Mercoledì 20 Novembre 2019 | 09:50

NEWS DALLA SEZIONE

nel Foggiano
Fiamme nel «ghetto» di Borgo Mezzanone: bruciano almeno 10 baracche

Fiamme nel «ghetto» di Borgo Mezzanone: bruciano almeno 10 baracche

 
L’operazione
Foggia, colpo al «Clan dei Montanari»: 24 misure cautelari da polizia e GdF

Foggia, colpo al «Clan dei Montanari»: 24 misure cautelari da polizia e GdF

 
a Lucera e nel capoluogo
Foggia, penne, quaderni e materiale per la scuola contraffatto: GdF sequestra 17mila prodotti

Foggia, penne, quaderni e materiale per la scuola contraffatto: GdF sequestra 17mila prodotti

 
nel Foggiano
Manfredonia, tentano di scassinare distributori pronto soccorso: denunciati 3 minori

Manfredonia, tentano di scassinare distributori pronto soccorso: denunciati 3 minori

 
il caso
Foggia, calci e pugni al responsabile dell'oratorio: segnalato 15enne

Foggia, calci e pugni al responsabile dell'oratorio: segnalato 15enne

 
nel Foggiano
Cerignola, cc scoprono nelle campagne due Jaguar rubate poco prima: 2 arresti

Cerignola, cc scoprono nelle campagne due Jaguar rubate poco prima: 2 arresti

 
sanità
Foggia, bufera sui concorsi per tecnici di radiologia: bloccati entrambi

Foggia, bufera sui due concorsi per tecnici di radiologia: bloccati entrambi

 
dai carabinieri
Cerignola, non si ferma all'alt e fugge con 2 figli piccoli a bordo, arrestata mamma 30enne

Cerignola, non si ferma all'alt e fugge con 2 figli piccoli a bordo, arrestata mamma 30enne

 
l'episodio
Foggia, in 5 picchiano consigliere comunale: aveva rimproverato cittadino

Foggia, in 5 picchiano consigliere comunale: aveva rimproverato cittadino

 
nel Foggiano
Lucera, figlio disabile escluso da corso di nuoto a scuola: mamma denuncia

Lucera, figlio disabile escluso da corso di nuoto a scuola: mamma denuncia

 
dalla polizia
Foggia, spintonarono e derisero anziano: identificati 7 ragazzini tra gli 11 e i 14 anni

Foggia, spintonarono e derisero anziano: identificati 7 ragazzini tra gli 11 e i 14 anni

 

Il Biancorosso

serie c
Bari missione rimonta con due magnifici dieci

Bari missione rimonta con due magnifici dieci

 

NEWS DALLE PROVINCE

Tarantoil siderurgico
Mittal, prosegue presidio aziende indotto: «Paghino, o domani si spegne tutto». Taranto e Regione si costituiranno in giudizio

Mittal, aziende indotto in presidio: «Paghino, o domani si spegne tutto». Taranto e Regione si costituiranno in giudizio

 
Foggianel Foggiano
Fiamme nel «ghetto» di Borgo Mezzanone: bruciano almeno 10 baracche

Fiamme nel «ghetto» di Borgo Mezzanone: bruciano almeno 10 baracche

 
MateraLa protesta
Matera, operai FerroSud salgono su tetti della fabbrica: «Siamo disperati»

Matera, operai Ferrosud salgono su tetti della fabbrica: «Siamo disperati»

 
BariIl caso
Bari, migranti del Cara attraversano i binari: 21 treni in ritardo

Bari, migranti del Cara attraversano i binari: 21 treni in ritardo

 
Potenzadissesto idrogeologico
Basilicata: frane, opere bloccate, a rischio 95 milioni di euro

Basilicata: frane, opere bloccate, a rischio 95 milioni di euro

 
Leccedolci
Il secondo panettone più buono al mondo è salentino

Il secondo panettone più buono al mondo è salentino

 
Brindisispettacoli
PalaEventi Brindisi, c'è il 'Sì' della Soprintendenza

PalaEventi Brindisi, c'è il 'Sì' della Soprintendenza

 
Batnel Nordbarese
Andria, Dia sequestra 2 mln di euro di beni a pluripregiudicato, anche un'azienda agricola

