Lunedì 30 Marzo 2020 | 13:07

NEWS DALLA SEZIONE

emergenza coronavirus
Brindisi, sirene e applausi dei vigili del fuoco ai sanitari del «Perrino»

Brindisi, sirene e applausi dei vigili del fuoco ai sanitari del «Perrino»

 
emergenza coronavirus
Ceglie Messapica, 4 fisioterapisti positivi al «San Raffaele»

Ceglie Messapica, 4 fisioterapisti positivi al «San Raffaele»

 
a cerano
Sbarco di migranti nel Brindisino in piena emergenza sanitaria: circa 30 egiziani, tutti con le mascherine

Sbarco di migranti nel Brindisino in piena emergenza sanitaria: 44 egiziani e iracheni, minorenni, tutti con le mascherine

 
nel brindisino
Oria, ordinano 12mila mascherine a esercente cinese ma lo rapinano: arrestati 2 fratelli

Oria, ordinano 12mila mascherine a esercente cinese ma lo rapinano: arrestati 2 fratelli

 
intervengono i vigili del fuoco
Brindisi, incendio in ex ospedale Di Summa: ospiterà il laboratorio per analizzare tamponi Covid-19

Brindisi, incendio in ex ospedale Di Summa: ospiterà il laboratorio per analizzare tamponi Covid-19

 
la protesta
Coronavirus, fino a 5 giorni per risultati tampone: medici Brindisi scrivono a Emiliano

Coronavirus, fino a 5 giorni per risultati tampone: medici Brindisi scrivono a Emiliano Lui chiede al governo mascherine e reagenti

 
l'azione
Brindisi, in tanti nel circolo privato a bere, tra loro anche una persona ai domiciliari: intervengono i cc

Brindisi, in tanti nel circolo privato a bere, tra loro anche una persona ai domiciliari: intervengono i cc

 
L'appello
Coronavirus a Brindisi, medici denunciano carenze in ospedali

Coronavirus a Brindisi, medici denunciano carenze in ospedali

 

Il Biancorosso

le dichiarazioni
Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barila denuncia
Adelfia, Comune devastato dopo raid notturno di ladri-piromani

Adelfia, Comune devastato dopo raid notturno di ladri-piromani

 
Foggiala decisione
Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

Sequestro conti Tirrenia, stop collegamenti con le Tremiti

 
PotenzaLa decisione
Truffa parchi fotovoltaici in Basilicata, confermati sequestri

Truffa parchi fotovoltaici in Basilicata, confermati sequestri

 
Materacontrolli
Matera, a spasso con l'eroina: arrestato pusher

Matera, a spasso con l'eroina: arrestato pusher

 
Batemergenza coronavirus
Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

Trani, Ordine avvocati: «Pieno sostegno al mondo della Sanità»

 
Hometragedia sfiorata
Galatina, fiamme al materasso, divampa incendio in stanza ospedale

Galatina, paura in ospedale: a fuoco materasso, fiamme in una stanza

 
TarantoIl personaggio
Camillo Pace esorcizza il Covid 19:  con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

Camillo Pace esorcizza il Covid 19: con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

 

i più letti

Il caso

«Rifiuti pericolosi sul traghetto partito da Brindisi», la denuncia di un giornalista

La scoperta è stata effettuata a Valona: 6 le persone arrestate dalla polizia albanese

«Rifiuti pericolosi sul traghetto partito da Brindisi», la denuncia di un giornalista

BRINDISI - Carico di rifiuti pericolosi scoperto all’interno di un traghetto (il “Darmian”) partito dal porto di Brindisi e giunto a Valona: sei le persone arrestate (tutte del posto) da parte della Polizia albanese.
È accaduto ieri mattina. I rifiuti (tra cui l’amianto e altre sostanze nocive) erano contenuti in alcuni sacchi neri e in bidoni (alcuni riportanti il marchio Eni), rinvenuti nella stiva della nave, e viaggiavano (si pensa non per la prima volta) come se fossero prodotti chimici per la pulizia.

Sull’episodio, si sono registrate reazioni immediate, tra cui quella del giornalista pugliese Carlo Bollino (da tempo residente nel Paese delle Aquile) che, testimone del presunto scempio (ci sono indagini in corso e, al riguardo, il presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Meridionale Ugo Patroni Griffi, chiamato in causa proprio da Bollino, ha replicato asserendo che potrebbe trattarsi di normali rifiuti di bordo), ha affidato al suo profilo Facebook il suo durissimo atto d’accusa.
«Uno scandalo nel porto di Brindisi - ha scritto il giornalista sul social -. Uno scandalo che mi indigna come cittadino italiano e che mi offende come cittadino albanese. Il traghetto di linea S.T Damian, diretto a Valona, ha potuto lasciare il porto di Brindisi senza alcun intralcio, con la stiva trasformata in discarica di rifiuti tossici!! In barba alla sicurezza dei passeggeri e di tutti i cittadini del paese di destinazione, dove quei rifiuti sarebbero stati interrati clandestinamente. Lo scandalo è stato scoperto all’arrivo a Valona dalla polizia albanese. Ma i controlli in Italia esistono ancora? Le autorità di sicurezza del porto di Brindisi sono forse indifferenti? Oppure tutte licenziate per carenza di fondi? Queste immagini - ha aggiunto Bollino nel suo atto di denuncia - sono una vergogna nazionale, perchè dimostrano come i rifiuti tossici (inclusi misteriosi bidoni etichettati Eni e sacchi di amianto) possano varcare le nostre frontiere alla luce del sole e senza alcun controllo e che la sola attenzione sia ormai concentrata sui cittadini stranieri, come se fossero loro il veleno e non l’amianto».

«Poichè questi traffici di solito sono in mano alla camorra - ha concluso il giornalista pugliese su Facebook - aspettiamo di sapere se le mafie abbiano esteso i loro tentacoli... fin dentro il porto di Brindisi».
Saranno ora le indagini a chiarire la vicenda e ad appurare se episodi simili siano avvenuti anche in precedenza.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie