Domenica 05 Luglio 2020 | 23:58

NEWS DALLA SEZIONE

Musica
Bari, Krilov e Biondi dirigono al Petruzzelli e al volino

Bari, Krilov e Biondi dirigono al Petruzzelli e al volino

 
Il premio
Premio Strega 2020, battuto Carofiglio: la vittoria a Veronesi con «Il colibrì»

Premio Strega 2020, battuto Carofiglio: la vittoria a Veronesi con «Il colibrì»

 
La kermesse
Le giornate del cinema nello scenario di Maratea

Le giornate del cinema nello scenario di Maratea

 
il riconoscimento
Targhe Tenco 2020, miglior album è di Brunori Sas, premi a Tosca e Paolo Jannacci: tutti i vincitori

Targhe Tenco 2020, miglior album è di Brunori Sas, premi a Tosca e Paolo Jannacci: tutti i vincitori

 
Cultura
Rubini: il cinema? Categoria dimenticata e ultimi nella ripresa post pandemia

Rubini: il cinema? Categoria dimenticata, ultimi nella ripresa post pandemia

 
cinema
Ron Moss e Polignano passione senza limiti

Ronn Moss e Polignano passione senza limiti

 
SPETTACOLI
Nasce il nuovo festival Puglia film international

Cinema, nasce il nuovo Puglia International Film Festival

 
Il cartellone eventi
Taranto, Magna Grecia Festival 2020 con concerti al tramonto

Taranto, Magna Grecia Festival 2020 con concerti al tramonto

 
SPETTACOLI

Dopo Monopoli, «Ridge» porta anche a Polignano un «Viaggio a sorpresa»

 

Il Biancorosso

SERIE C
Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

Bari calcio, Schiavone: «In campo sempre per vincere»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIn Località Fiumara
Barletta, tragedia in mare 43enne muore dopo aver salvato la figlia

Barletta, tragedia in mare 43enne muore dopo aver salvato la figlia

 
BariPet terapy
Bari, a grande riscossa degli asini

Bari, la grande riscossa degli asini di Lama Balice

 
TarantoIl siderurgico
ArcelorMittal, sindaco di Taranto: «Valutiamo esposto su emissioni»

ArcelorMittal, sindaco di Taranto: «Valutiamo esposto su emissioni»

 
LecceSocial news
Gianni Morandi da Matera a Lecce: continua la vacanza del cantante al Sud

Gianni Morandi da Matera a Lecce: continua la vacanza del cantante al Sud

 
HomeLa tragedia
Femminicidio a Cerignola, una donna uccisa a colpi di pistola

Femminicidio a Cerignola, donna uccisa a colpi di pistola: fermato il marito

 
PotenzaSanità
Potenza, il gioco dell'oca delle prescrizioni: le strutture possono rifiutarle

Potenza, il «gioco dell'oca» delle prescrizioni: le strutture possono rifiutarle

 
MateraIl fenomeno
Marina di Pisticci, chiazze sullo Jonio, già scomparse. Al via gli accertamenti

Marina di Pisticci, chiazze sullo Jonio, già scomparse: al via gli accertamenti

 
BrindisiNel brindisino
Bruciati automezzi di una casa vinicola a Cellino San Marco

Cellino San Marco, bruciati automezzi di una casa vinicola

 

i più letti

LA CARRIERA

Clint Eastwood il duro, 90 anni a tutta grinta

Il ritratto che la sua compagna Sondra Locke ne ha fatto durante una velenosa causa di divorzio è impietoso. Ma rimane sempre Clint, il silenzioso, il tormentato, l’ironico Uomo senza Nome

Clint, il duro 90 anni a tutta grinta

Il 31 maggio 1930 a San Francisco Clinton Eastwood senior, operaio, mette al mondo Clint Eastwood, oggi un monumento coi suoi 90 anni. Il ragazzo cresce errabondo e resta in California quando i suoi vanno a vivere in Texas. «Parlavo poco - racconterà - vivevo in un mondo tutto mio e l’unica cosa che mi appassionava era la musica». In verità anche i serpenti e la recitazione. Con la voglia di emergere, lo sguardo magnetico e l’andatura dinoccolata copiata dal suo idolo Gary Cooper, riuscì a strappare piccole parti nei B-Movies degli Anni ‘50; poi divenne protagonista del serial Gli uomini della prateria e fu presto popolare. Il personaggio di Leo Di Caprio in C’era una volta a Hollywood di Tarantino è un omaggio intinto nel veleno a quel periodo della sua carriera, giacché fu allora che il suo agente gli propose il copione di Per un pugno di dollari (1964). A incuriosirlo - racconta - era l’aver riconosciuto nella trama i film di Kurosawa che Hollywood aveva ripreso con I magnifici sette.

Accettò, ma si scontrò con la CBS che non lo voleva lasciare libero per il tempo delle riprese in Italia. Dal canto suo Sergio Leone si affidò a lui dopo il rifiuto di molti altri attori e un serrato negoziato al ribasso sul compenso. Per caratterizzare il personaggio dell’Uomo senza Nome gli impose un cappello e un sigaro toscano: una sofferenza continua per uno che detestava il fumo. Ma così nacque la sua fortuna. Eastwood tornò in patria senza sapere degli alti incassi della pellicola. Fu sorpreso quando Leone lo richiamò l’anno dopo sul set di Per qualche dollaro in più. Il buono il brutto il cattivo del ‘66 fu un successo internazionale, ma i tre film approdarono a Hollywood solo dopo il 1967 e Eastwood doppiò sé stesso. Al western sarebbe tornato più e più volte, sia come attore che come regista, fino all’epopea de Gli spietati. Il 1968 segna la terza svolta della sua carriera: incontra Don Siegel sul set di L’uomo dalla cravatta di cuoio e da lui impara quel che Leone non poteva dargli: come rendersi credibile senza un poncho addosso. Negli anni ‘70 la serie Ispettore Callaghan con Siegel gli regala grande popolarità; il debutto come regista è in Play Misty for me (1971). Nasce la sua compagnia di produzione Malpaso. Produce ormai tutti i suoi film e, nonostante alcuni insuccessi, è un «valore sicuro» per la distribuzione Warner. Al tempo dell’Ispettore Callaghan sia lui che Siegel furono accusati di fascismo ed eccessiva violenza nella rappresentazione della polizia. I due risposero nel 1979 con Fuga da Alcatraz, incondizionatamente osannato. Intanto Eastwood si era costruito una solida fama di divo totalmente americano, eroe senza macchia in un mondo corrotto. Nel 1993 con Gli spietati arrivò anche la gloria dell’Oscar. Due anni dopo avrebbe avuto l’Oscar alla carriera e poi altri due tra Mystic River e Million Dollar Baby; con Gran Torino ecco la celebrazione come il nuovo John Ford.

Più volte ha dichiarato di voler scomparire dai suoi film come attore e poi si è smentito nel recente The Mule; di fatto si ispira sempre più spesso a personaggi reali che porta sullo schermo come eroi del quotidiano, da «Sniper» a «Sully» o a storie del passato come per «E.J. Hoover» o «Changelling». Nella vita privata assomiglia sempre più a un monumento. Ma non è di carattere facile e ha punteggiato la vita di storie sentimentali e figli (ben 8). Il ritratto che la sua compagna Sondra Locke ne ha fatto durante una velenosa causa di divorzio è impietoso. Ma ora che compie 90 anni per tutti noi rimane sempre Clint, il silenzioso, il tormentato, l’ironico Uomo senza Nome.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie