Sabato 22 Settembre 2018 | 19:18

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Buongusto

In arrivo l'Igp per l'olio lucano

Ma a fare la differenza sarà il consumatore con le sue scelte di acquisto

RACCOLTA - Le olive sono pronte per fare l'olio nuovo

RACCOLTA - Le olive sono pronte per fare l'olio nuovo

di ANTONELLA MILLARTE

BUONGUSTO - Frantoi al lavoro, mentre un consumatore sempre più distratto pensa troppo spesso solo al costo, dimenticando il gusto e le proprietà nutraceutiche della collezione di oli prodotti in Italia. La Basilicata, terra di olive da olio e da mensa eccellenti, prosegue il suo impegno verso la valorizzazione del prodotto locale ed ha presentato la domanda di riconoscimento della Indicazione Geografica Protetta “Olio Lucano” che l’Associazione di Organizzazioni di produttori del comparto oleario invierà insieme alla documentazione ed al disciplinare di produzione al Mipaaf.

L’attenzione dell’assessorato regionale guidato da Luca Braia verso il settore olivicolo si può tradurre in cifre. In Basilciata ci sono cinque milioni di piante di olivo, distribuite su 28mila ettari di territorio, con oltre 27 varietà autoctone tra cui le più famose sono Ogliarola del Bradano delle Colline Materane, la Maiatica di Ferrandina e l’Ogliarola del Vulture. In pratica, una piccola industria della bontà e che è composta da circa 30mila le aziende e 145 frantoi attivi, gran parte ancora aperti per la campagna olivicola 2017 in corso.

In Basilicata è presente una sola DOP riconosciuta, che è quella dell’olio del Vulture, su 46 marchi a denominazione dell’Italia.

Dopo un percorso durato due anni, le sei organizzazioni di produttori (Apo; Olivicola Lucana, Oprol, Assoprol, Olivicoltori lucani e Uprol) che rappresentano insieme oltre 11mila olivicoltori, circa 8300 ettari di uliveti e 35 trasformatori, hanno costituito l’Associazione IGP olio lucano.

Dall’Associazione è stato inviato ufficialmente al Mipaaf il dossier contenente le relazioni storica, socioeconomica e tecnica oltre che il disciplinare di produzione con le specifiche atte a delineare l’olio lucano che potrà fregiarsi di tale denominazione di qualità, rispettandone le caratteristiche organolettiche e chimico-fisiche sia in fase di produzione che di trasformazione.

Le parole d’ordine di questo percorso che vuol dare valore all’olio lucano sono: aggregazione, tracciabilità, identità territoriale e difesa della tipicità dell’olio extravergine di oliva locale. Ma una volta ottenuto il marchio, a fare la differenza sarà la cultura alimentare e la scelta sullo scaffalefatta dai consumatori ogni giorno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

CAMPIONE - A sinistra  il vincitore Matteo Carrozzini

Matteo Carrozzini miglior sommelier di Puglia 2018

 
BRINDARE - Ecco come lavorare con la birra dopo la detenzione

Il pane diventa birra, in carcere

 
AL MATTINO - Scegliamo con cura come nutrirci

La colazione: trappola o salutare?

 
DAL FORNO - Bontà tipiche nell’aspetto,  gli ingredienti fanno la differenza

Come il falso tarallo prende in giro pancia e tasca

 
ALLEVATO - Un impianto per spigole e orate nel Mare Jonio a Taranto

Ma quale fritturina di paranza?

 

GDM.TV

Corteo anrtisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

Corteo antisalvini a Bari, i momenti di tensione con la Polizia

 
Acquaviva, rapinatore di marketincastrato dalla ruggine dell'auto

Acquaviva, rapinatore di market incastrato dalla ruggine dell'auto

 
Razzismo, mazze e cinghie in scontri corteo: ferita eurodeputata

Razzismo, mazze e cinghie in scontri a corteo: ferita eurodeputata

 
Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale

Tuffi dalla scogliera, la finale a Polignano: lo spot è virale VD

 
Bari, arsenale d'armi sepolto nel terreno :sequestrate 6 pistole e 100 munizioni

Bari, scoperto arsenale sepolto in un terreno sulla statale 100 VIDEO

 
Palagiustizia, l'affondo di Bonafede«Falsità le accuse contro di me»

Palagiustizia, l'affondo di Bonafede
«Falsità le accuse contro di me»

 
Gli studenti del Poliba creano la PC5 2018 EVO: ecco la monoposto da corsa

Bari, la nuova monoposto da corsa
creata dagli studenti del Politecnico

 
I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: in arrivo la Red Bull Cliff Diving

I campioni di tuffi si sfidano a Polignano: ecco la Red Bull Cliff Diving

 

PHOTONEWS