Domenica 18 Novembre 2018 | 00:26

NEWS DALLA SEZIONE

Controllo automatico
Mai passare col rosso: controllo attivo a Ceglie Messapica

Mai passare col rosso: controllo attivo a Ceglie Messapica

 
Operazione dei cc
Dall'Albania con 250kg di marijuana nel gommone, 6 arresti a Brindisi

Nei tubolari del gommone 250kg di droga dall'Albania, 6 arresti a Brindisi VD

 
A Carovigno
Brindisi, distributore ambulante di carburante illegale: scatta sequestro e denuncia

Brindisi, distributore ambulante di carburante: sequestro e denuncia

 
Il folle gesto
Brindisi, il rush finaledei 5 candidati sindaco

Brindisi, disoccupato minaccia di darsi fuoco davanti al Comune

 
A Cisternino
Brindisi, spacciava a 15 anni: preso vicino alla scuola

Brindisi, spacciava a 15 anni: preso vicino alla scuola

 
Premiato a Vienna
Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

Il miglior apprendista in Europa è un brindisino: lavora nell'Enel di Cerano

 
Abusi e violenze
Francavilla, nigeriano tormenta per anni una connazionale: arrestato

Francavilla Fontana, nigeriano tormenta per anni la sua ex: arrestato

 
Si chiamava Jaco
S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

S.Pietro Vernotico, morto il cane bruciato vivo perché abbaiava troppo

 
a Tuturano
Lite tra ex amiche: auto sfasciata a calci e minacce di morte

Lite tra ex amiche: auto sfasciata a calci e minacce di morte

 
San Pancrazio Salentino
Esplode bombola di gas, crollo nel Brindisino: tre feriti, gravi due anziani

Esplode bombola di gas, crollo nel Brindisino: morta 82enne

 
Vicino il campetto di rugby
Brindisi, tentato omicidio nella notte al rione S.Elia: un ferito

Brindisi, agguato nella notte al Rione Sant'Elia: ferito un 28enne

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

L'iniziativa spontanea

Torre Guaceto, cittadini si organizzano e vanno a pulire la spiaggia

Raccolti quindici sacchi di rifiuti. L'idea nata da Alessandro Barba

Torre Guaceto, cittadini si organizzano e vanno a pulire la spiaggia

Un bel gesto di civiltà. Torre Guaceto ha ospitato la prima giornata di pulizia ad iniziativa comunitaria.
Non associazioni o rappresentanti di enti, ma privati cittadini che hanno voluto dimostrare il proprio attaccamento all’area protetta andando oltre la mera fruizione, ma rimboccandosi le maniche in prima persona per dare il proprio contributo alla tutela della Riserva Naturale dello Stato e Area Marina Protetta.
La bella iniziativa è nata da un’idea di un brindisino, Alessandro Barba che da sempre frequenta Torre Guaceto sia in estate, sia in tutte le altre stagioni. Un utente modello che si muove all’interno della Riserva sempre e solo in bici o a piedi e che ha più volte coadiuvato il Consorzio nell’attività di monitoraggio dell’area protetta con le proprie segnalazioni.
Contattato, il Consorzio ha accolto con grande piacere la richiesta di offrire il proprio supporto all’iniziativa ed Alessandro ha fatto il resto.
«Se mi si chiede da dove è partita la mia idea – ha raccontato l’organizzatore della giornata - io posso solo rispondere che per me tutto questo è normale. Mia madre è la classica donna “fissata” per l’ordine e la pulizia. Non so, forse avrò preso da lei, quel che è certo è che io applico ciò che mi ha insegnato anche negli spazi naturali, all’aperto. Mi arrabbio quando vedo gente buttare cicche a terra, cartacce dai finestrini, rifiuti in pseudo-discariche create da ignoranti, insomma, mi piace poter fare del mio per ciò che ci è stato regalato dalla natura. Poi, Torre Guaceto ce l’ho nel cuore, ci vado sempre, in bici, da solo e raccolgo tutto ciò che è rifiuto. La Riserva a me da tanto, e questo è il mio modo di dimostrale il mio amore».
Alessandro ha raccolto l’adesione di altre 9 persone e, muovendo da Brindisi, il gruppo degli amici di Torre Guaceto è stato condotto nella laguna della torre aragonese, zona A, area a protezione integrale a mare con divieto di balneazione, e soggetta a particolare tutela a terra, come da decreto interministeriale del 1991. Zona particolarmente tutelata, ma che, nonostante gli sforzi giornalieri profusi per la sua pulizia dal personale del Consorzio, risente del fenomeno del marine litter, così come tutte le aree costiere.
I volontari Alessandro, Antonio, Claudio, Monica, Luigi, Helena, Laura, Daniele, Mirko e Cesare hanno lavorato per alcune ore e sono riusciti ad asportare 15 sacchi di rifiuti provenienti dal mare.
«Ringrazio i ragazzi e quanti hanno partecipato – ha commentato il presidente del Consorzio di Gestione di Torre Guaceto Mario Tafaro -, modello di senso civico e rispetto per l’ambiente. Invito i fruitori della Riserva ad amarsi, perché chi ama la natura e gli habitat, ama se stesso».
Un’iniziativa speciale, che si spera sia da stimolo per gli altri utenti della Riserva.
«Se ognuno di noi riuscisse a capire che su questa terra siamo solo di passaggio – ha chiuso Alessandro – e che siamo fortunati a poter godere di così tanta bellezza, sicuramente, la natura sarebbe più tutelata».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400