Lunedì 17 Maggio 2021 | 00:21

NEWS DALLA SEZIONE

Il personaggio
Vincenzo Florio, maestro pizzaiolo pugliese, nel network dell’Alleanza Slow Food

Vincenzo Florio, maestro pizzaiolo pugliese, nel network dell’Alleanza Slow Food

 
Gastronomia
Sushi o pasta? Lo chef Hiro in Salento

Sushi o pasta? Lo chef Hiro in Salento

 
La curiosità
Sammichele, così il paese ottiene il marchio di «Città dell’Olio»

Sammichele, così il paese ottiene il marchio di «Città dell’Olio»

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari e Foggia: rendimenti a confronto

Bari e Foggia: rendimenti a confronto

 

NEWS DALLE PROVINCE

il BiancorossoSerie C
Bari e Foggia: rendimenti a confronto

Bari e Foggia: rendimenti a confronto

 
Lecceil fenomeno
Ulivi malati in fiamme a Copertino, «una strage che si ripete»

Ulivi malati in fiamme a Copertino, «una strage che si ripete»

 
Tarantoil processo
Taranto, l'ex Ilva? «Una gestione criminosa»

Taranto, l'ex Ilva? «Una gestione criminosa»

 
BrindisiTerritorio
Torre Guaceto tra le migliori aree protette dell’intero Mediterraneo

Torre Guaceto tra le migliori aree protette dell’intero Mediterraneo

 
PotenzaCovid
In Basilicata sei comuni in zona rossa fino al 23 maggio

In Basilicata sei comuni in zona rossa fino al 23 maggio

 

i più letti

Viaggio goloso

Oggi è «A cena con la duchessa»

La fiaba incontra i «Nobili Pasticci»: Galatone rispolvera i fasti rinascimentali

SAPERI - La culinaria antica  questa sera  in Salento

SAPERI - La culinaria antica questa sera in Salento

E’ un’emozione, ancora fortissima, quella del ricordo della precedente edizione della cena rinascimentale alla quale ho partecipato: mi accarezza l’anima e il palato. Sì, perché questa sera a Galatone, nel Palazzo Marchesale, “A Cena con la Duchessa” sarà un viaggio goloso indietro nel tempo, come in una favola. Giunta alla quarta edizione, continua ad arricchirsi e a modulare il piacere di stare insieme a tavola unitamente alla sete di conoscenza. Questa cena evento spettacolare condurrà gli ospiti in un banchetto storico di epoca Rinascimentale.

I protagonisti saranno la cucina pensata, colta, che cerca, apprende e condivide, insieme ai partecipanti, non semplici spettatori e degustatori. Fiaccole e candelieri illumineranno le possenti mura, giullari e artisti di corte accoglieranno all’ingresso: ciascun commensale – per una serata indimenticabile – sarà duca, marchese, barone e conte con tanto di pergamena e indosserà un dettaglio della moda del tempo: il mantello per gli uomini e la gorgiera per le donne. La spettacolare rievocazione storica e ricostruzione gastronomica, ideata da Sara Latagliata, chef manager di Nobili Pasticci. 

Annunciati dal giullare di corte, in abiti rinascimentali fanno il loro ingresso nel Palazzo Livia Squarciafico e Galeazzo Pinelli, impersonati dagli attori della compagnia Improvvisart, che durante la cena raccontano le vicende del feudo nell’anno 1567. Il banchetto di quattro portate è accompagnato dalle incursioni del giullare, che spiega i piatti e il loro significato storico-culturale! Per il menu Sara si è ispirata al manuale di cucina rinascimentale di Bartolomeo Scappi, cuoco segreto di Papa Pio V e autore del primo trattato gastronomico del Rinascimento, tenendo conto della sensibilità dei moderni palati, utilizzando le eccellenze enogastronomiche pugliesi e presidi Slow Food.

Tutto il resto sarà all’insegna di una ambientazione da fiaba, fra saperi e sapori con gli studenti dell’IPSEO di Otranto e Santa Cesarea Terme come piccoli cuochi e i servitori in costume che, guidati dai Professionisti della Sala del Chiostro dei Domenicani, daranno vita al grande teatro della tavola.

Info tel. 3207619280, www.nobilipasticci.it

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie