Martedì 20 Novembre 2018 | 13:01

NEWS DALLA SEZIONE

Serie B
Tabanelli, la pedina fissa sullo scacchiere Lecce

Tabanelli, la pedina fissa sullo scacchiere Lecce

 
Il ritorno
Il Lecce si gode il nuovo Lucioni

Il Lecce si gode il nuovo Lucioni

 
Cosenza-Lecce 2-3
Lecce espugna Cosenza: in finale «salva» Falco

Lecce espugna Cosenza: in finale «salva» Falco

 
Serie B
Lecce, operazione riscatto nella «tana» del Cosenza

Lecce, operazione riscatto nella «tana» del Cosenza

 
Serie B
Lecce, Liverani: «La sconfitta a Pescara ci ha dato autostima»

Lecce, Liverani: «La sconfitta a Pescara ci ha dato autostima»

 
Serie B
lecce calcio

Lecce calcio, Tabanelli: questa è una squadra che non molla mai

 
Serie B
Lecce, il bicchiere è mezzo pienoda Pescara anche note positive

Lecce, il bicchiere è mezzo pieno
da Pescara anche note positive

 
Serie B
Il Lecce in 9 cade a Pescara: all'Adriatico dopo 98 minuti finisce 4-2

Il Lecce in 9 cade a Pescara: dopo 98 minuti finisce 4-2

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani sereno: «ma macchina ancora imperfetta»

Lecce calcio, Liverani sereno: «macchina ancora imperfetta»

 
Decide autorete di Golemic
Lecce batte il Crotone 1-0e vola al quinto posto

Lecce batte il Crotone 1-0
e vola al quinto posto

 
SERIE B
Lecce, sfida al Crotone ferito

Lecce, sfida al Crotone ferito

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più visti della sezione

Giallorossi

Lecce, Chiricò «non escluso per pressioni degli ultras»

Il giorno dopo la comunicazione dell'esclusione del giocatore dai convocati per le prossime gare di serie B

La grana Chiricò scuote il Lecce: scatta la polemica

«L'Unione Sportiva Lecce, con riferimento alle dichiarazioni rese da Kael Grimaldi, agente del calciatore Cosimo Chiricò, precisa che nessun componente della società è stato mai oggetto di minacce, intimidazioni o pressioni di alcun tipo in relazione alle note vicende inerenti il calciatore». Lo precisa oggi il Lecce in merito al rapporto con Cosimo Chiricò, che si sta concludendo in maniera burrascosa, secondo il procuratore a causa di veti della tifoseria ultrà.
Ieri mattina la presa di posizione ufficiale della società che «per preservare il clima di serenità e unità (anche tra gli stessi tifosi), determinante nell’ultimo anno per raggiungere gli obiettivi prefissati» decide di «non rendere disponibile il calciatore Chiricò, nella speranza che questa situazione possa essere definita nel modo migliore». Nel tardo pomeriggio la replica del procuratore di Chiricò, Kael Grimaldi, in cui si evidenziava che «il presidente Sticchi Damiani e la sua famiglia erano stati fatti oggetto di minacce per aver fatto giocare il proprio assistito nella gara tra Lecce e Salernitana: da qui la scelta di mettere fuori rosa il calciatore. Sono questi atteggiamenti da codice penale da condannare assolutamente - sottolineava Grimaldi, e che un principe del foro come Sticchi Damiani non può e non deve assecondare».
E la risposta della società giallorosa a queste accuse è arrivata nella mattinata di oggi attraverso una nota apparsa sul sito del sodalizio giallorosso

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400