Sabato 16 Febbraio 2019 | 07:54

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Lecce, Mancosu rinnova fino al 2021

Lecce, Mancosu rinnova fino al 2021

 
Serie B
Monaco tiene in quota il Lecce: «A Venezia colto punto pesante»

Monaco tiene in quota il Lecce: «A Venezia colto punto pesante»

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Giorni durissimi senza Scavone»

Lecce calcio, Liverani: «Giorni durissimi senza Scavone»

 
Serie B
Lecce, Scavone ha lasciato l'ospedale

Lecce, Scavone ha lasciato l'ospedale

 
La partita
Lecce - Ascoli, Scavone perde i sensi a 30 secondi dall'inizio del match: ambulanza in campo

Lecce - Ascoli sospesa: Scavone perde i sensi a 30 secondi dall'inizio Video: i soccorsi in campo

 
Lutto
Il Lecce piange la scomparsa dell'ex tecnico Mimino Renna

Il Lecce piange la scomparsa dell'ex tecnico Mimino Renna

 
SERIE B
Il Lecce saluta il capitano Lepore-Monza affare fatto

Il Lecce saluta il capitano Lepore-Monza affare fatto

 
Serie B
Lecce, dall'Atalanta arriva in prestito l'attaccante Tumminiello

Lecce, dall'Atalanta arriva in prestito l'attaccante Tumminiello

 
Finisce 1-2
Il Lecce sconfigge in trasferta la Salernitana

Il Lecce sconfigge in trasferta la Salernitana

 
Serie B
Lecce, nel fortino di Salerno la spinta di Tachtsidis

Lecce, nel fortino di Salerno la spinta di Tachtsidis

 
Finisce 1-1
Il Benevento ferma l'ascesa del Lecce: solo un pari al Via del Mare

Il Benevento ferma l'ascesa del Lecce: solo un pari al Via del Mare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatIl caso
«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

«Ti amo Luigi», a Trani imbrattata la Cattedrale. Il sindaco: fidanzata idiota

 
BariL'anniversario
Bari, 20 anni dalla morte Tatarella: un libro per ricordarlo

Bari, ricordato Tatarella a 20 anni dalla morte

 
FoggiaSfiducia al sindaco
San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

San Giovanni Rotondo, al Comune arriva il commissario

 
MateraNel 2009
Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

Bernalda, tentò di picchiare il sindaco in aula: in manette 71enne

 
TarantoDenunce
Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

Nel circolo privato furto di elettricità e 6 slot machine abusive: sequestri a Taranto

 
PotenzaNel potentino
Francavilla in Sinni, crolla tetto di casa, madre e figlio in ospedale, uomo ancora sotto le macerie

Francavilla in Sinni: crolla tetto di casa, 3 persone estratte vive, grave un uomo

 
BrindisiProvoca il cancro
Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

Al Perrino in anatomia patologica è allarme formaldeide

 
LecceNuove accuse
Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

Ugento: Roberta, uccisa 20 anni fa, forse fu molestata

 

Serie B

Tabanelli, la pedina fissa sullo scacchiere Lecce

Liverani gli dà fiducia e fin qui non ha deluso

Tabanelli, la pedina fissa sullo scacchiere Lecce

LECCE - Da «oggetto misterioso», com’è stato considerato dagli addetti ai lavori nella scorsa stagione, da quando è arrivato nel mercato di gennaio sino alla conclusione del torneo di C, a grande protagonista, come sta accadendo da alcune gare, da quando Fabio Liverani gli sta dando spazio con continuità. Questa è la metamorfosi subita dal centrocampista Andrea Tabanelli, che è una delle più belle realtà del Lecce in questa fase della stagione.

Ad inizio carriera, il classe ‘90 di Ravenna veniva considerato da molti una grande promessa del calcio italiano. «Andrea ha sempre avuto numeri di prim’ordine – dice Nicola Campedelli, che lo ha allenato nel 2010/2011, quando aveva 20 anni, e nel 2012/2013, stagione nella quale ha disputato 30 gare nella serie cadetta, con il Cesena, club nel cui settore giovanile è cresciuto – L’ho diretto la prima volta quando ero sulla panchina del Bellaria, in C2. Poi l’ho avuto nuovamente in rosa quando ho guidato l’undici cesenate, in B. Ha qualità tecniche notevoli e possiede una straordinaria capacità di coordinarsi. Quando avanza con la palla, in velocità, dà spesso l’impressione di doverla perdere da un momento all’altro ed invece riesce a tenerla incollata al piede».

Nel Cesena, Campedelli ha quasi sempre preferito il giovane Tabanelli a calciatori più affermati. «Qualcuno all’epoca storceva il naso per questo, ma ci ho visto giusto se poi, a metà del 2013/2014, lo ha voluto il Cagliari, in A – sottolinea il trainer di Gatteo – In seguito, per Andrea è stato un susseguirsi di infortuni che gli hanno tarpato le ali».
Nel Lecce, da gennaio a maggio 2018 non ha convinto. Ora si sta rivelando prezioso nello scacchiere di Liverani. «Quando è approdato nel Salento, era reduce da un lungo periodo nel quale aveva giocato poco – nota Campedelli – Non era semplice, per lui, inserirsi in un complesso che, per di più, stava facendo benissimo. A torneo terminato, però, evidentemente il tecnico romano ed i dirigenti della società giallorossa sono stati bravi a toccare le corde giuste per stimolarlo. Ma determinante è stato senz’altro il fatto che finalmente è al top dal punto di vista fisico. Sono contento che stia mettendo in mostra il proprio valore in una piazza blasonata. Lo merita perché, oltre ad essere bravo tecnicamente, è un ragazzo solare, che sa stare in gruppo. A 28 anni magari si regalerà quelle soddisfazioni che la sorte gli ha negato in precedenza».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400