Venerdì 12 Agosto 2022 | 20:31

In Puglia e Basilicata

evento

L’anno che verrà, il «Libro possibile» approda a Vieste

Vieste, nel centro storico si entra solo con la mascherina

Oggi e domani la tappa della rassegna culturale dedicata a Lucio Dalla

28 Luglio 2022

Redazione Cultura

VIESTE - Seconda tappa del Libro Possibile 2022 a Vieste con una maratona di incontri che caratterizzeranno le giornate di oggi e domani (inizio incontri dalle ore 20) nella capitale indiscussa del turismo pugliese dall’alto dei suoi due milioni di presenze. I nuovi scenari geopolitici mondiali, il corto circuito mediatico e giudiziario che regola i giochi di potere, l’ironia del web e il cinismo delle favole sono alcuni dei temi di oggi, terza e serata del più importante festival di cultura di piazza dell’estate italiana. Gli interventi degli ospiti guardano tutti a «L’anno che verrà», titolo di questa XXI edizione del Libro Possibile dedicata a Lucio Dalla, a 10 anni dalla sua scomparsa.

Per la prima volta ospite del Libro Possibile, Dario Fabbri, direttore del mensile di geopolitica “Domino”, già vicedirettore della scuola di Limes nonché docente universitario, traccia una mappa dei futuri confini geopolitici, alla luce degli attuali scenari di crisi e di conflitto mondiale. Assieme sul palco con Andrea Purgatori, inviato di guerra di lunga esperienza, giornalista, scrittore e conduttore di "Atlantide" su La7, i due esperti rispondono al quesito che dà il titolo all’incontro: «Che mondo sarà dopo la guerra?».

«Le parole non descrivono la realtà, spesso la creano»: è uno dei principi su cui si fonda il marketing, disciplina che regola il successo di un’impresa o l’antidoto alla sua crisi. E non solo. Se ne parla in «6x2. Sei brevi lezioni da due maestri del marketing» (Rizzoli), libro scritto a quattro mani da Oscar Farinetti e Oscar di Montigny. «Il linguaggio è un territorio attraversato da innumerevoli conflitti e straordinarie possibilità di pace» scrivono i due autori, convinti che le strategie aziendali siano paradigmatiche anche per la società e per le esperienze individuali. Lo spiega al Libro Possibile l’imprenditore e patron di Eataly che, intervistato da Dario Vergassola, analizza le sue strategie di successo per l’azienda e per la vita.
Alessandro Sallusti e Luca Palamara indagano sul corto circuito mediatico e giudiziario che regola i giochi di potere di «Lobby&Logge», titolo della nuova pubblicazione Rizzoli firmata dall’ex magistrato e dal direttore del quotidiano “Libero”. Dopo “Il Sistema”, caso editoriale del 2021, i due autori pubblicano un secondo libro sulla magistratura che affronta i misteri del «dark web» del Sistema: la ragnatela oscura tesa da società segrete e gruppi d’influenza che da sempre avviluppa imprenditori, faccendieri, politici, alti funzionari statali, uomini delle forze dell’ordine e dei servizi segreti, giornalisti e, naturalmente, magistrati. Modera l’incontro Giancarlo Fiume, caporedattore Tgr Puglia.
«Quello che ha fatto Raffaello è un prolungamento della creazione di Dio e della bellezza del mondo, una bellezza assoluta, senza limiti». Lo scrive Vittorio Sgarbi, nel suo libro “Raffaello. Un Dio mortale” (La nave di Teseo), che farà da guida alla Lectio Magistralis che sarà tenuta del critico d’arte presente sul palco del Libro Possibile a Vieste. Seguendo il racconto biografico di Giorgio Vasari, Sgarbi riconsegna al pubblico la storia del genio della pittura, dalla divina capacità di rappresentare il pensiero umano nelle sue opere.

Dario Vergassola, tra i protagonisti storici del Libro Possibile con le sue incursioni comiche agli ospiti del festival, a Vieste sale sul palco per parlare di attualità a partire dai temi ambientali prendendo spunto dal suo libro Storie vere di un mondo immaginario. Cinque racconti delle Cinque terre (Baldini + Castoldi). Una raccolta di fiabe di delicata ironia e sferzante cinismo, che producono un ribaltamento ludico e provocatorio delle nostre certezze, una lettura adatta a ogni età. In dialogo con Vergassola Mauro Pulpito, attore e volto noto di Telenorba. Spazio all’ironia del web con Federico Palmaroli, autentico fenomeno della rete con le sue pagine social “Le più belle frasi di Osho”, divenute persino oggetto di studi sociologici.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 

BLOG

- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725