando.
Ganci nel corso della sua ricostruzione, al pubblico ministero ha pure detto di aver avuto «paura» in quanto durante il violento litigio il cugino avrebbe minacciato di «buttarlo giù dalla finestra». Inoltre ha parlato di un battibecco avvenuto qualche ora prima del delitto, aggiungendo che il 29enne lo avrebbe provocato dicendo «me la porto via».

L’avvocato Zecca, che stamane ha incontrato il suo assistito in carcere, ha tenuto a precisare durante il colloquio che Ganci ha pianto e ha ripetuto: «Mi dispiace, ma non ho capito più nulla. Non so cosa mi è successo. Io non sono un delinquente. Mi sono rovinato la vita».
Il difensore ha inoltre aggiunto che domani il vigilantes confermerà la versione resa al pm anche nell’interrogatorio al gip Alessandra Clemente chiamata a decidere sulla richiesta di convalida del fermo e della misura della custodia cautelare in carcere.

LE PAROLE DEL GIP - Ha parlato di «furia omicida" dovuta alla «gelosia» e di «persona instabile che gestisce male le frustrazioni», il gip di Milano Alessandra Clemente nel provvedimento con cui oggi ha convalidato il fermo e disposto il carcere per Sebastian Ganci, la guardia giurata pugliese che domenica scorsa ha ucciso, a Tavazzano nel Lodigiano, il cugino di 29 anni, Amato Di Paola, dopo una lite per via di una ragazza di 17 anni di cui il vigilantes si era invaghito.
Il giudice, che nel provvedimento riporta le dichiarazioni messe a verbale dalla minorenne, di origine romena, parla anche di un verosimile «abuso di cocaina», ritrovata nell’appartamento dove è avvenuto il delitto assieme a hashish. Sul punto sono in corso accertamenti per capire se e chi abbia fatto uso di sostanze stupefacenti.
Secondo la ricostruzione finora emersa e riportata nell’ordinanza, il vigilantes di 40 anni, innamorato della 17enne, qualche giorno prima del delitto sarebbe andato a Cerignola (Foggia), il paese di origine, assieme alla ragazza per una breve vacanza. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie