Domenica 29 Marzo 2020 | 23:52

NEWS DALLA SEZIONE

emergenza coronavirus
Brindisi, sirene e applausi dei vigili del fuoco ai sanitari del «Perrino»

Brindisi, sirene e applausi dei vigili del fuoco ai sanitari del «Perrino»

 
emergenza coronavirus
Ceglie Messapica, 4 fisioterapisti positivi al «San Raffaele»

Ceglie Messapica, 4 fisioterapisti positivi al «San Raffaele»

 
a cerano
Sbarco di migranti nel Brindisino in piena emergenza sanitaria: circa 30 egiziani, tutti con le mascherine

Sbarco di migranti nel Brindisino in piena emergenza sanitaria: 44 egiziani e iracheni, minorenni, tutti con le mascherine

 
nel brindisino
Oria, ordinano 12mila mascherine a esercente cinese ma lo rapinano: arrestati 2 fratelli

Oria, ordinano 12mila mascherine a esercente cinese ma lo rapinano: arrestati 2 fratelli

 
intervengono i vigili del fuoco
Brindisi, incendio in ex ospedale Di Summa: ospiterà il laboratorio per analizzare tamponi Covid-19

Brindisi, incendio in ex ospedale Di Summa: ospiterà il laboratorio per analizzare tamponi Covid-19

 
la protesta
Coronavirus, fino a 5 giorni per risultati tampone: medici Brindisi scrivono a Emiliano

Coronavirus, fino a 5 giorni per risultati tampone: medici Brindisi scrivono a Emiliano Lui chiede al governo mascherine e reagenti

 
l'azione
Brindisi, in tanti nel circolo privato a bere, tra loro anche una persona ai domiciliari: intervengono i cc

Brindisi, in tanti nel circolo privato a bere, tra loro anche una persona ai domiciliari: intervengono i cc

 
L'appello
Coronavirus a Brindisi, medici denunciano carenze in ospedali

Coronavirus a Brindisi, medici denunciano carenze in ospedali

 
Il caso
Xylella, Coldiretti Puglia: «A Brindisi pronte 605 ordinanze per abbattere ulivi»

Xylella, Coldiretti Puglia: «A Brindisi pronte 605 ordinanze per abbattere ulivi»

 

Il Biancorosso

le dichiarazioni
Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

Angelozzi e la grande paura: «Senza calcio manca l'aria»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Lecceal vito fazzi
Lecce, inno d'Italia e sirene spiegate: le forze dell'ordine davanti all'ospedale ringraziano i medici

Lecce, inno d'Italia e sirene spiegate: le forze dell'ordine davanti all'ospedale ringraziano i medici

 
BariIl virus
Covid 19, altri 4 casi in una Rsa di Noicattaro: circa 30 persone a rischio. Casi positivi anche a Rutigliano

Covid 19, altri 4 casi in una Rssa di Noicattaro: circa 30 persone a rischio. Casi positivi anche a Rutigliano

 
TarantoIl personaggio
Camillo Pace esorcizza il Covid 19:  con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

Camillo Pace esorcizza il Covid 19: con contrabbasso e jazz nell’anima di cantautore

 
PotenzaIl virus
Tolve, paese blindato per Coronavirus: la spesa si fa in ordine alfabetico

Tolve, paese blindato per Coronavirus: la spesa si fa in ordine alfabetico

 
Foggiapene inasprite
Rivolta in carcere Foggia: nuove misure per 4 detenuti

Rivolta in carcere Foggia: nuove misure per 4 detenuti

 
Batnuoto
«Stop Olimpiadi, ma penso positivo», parla la biscegliese Elena Di Liddo

«Stop Olimpiadi, ma penso positivo», parla la biscegliese Elena Di Liddo

 
Brindisiemergenza coronavirus
Brindisi, sirene e applausi dei vigili del fuoco ai sanitari del «Perrino»

Brindisi, sirene e applausi dei vigili del fuoco ai sanitari del «Perrino»

 
Potenzaregione basilicata
Coronavirus, ordinanza di Bardi chiude i comuni di Tricarico, Irsina e Grassano

Coronavirus, ordinanza di Bardi chiude i comuni di Tricarico, Irsina e Grassano

 

i più letti

Attimi di terrore

Oria, fucilate nella notte contro una casa: ma è la famiglia sbagliata

Nel mirino era un pregiudicato che abita però in un’altra palazzina

Oria, fucilate nella notte contro una casa: ma è la famiglia sbagliata

ORIA - Fucilate contro la porta di accesso ad un appartamento: i pallini hanno sforacchiato l’infisso e, alcuni, sono andati a finire nel soffitto del vano di ingresso dell’abitazione.
E’ davvero inquietante quello che, l’altra sera, attorno alle 23, è successo a Oria, in via Marco Pacuvio, zona di edilizia economica e popolare. Un ignoto fuciliere, dopo aver salito quattro rampe di scale, ha esploso, con ogni probabilità con un fucile a canne mozze, sei colpi contro la porta di accesso di una delle abitazioni ubicate al quarto piano della palazzina. Messo a segno l’attentato – nessun dubbio che di questo si è trattato –, il fuciliere misterioso ha risceso in tutta fretta le scale e si è allontanato dal civico 36 di via Pacuvio a bordo di una Fiat Panda.

Nella casa c’erano la proprietaria e i suoi due figli. La donna li aveva messo a letto da poco e anche lei era andata a dormire. E’ stata una fortuna: nessuno dei tre componenti del nucleo familiare si è trovato sul tragitto dei pallini che hanno oltrepassato la porta della loro abitazione. E’ vero, in ogni caso, che chi ha sparato ha puntato il fucile dal basso verso l’alto e, di conseguenza, i pallini si sono andati a conficcare nel soffitto dell’appartamento. Ma è altrettanti vero che uno o più pallini avrebbero, comunque, potuto attingere la padrona di casa o i suoi figli.

E’ un autentico mistero. La proprietaria dell’appartamento preso di mira dall’ignoto fuciliere della notte è una persona che non ha mai avuto problemi con la legge e con la giustizia, non ha legami di parentela con persone pericolose e non ha frequentazioni con ambienti della malavita. E allora? I carabinieri, che indagano su quello che è successo, al momento si muovono a 360 gradi. Una delle ipotesi al vaglio dei militari dell’Arma è che chi ha sparato abbia sbagliato bersaglio. C’è un pregiudicato che vive in una palazzina “gemella” di quella in cui è stato compiuto l’attentato: che fosse lui il bersaglio dell’azione intimidatoria? Gli investigatori stanno approfondendo anche questa ipotesi.
Due attentati un’unica regia? A Manduria, attorno alle 21 e 30 della stessa sera, sono state esplose ben 25 fucilate contro un’abitazione ubicata in via Madonna della Pietà. In quella casa vive un oritano, peraltro già noto alle forze dell’ordine, che da tempo si è trasferito nel centro della provincia jonica. Tra i due fatti esiste un collegamento? Allo stato delle indagini gli investigatori non se la sentono di escludere a priori questa ipotesi, ma non hanno ancora trovato un solo elemento di collegamento tra i proprietari delle due abitazioni fatte bersaglio delle scariche di fucilate. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie