Giovedì 17 Gennaio 2019 | 08:14

NEWS DALLA SEZIONE

Hanno agito in quattro
Brindisi: sparano e svaligiano gioielleria di centro commerciale, nessun ferito

Brindisi, sparano e svaligiano gioielleria, poi fanno incidente: fermati in 3

 
Da Maria De Filippi
Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

Carovigno, una 23enne invitata a C'è Posta per Te

 
Nel pieno della movida
Brindisi, spari dopo una lite in un locale: ferito un 27enne

Brindisi, sparò a 27enne dopo lite in un locale, 20enne si costituisce

 
Ss 172 dir.
Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

Via ai lavori sulla statale dei trulli: fine entro il 2020

 
Lotta con il sindaco
Scuola, corsi serali al freddo, diffidata la Provincia

Scuola, corsi serali al freddo, diffidata la Provincia

 
L'iniziativa
Canale reale a Latiano diventerà parco fluviale: accordo Regione-Politecnico

Canale reale a Latiano diventerà parco fluviale: accordo Regione-Politecnico

 
Cucina
La Prova del Cuoco: uno chef brindisino per la sfida sulle seppie ripiene

La Prova del Cuoco: uno chef brindisino per la sfida sulle seppie ripiene

 
Istruzione
Brindisi, «Diritto allo studio» arrivano i fondi dalla Regione

Brindisi, «Diritto allo studio» arrivano i fondi dalla Regione

 
Nel Brindisino
Bagno a torso nudo nella fontana di Francavilla: segnalato 16enne

Bagno a torso nudo nella fontana di Francavilla: segnalato 16enne

 
Indagine di Brindisi
Ostuni, traffico finti Rolex: arrestato noto orefice per autoriciclaggio

Ostuni, traffico finti Rolex: arrestato l'orefice dei vip per autoriciclaggio
La replica del legale

 
Dopo 22 anni fermi i risarcimenti
Brindisi, naufragio «Kater»: agli eredi nessun risarcimento dei danni

Brindisi, naufragio «Kater»: agli eredi nessun risarcimento

 

A fasano

Xylella, nuovo monitoraggio in zona ulivi monumentali

Si cerca di verificare se esistano altri casi di contagio

ulivi colpiti da xylella

Da alcuni giorni nelle campagne fasanesi è ripreso il monitoraggio degli agenti fitosanitari della Regione Puglia per verificare la eventuale presenza di ulivi infetti da Xylella fastidiosa, il batterio che ha distrutto interi uliveti nel Salento, ma anche nel Brindisino e nel Tarantino.
Dopo alcuni mesi di sospensione della attività, l’Arif (l’Agenzia Regionale per le attività irrigue e forestali) ha dato avvio, a seguito della firma di una apposita convenzione con l’Assessorato regionale alle Risorse Agroalimentari, al terzo monitoraggio per l’identificazione della Xylella fastidiosa nelle zone indenne, cuscinetto e contenimento, con particolare attenzione alla Piana degli Ulivi monumentali, che comprende anche il territorio di Fasano.
Da qualche giorno nelle campagne fasanesi non è difficile incontrare agenti fitosanitari dell’Arif dotati della apposita pettorina verde e della attrezzatura necessaria, che stanno battendo palmo a palmo le campagne per monitorare il territorio con procedure di ispezione visiva e di campionamento delle piante suscettibili di attacco e di quelle che presentano sintomi della malattia. 


Si tratta di operazioni che non comportano alcuna azione invasiva o distruttiva se non l’ingresso nei fondi da parte degli agenti e l’eventuale prelievo di piccolissime parti della pianta, ove necessario.  
Il monitoraggio è iniziato lunedì scorso intorno nella Piana degli Ulivi Monumentali e si svilupperà lungo la linea compresa fra zona contenimento e quella cuscinetto, e quindi anche nel Fasanese.
“Diamo atto alla Regione Puglia di avere accolto le richieste di Cia  Agricoltori Italiani Puglia in materia di contrasto alla Xylella fastidiosa tramite i provvedimenti approvati nei giorni scorsi  - dichiara il vicepresidente regionale della Cia, Giannicola D’Amico -. Si tratta di misure che avrebbe potuto adottare prima. Siamo stati facili profeti quando affermammo che il batterio non avrebbe atteso i tempi della giustizia, della politica e della burocrazia. Ma è meglio tardi che mai. Nella fattispecie, si è stabilito di accelerare le procedure di estirpazione e le operazioni di trattamento fitosanitario delle piante risultate infette tramite l’Arif; saranno tutelati gli ulivi monumentali siti nella Piana degli Ulivi Secolari; nella ex zona di contenimento continueranno i monitoraggi. Da sempre chiediamo il rispetto delle prescrizioni fitosanitarie e la salvaguardia delle piante millenarie nell’area delimitata dai comuni di Ostuni, Monopoli, Fasano e Carovigno, così come abbiamo sollecitato, a più riprese, il riavvio del monitoraggio che è partito lunedì scorso e abbiamo chiesto che venisse potenziato il personale dell’Osservatorio fitosanitario, come sancito nei giorni scorsi. Ma soprattutto abbiamo invocato fondi aggiuntivi: trattandosi di un’emergenza servono poteri sostitutivi straordinari e risorse straordinarie per affrontarla”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400