Andria, Dia sequestra 2 mln di euro di beni a pluripregiudicato, anche un'azienda agricola

 

i più letti

Ospedali riuniti

Foggia, anziani «parcheggiati» boom di dimissioni protette

In Geriatria posti letto off-limits : «Difficile evadere le richieste del Pronto soccorso»

La visita è stata rinviata? Lo comunica il telegramma

FOGGIA - Due reparti si fronteggiano da anni: la Fisiatria universitaria da un lato, la Geriatria dall’altro. Patologie molto diverse, via via di pazienti e parenti da mattino a sera che attraversano l’unico corridoio per passare da un capo all’altro. Tanta confusione, vociare continuo e persistente anche se l’invito al silenzio dovrebbe essere la regola d’oro in certi ambienti. Alla sofferenza dei malati si aggiunge anche questo trambusto fuori ordinanza. Una situazione che si protrae da troppo tempo. Ma ora qualcosa dice che bisogna dire basta. Siamo agli Ospedali riuniti, il nuovo policlinico regionale che sta cambiando gradualmente pelle: nuovi reparti, grandi attrezzature, il nuovo Deu dell’emergenza-urgenza indicato come il fiore all’occhiello della futura e ormai prossima trasformazione. Ma negli anziani al terzo piano del terzo lotto la sensazione di esser lasciati soli non muta. «Il direttore generale Vitangelo Dattoli è venuto a rendersi conto di come stiamo messi - così alla Gazzetta il primario di Geriatria, Massimo Zanasi - unico direttore a farlo da quando ci sono io in questa struttura. Speriamo che qualcosa cambi nel rispetto dei malati e di un’emergenza anziani che nella nostra società sta assumendo una rilevanza sociale sempre più importante».

Non è la coabitazione in quanto tale quella che viene denunciata da Zanasi: «I malati sono tutti uguali, ma le patologie diversissime. Nulla contro i colleghi e il personale della Fisiatria con i quali abbiamo anzi anche un rapporto di collaborazione, ma non possono coesistere due reparti così diversi su di un unico piano. Chiediamo il rispetto per le persone in carrozzina, per gli anziani accompagnati a spalla dai parenti che avrebbero bisogno di maggior privacy e riservatezza».
La circostanza del trasloco pone altre questioni sul tappeto. La società invecchia e c’è sempre più bisogno di residenze per anziani, luoghi di ricovero e cura perchè anche le famiglie disposte a tenere in casa i propri cari scarseggiano sempre più. Aumentano infatti le dimissioni protette da parte dei parenti: la norma prevede che l’Asl invii la commissione invalidi per verificare le condizioni dell’anziano e mandarlo d’ufficio in una Rsa, una procedura che permette di saltare a piè pari le lunghe liste d’attesa presenti ormai in tutte le residenze sanitarie per anziani sia private che convenzionate. «In tre mesi ne abbiamo fatte una quarantina di dimissioni così - dice il dottor Zanasi - ma noi abbiamo diciotto posti letto quasi tutti sempre pieni, quando i parenti chiedono la dimissione protetta il posto letto non può liberarsi subito. Così si formano le file al Pronto soccorso. L’ospedale a mio avviso dovrebbe occuparsi anche delle post-acuzie, dal momento che la popolazione invecchia e la richiesta di questi luoghi è costante».

Anche “Nonno libero”, il clochard vestito di buste, è stato ricoverato qui per quindici giorni. Ora è all’ospedale Casa Sollievo a San Giovanni Rotondo: chi si sta prendendo cura di lui indica in quell’uomo enigmatico e sconosciuto che ha circolato fino a poco tempo fa per le strade di Foggia, un simbolo di riscatto anche degli ultimi che passa necessariamente dalle cure e dall’assistenza che si può ricevere in un ospedale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie