Venerdì 27 Novembre 2020 | 15:31

NEWS DALLA SEZIONE

su DeAKids
«Whatsanna»: le emozioni e l'energia dell'adolescenza nella nuova serie con Cloe Romagnoli e Carolina Di Domenica

«Whatsanna»: le emozioni e l'energia dell'adolescenza nella nuova serie con Cloe Romagnoli e Carolina Di Domenico

 
Il film
Pascali in bianco e nero traccia del Sud che verrà

Pascali in bianco e nero traccia del Sud che verrà

 
Lutto nel cinema
Brindisi, morta prematuramente regista Valentina Pedicini

Brindisi, morta prematuramente regista Valentina Pedicini

 
Il video
Le parole d'amore di Sophia Loren per la Puglia: il grazie social di Emiliano

Le parole d'amore di Sophia Loren per la Puglia: il grazie social di Emiliano

 
domani alle ore 20
Barri, un concerto in streaming dedicato a medici, infermieri e studenti

Bari, un concerto in streaming dedicato a medici, infermieri e studenti

 
La curiosità
Riccardo Muti a Bari? Forse in dicembre dirige al Petruzzelli

Riccardo Muti a Bari? Forse in dicembre dirige al Petruzzelli

 
La curiosità
Bari, «Varichina» sbarca in streaming per gli abbonati di Amazon Prime Video

Bari, «Varichina» sbarca in streaming per gli abbonati di Amazon Prime Video

 
Televisione
Bari a prova di chef: Borghese in città per una puntata di 4 Ristoranti

Bari a prova di chef: Borghese in città per una puntata di 4 Ristoranti

 
Cinema
Quella «Vita davanti a sé» illuminata dai colori di Bari

Quella «Vita davanti a sé» illuminata dai colori di Bari

 
La scomparsa di un mito
I tamburi del Paradiso suonano per D’Orazio

I tamburi del Paradiso suonano per D’Orazio

 
L'intervento
Lecce, Verdone al Festival del Cinema Europeo: «Se chiudono altri cinema sarà un disastro»

Lecce, Verdone al Festival del Cinema Europeo: «Se chiudono altri cinema sarà un disastro»

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Bari, traffico a centrocampo: Auteri gestisce l'abbondanza

Bari, traffico a centrocampo: Auteri gestisce l'abbondanza

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl video
Museo MArTa di Taranto, da oggi si può vistare anche con il virtual tour in 3D

Museo MArTa di Taranto, da oggi si può vistare anche con il virtual tour in 3D

 
BariIl servizio
Stress da Covid: in azienda barese uno sportello psicologico per aiutare i dipendenti

Stress da Covid: in azienda barese uno sportello psicologico per aiutare i dipendenti

 
FoggiaIl provvedimento
Foggia, Natale senza festa e con poche luminarie. Sindaco: «Risparmi a famiglie bisognose»

Foggia, Natale senza festa e con poche luminarie. Sindaco: «Risparmi a famiglie bisognose»

 
PotenzaIl provvedimento
Coronavirus, a Potenza assembramenti nel centro storico: multe

Coronavirus, a Potenza assembramenti nel centro storico: multe

 
Brindisile indagini
Ostuni, incendio doloso auto ex sindaco: un indagato

Ostuni, incendio doloso auto ex sindaco: un indagato

 
Materala lettera
Matera, sindaco scrive a Conte: «L'ospedale sia tutelato»

Matera, sindaco scrive a Conte: «L'ospedale sia tutelato»

 
Batnella Bat
Andria: furto, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale, due arresti

Andria: furto, ricettazione e resistenza a pubblico ufficiale, due arresti

 

i più letti

Musica

Il meglio del black firmato MariTé K

L’album della cantante congolese

Il meglio del black firmato MariTé K

Le storie fanno parte della vita di ognuno di noi e, spesso, ci ritroviamo in quelle raccontate in musica che prendono spunto proprio dalla realtà che ci circonda o dalle esperienze vissute di un artista. È il caso del nuovo e secondo album Telling Stories, ovvero «raccontare storie», della cantautrice italo-congolese (nata 36 anni fa a Roma, ma barese per scelta) Marie Thérèse Ntumba Kabutakapua, in arte MariTé K. Il nuovo album, che giunge a sei anni dall’esordio di Soul Naked, sarà disponibile su tutti gli store digitali dal 30 maggio e in prevendita dal 18, mentre lunedì 25 alle 19 per chi vorrà ascoltare il talento vocale di MariTé K, potrà farlo ascoltandola in diretta in rete su Radio Capitani Coraggiosi.

Composto da 11 brani di ottima fattura, il titolo Telling Stories ci porta indietro di 20anni, quando la cantautrice americana Tracy Chapman diede lo stesso titolo al suo quinto album. «Adoro Chapman e ho vissuto ascoltandola – commenta MariTé K-, però il titolo del disco è stato voluto perché racconta delle storie diverse, quindi mi è piaciuto intitolarlo così anche perché un cantautore è anche un cantastorie. In più con Tracy ci accomuna il nostro impegno nel sociale».
Infatti, l’accostamento delle due artiste non è solo dettato dal titolo, ma anche dalle loro straordinarie voci anche se diverse e, soprattutto, dal loro impegno civile e sociale. «Canto per lottare contro la violenza – dice MariTé K -, canto perché è l’unica cosa che mi avvicina davvero ai pensieri e alle speranze più profonde di chi mi ascolta. Canto per sentirmi libera, canto per raccontare storie: le mie e le vostre storie. Canto per dar voce a chi voce non ha». Musicalmente, le undici storie raccontate da MariTé K si muovono tra soul, r&b, afro, funk, gospel e jazz, quasi ad esaltare la negritudine della musica. «Essendo italo-congolese – prosegue MariTé K -, mi è sempre piaciuto mischiare i generi, ma anche che la mia musica fosse riconoscibile in quanto italiana ma anche africana».

Composizioni di grande fascino e raffinatezza che, uniti alla voce profonda e calda di MariTé K, diventato dei piccoli gioielli da custodire gelosamente. In Telling Stories c’è un’accurata ricerca di suoni, così come una scrittura dei testi profondi. Storie come quella di Sharab, che dal nord Africa si trasferisce in Italia con la speranza di un nuovo amore e una nuova vita, ma che in realtà viene tradita proprio da questo amore, che la costringe a prostituirsi usando la sua famiglia d’origine come ricatto. Ma c’è anche Homeless, un senza tetto che anni fa venne bruciato a Milano da dei ragazzi per «noia». L’empatia di questa straordinaria artista, le ha permesso di immedesimarsi nei giorni prima dell’accaduto, immaginando i pensieri di un uomo che aveva perso tutto e per il quale la strada era tutto ciò che aveva. Nel disco MariTé K canta in tre lingue: l’italiano, la sua lingua madre, l’inglese e il Ciluba, una delle quattro lingue nazionali della sua terra d’origine.
«La scelta delle diverse lingue – conclude MariTé K -, è dovuta un po’ dalla voglia di farmi comprendere da tutti, ma anche dalla musicalità dei diversi linguaggi». Per la realizzazione dell’album MariTé K si è affidata a Claudio La Rocca, Vincenzo Guerra e Marco Menchise.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie