Martedì 19 Marzo 2019 | 02:50

NEWS DALLA SEZIONE

Sfuma il terzo posto
Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

Serie B, il Lecce pareggia a Crotone, finisce 2-2

 
Serie B
«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

«Ora conta solo vincere il Lecce può mettere lo spettacolo da parte»

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

Lecce calcio, Liverani: «Il derby è una gara speciale»

 
Serie B
Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

Il Lecce balla in difesa serve svolta immediata

 
Serie B
IL Lecce batte il Verona 2-1Foggia pareggia 2-2 ad Ascoli

IL Lecce batte il Verona 2-1

 
Serie B
Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

Poker del Cittadella al Lecce, finisce 4-1

 
Serie B
Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

Lecce calcio, Liverani: «Cittadella squadra fastidiosa»

 
Serie B
Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

Lecce calcio, formalizzato l'acquisto di Zan Majer

 
L'analisi
Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

Lecce scopre nuove «frecce» nella rincorsa verso la A

 
Serie B
Incredibile Lecce, sotto di due gol rimonta e vince 3-2 con Livorno

Incredibile Lecce, sotto di due gol rimonta e vince 3-2 con Livorno

 

Il Biancorosso

LE PAGELLE
Iadaresta aumenta il peso offensivoPozzebon grigio: neanche un tiro

Iadaresta aumenta il peso offensivo
Pozzebon grigio: neanche un tiro

 

i più visti della sezione

NEWS DALLE PROVINCE

MateraLa visita
Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

Di Maio a Matera: «Fare imprese al Sud è da supereroi»

 
TarantoIncidente stradale
Scontro a Crispiano: muore una maestra di 46 anni, insegnava a Martina

Scontro a Crispiano: muore maestra di 46 anni. Altro incidente a Manduria: muore 78enne

 
HomeUdienza preliminare
Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

Tangenti ex provincia Bari, l'ente non si costituisce parte civile

 
PotenzaI controlli
Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

Evadevano il fisco per 120mila euro: scoperti in 2 a Maratea

 
BatL'inchiesta di Lecce
Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

Trani, magistrati arrestati, imprenditore denuncia: «Pagai per la libertà»

 
BrindisiIn pieno centro
S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

S.Pietro V.co, pitbull azzanna cavalla e cavaliere, feriti

 
LecceBattuto Messuti
Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, coordinatore pugliese FdI

Primarie Centrodestra a Lecce, vince Saverio Congedo, di Fratelli d'Italia

 

Febbre giallorossa

Vigorito suona la carica «Lecce, stimolo in più giocare al Via del Mare»

Lecce ha ceduto a titolo temporaneo alla Pro Vercelli l’attaccante Davide Cavaliere, classe ‘99, mentre il portiere Gianmarco Chironi, classe ‘97, è passato alla Virtus Verona

Lo stadio di Via del Mare di Lecce

LECCE - Il portiere Mauro Vigorito suona la carica in vista della sfida casalinga in cartellone domani, alle 21, contro la Salernitana. Come tutto il Lecce, ci terrebbe ad esordire al Via del Mare con un successo. «Il fatto di giocare in casa sarà uno stimolo in più per fare bene e dovrà essere così per tutto il torneo, in quanto sul terreno amico bisogna conquistare molti punti - sostiene - Arriverà un complesso che, da quando è tornato in B, di anno in anno alza l’asticella delle proprie ambizioni e lo ha dimostrato anche portando a termine un ottimo mercato. Il team granata è da prendere con le pinze perché dispone di giocatori importanti, alcuni dei quali nella passata stagione militavano nella serie superiore. Sarà una gara molto difficile».
L’estremo difensore giallorosso ha già duellato con la Salernitana. «Ricordo con piacere il match disputato nel 2016/2017, all’andata, all’”Arechi”, un campo decisamente ostico, con la maglia del Vicenza, nel quale ci siamo imposti per 3-2», nota Vigorito che poi, sulla scelta della società campana di lasciare fuori lista Alessandro Rosina aggiunge: «Non sono abituato a guardare in casa altrui. Si tratta di un calciatore di spessore, ma se i dirigenti hanno preso questa decisione hanno avuto i loro motivi. La compagine granata ha comunque tanti altri elementi di valore, che possono mettere in difficoltà gli avversari».

A Benevento, il Lecce è stato seguito da circa 900 tifosi. Domani sugli spalti del «Via del Mare» se ne preannunciano 10.000. «Nel match di lunedì scorso avere avuto tanti supporter accanto è stato molto importante - afferma Vigorito - Sapevo in partenza che la piazza salentina, da questo punto di vista, non delude mai. Soprattutto nelle partite interne, il calore dei nostri sostenitori dovrà darci una marcia in più. Statisticamente è dimostrato che le formazioni che possono contare su un pubblico numeroso ne beneficiano sul piano dei risultati».

Vigorito è convinto che quello appena iniziato sarà un torneo difficilissimo.«Le società che hanno allestito organici di valore sono tante - sostiene - C’è grande livellamento. Le differenze sono minime e c’è un enorme equilibrio. Basta poco per trovarsi a lottare in alto oppure per essere risucchiati in basso».

Fatale tornare sulla gara pareggiata dal Lecce per 3-3 a Benevento, dopo che l’undici diretto da Fabio Liverani è stato in vantaggio per 3-0. «Per 60-70 minuti abbiamo sfoderato una grande prestazione sul campo della squadra che è maggiormente accreditata per la vittoria del campionato - rimarca Vigorito - Questa circostanza ci deve dare delle certezze per il prosieguo del campionato. Al contempo, il fatto di avere incassato tre gol in 20’, sia pure contro la favorita per la promozione, che dispone di una rosa ricca di calciatori che possono cambiare il volto di una gara entrando in corsa, deve fare suonare un campanello d’allarme. La serie B è questa. Le insidie sono costantemente dietro l’angolo».

A Benevento, Liverani ha schierato una difesa totalmente rinnovata, che si è comportata egregiamente per oltre un’ora. «L’intesa è destinata ad aumentare con il trascorrere del tempo - sostiene il portiere - Se abbiamo fatto per lunghi tratti bene, il merito è del lavoro svolto durante la settimana e dell’abnegazione di chi è stato chiamato ad interpretare quello che ci ha chiesto l’allenatore, ma va diviso anche con chi non è sceso in campo, perché conta come ci si prepara durante la settimana, tutti insieme. La gara è lo specchio di ciò che si fa in allenamento».

MERCATO Il Lecce ha ceduto a titolo temporaneo alla Pro Vercelli l’attaccante Davide Cavaliere, classe ‘99, mentre il portiere Gianmarco Chironi, classe ‘97, è passato alla Virtus Verona in prestito ed il difensore Giulio Gambardella, classe ‘98, ha rescisso il contratto. Sono rimasti, di contro, gli attaccanti Mino Chiricò, che ha rifiutato la Ternana, preferendo restare nonostante la contestazione degli ultrà nei suoi confronti, e Abdou Doumbia, che dopo avere detto «no» a Catanzaro e ad altre soluzioni, ha fatto altrettanto con la Sicula Leonzio. [a.c.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400