Mercoledì 12 Dicembre 2018 | 01:57

NEWS DALLA SEZIONE

Lecce
Liverani: testa già al Brescia, il pari non fa calare l'euforia

Liverani: testa già al Brescia, il pari non fa calare l'euforia

 
Serie B
Al Via del Mare: Lecce Perugia termina 0-0

Al Via del Mare: Lecce Perugia termina 0-0

 
Serie B
Calcio Lecce, Liverani: «mi fido dei miei ragazzi»

Calcio Lecce, Liverani: «mi fido dei miei ragazzi»

 
Sabato contro il Perugia
Lecce, l'ex Olive: «La squadra non rinuncerà al mercato. Gruppo coeso»

Lecce, l'ex Olive: «La squadra non rinuncerà al mercato. Gruppo coeso»

 
L'intervista
Ex difensore Brio promuove il Lecce: «Personalità e grande tifo»

Ex difensore Brio promuove il Lecce: «Personalità e grande tifo»

 
Carpi-Lecce 0-1
Lecce, gol di La Mantia decide match a Carpi

Lecce, gol di La Mantia decide match a Carpi

 
La decisione
Curva Nord Lecce intitolata a calciatori Lorusso e Pezzella

Curva Nord Lecce intitolata a calciatori Lorusso e Pezzella

 
Serie B
Lecce attento: «A Carpi come se fosse il match più importante della stagione»

Lecce attento: «A Carpi come se fosse il match più importante della stagione»

 
Serie B
Brini spiana la strada al Lecce: «È forte e può crescere ancora»

Brini spiana la strada al Lecce: «È forte e può crescere ancora»

 
Serie B
Lecce calcio, sulla strada giusta a caccia dell’equilibrio

Lecce calcio, sulla strada giusta a caccia dell’equilibrio

 
Serie B
Lecce, Mancosu esalta La Mantia, Palombi e Falco

Lecce, Mancosu esalta La Mantia, Palombi e Falco

 

Febbre giallorossa

Vigorito suona la carica «Lecce, stimolo in più giocare al Via del Mare»

Lecce ha ceduto a titolo temporaneo alla Pro Vercelli l’attaccante Davide Cavaliere, classe ‘99, mentre il portiere Gianmarco Chironi, classe ‘97, è passato alla Virtus Verona

Lo stadio di Via del Mare di Lecce

LECCE - Il portiere Mauro Vigorito suona la carica in vista della sfida casalinga in cartellone domani, alle 21, contro la Salernitana. Come tutto il Lecce, ci terrebbe ad esordire al Via del Mare con un successo. «Il fatto di giocare in casa sarà uno stimolo in più per fare bene e dovrà essere così per tutto il torneo, in quanto sul terreno amico bisogna conquistare molti punti - sostiene - Arriverà un complesso che, da quando è tornato in B, di anno in anno alza l’asticella delle proprie ambizioni e lo ha dimostrato anche portando a termine un ottimo mercato. Il team granata è da prendere con le pinze perché dispone di giocatori importanti, alcuni dei quali nella passata stagione militavano nella serie superiore. Sarà una gara molto difficile».
L’estremo difensore giallorosso ha già duellato con la Salernitana. «Ricordo con piacere il match disputato nel 2016/2017, all’andata, all’”Arechi”, un campo decisamente ostico, con la maglia del Vicenza, nel quale ci siamo imposti per 3-2», nota Vigorito che poi, sulla scelta della società campana di lasciare fuori lista Alessandro Rosina aggiunge: «Non sono abituato a guardare in casa altrui. Si tratta di un calciatore di spessore, ma se i dirigenti hanno preso questa decisione hanno avuto i loro motivi. La compagine granata ha comunque tanti altri elementi di valore, che possono mettere in difficoltà gli avversari».

A Benevento, il Lecce è stato seguito da circa 900 tifosi. Domani sugli spalti del «Via del Mare» se ne preannunciano 10.000. «Nel match di lunedì scorso avere avuto tanti supporter accanto è stato molto importante - afferma Vigorito - Sapevo in partenza che la piazza salentina, da questo punto di vista, non delude mai. Soprattutto nelle partite interne, il calore dei nostri sostenitori dovrà darci una marcia in più. Statisticamente è dimostrato che le formazioni che possono contare su un pubblico numeroso ne beneficiano sul piano dei risultati».

Vigorito è convinto che quello appena iniziato sarà un torneo difficilissimo.«Le società che hanno allestito organici di valore sono tante - sostiene - C’è grande livellamento. Le differenze sono minime e c’è un enorme equilibrio. Basta poco per trovarsi a lottare in alto oppure per essere risucchiati in basso».

Fatale tornare sulla gara pareggiata dal Lecce per 3-3 a Benevento, dopo che l’undici diretto da Fabio Liverani è stato in vantaggio per 3-0. «Per 60-70 minuti abbiamo sfoderato una grande prestazione sul campo della squadra che è maggiormente accreditata per la vittoria del campionato - rimarca Vigorito - Questa circostanza ci deve dare delle certezze per il prosieguo del campionato. Al contempo, il fatto di avere incassato tre gol in 20’, sia pure contro la favorita per la promozione, che dispone di una rosa ricca di calciatori che possono cambiare il volto di una gara entrando in corsa, deve fare suonare un campanello d’allarme. La serie B è questa. Le insidie sono costantemente dietro l’angolo».

A Benevento, Liverani ha schierato una difesa totalmente rinnovata, che si è comportata egregiamente per oltre un’ora. «L’intesa è destinata ad aumentare con il trascorrere del tempo - sostiene il portiere - Se abbiamo fatto per lunghi tratti bene, il merito è del lavoro svolto durante la settimana e dell’abnegazione di chi è stato chiamato ad interpretare quello che ci ha chiesto l’allenatore, ma va diviso anche con chi non è sceso in campo, perché conta come ci si prepara durante la settimana, tutti insieme. La gara è lo specchio di ciò che si fa in allenamento».

MERCATO Il Lecce ha ceduto a titolo temporaneo alla Pro Vercelli l’attaccante Davide Cavaliere, classe ‘99, mentre il portiere Gianmarco Chironi, classe ‘97, è passato alla Virtus Verona in prestito ed il difensore Giulio Gambardella, classe ‘98, ha rescisso il contratto. Sono rimasti, di contro, gli attaccanti Mino Chiricò, che ha rifiutato la Ternana, preferendo restare nonostante la contestazione degli ultrà nei suoi confronti, e Abdou Doumbia, che dopo avere detto «no» a Catanzaro e ad altre soluzioni, ha fatto altrettanto con la Sicula Leonzio. [a.c.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400