Domenica 26 Gennaio 2020 | 13:32

NEWS DALLA SEZIONE

In piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
Una 50enne romena
Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

Ostuni, botte e parolacce alla nonnina 90enne sul girello: in cella badante

 
Le dichiarazioni
Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

Brindisi, Al Bano con Boccia a convegno su futuro centrale Enel: «Rispettiamo questa terra»

 
L'annuncio
Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

Emiliano a Brindisi: «Enel dismette un gruppo a carbone nella centrale di Cerano»

 
Nel Brindisino
Ceglie Messapica, due cadaveri trovati in una casa: indagano i carabinieri

Ceglie Messapica, trovati morti in casa: si sono uccisi a coltellate dopo una lite

 
Nel Brindisino
Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

Mesagne, manomette contatore e ruba elettricità per 8mila euro: arrestato

 
L'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
nel brindisino
Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

 
Il caso
Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

 
Operazione della Polizia
Carovigno, pistola e passamontagna in camera da letto: arrestato 30enne

Carovigno, pistola e passamontagna in camera da letto: arrestato 30enne

 
Nel Brindisino
Fasano, ha il divieto di avvicinamento e incendia auto degli amici dell'ex compagna: arrestato

Fasano, incendiava auto degli amici dell'ex compagna: arrestato stalker

 

Il Biancorosso

23ma Giornata serie C
Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato

Bari in casa Reggina per riaprire la corsa al primato. Alle 15 la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoL'inchiesta
Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

Taranto, falsi steward allo stadio: chiesto giudizio per 68

 
BatLa storia
Barletta, Antonella e il suo giro per il mondo a piedi e in bici: il viaggio nel sangue

Barletta, Antonella e il suo giro per il mondo a piedi e in bici: il viaggio nel sangue

 
BrindisiIn piazza
Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

Mesagne, picchia il figlio minore e aggredisce i Cc: in manette 50enne

 
GdM.TVAttentato
San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 23 mezzi azienda raccolta.

San Severo, il racket dei rifiuti: incendio distrugge 23 mezzi azienda raccolta.

 
PotenzaCittà europea dello sport 2021
Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

Potenza, quando Donato Sabia ci portò alle Olimpiadi: il video saluto

 
LecceIl video
San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

San Cataldo, sulla spiaggia di Frigole ecco che spunta una foca monaca

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 

i più letti

torre canne

Movida molesta, i residenti
denunciano nota discoteca

Stanchi delle notti passate in bianco si preparano ad una class action

Movida molesta, i residenti denunciano nota discoteca

TORRE CANNE - Cittadini stanchi di passare le notti in bianco e di denunciare musiche e schiamazzi notturni provenienti da un noto locale di Torre Canne, si sono costituiti in comitato ed hanno avviato una azione legale.

«Dopo le denunce per disturbo del riposo notturno delle persone ed i procedimenti penali che ne sono derivati - si legge in una nota -, un altro gruppo di cittadini, sia residenti che villeggianti, della frazione balneare di Torre Canne, cita in giudizio una nota discoteca e beach club, conferendo incarico professionale all’avv. Giovanni Cofano, del foro di Brindisi, di promuovere azione legale risarcitoria a carico del suddetto esercizio commerciale il quale, seppure, sulla base di datati regolamenti comunali sia “idealmente” ubicato fuori dal centro abitato, di fatto è posto in una zona ad alta densità residenziale».

I cittadini che si sono costituiti in comitato lamentano, peraltro, «la mancanza, a tutt’oggi, di un moderno piano di zonizzazione acustica, sistematicamente richiamato dal sindaco, ma mai attuato. Atteso che i regolamenti vigenti, molto risalenti indietro nel tempo, pongono, come detto, il suddetto locale fuori dal centro abitato, è accaduto spesso che nel weekend, oltre 200 cittadini della zona siano stati svegli fino all’alba a causa delle immissioni sonore ad alto volume e, quindi, intollerabili, provenienti dalla vicina discoteca, con grave compromissione del proprio sacrosanto diritto al riposo notturno».

La situazione rispetto allo scorso anno non sembra essere cambiata.

«Tra l’altro - continua la nota -, nonostante nella passata stagione estiva, i locali in parola potessero contare sulle “maglie larghe” di un’ordinanza sindacale di netto favore, in plateale deroga rispetto agli orari delle emissioni sonore dettati dalla normativa nazionale e regionale, numerose sono state le segnalazioni di cittadini che lamentavano lo sforamento dei suddetti limiti temporali che hanno trovato ampio riscontro negli accertamenti condotti da Carabinieri e Polizia Locale. La vicenda nasce sempre dall’azione promossa da un gruppo di cittadini che già nel 2016, dopo aver invano chiesto agli interessati il rispetto delle stringenti disposizioni normative in materia, aveva sollecitato il sindaco ad affrontare la problematica e consentire il diritto, costituzionalmente sancito, al riposo e, quindi, alla salute; sollecito che, tuttavia, sembra - scrivono sempre i residenti della zona - essere state totalmente disatteso».

A quanto pare ora sarà un giudice a decidere responsabilità ed entità del danno subìto dai cittadini di Torre Canne.

Tra l’altro l’iniziativa sta trovando vasto consenso, se è vero, come si legge nella nota «che altri abitanti del luogo si stanno aggiungendo ai primi ricorrenti e non si esclude il ricorso ad una class action e ad ulteriori azioni ancora più incisive e drastiche allo scopo di mettere fine a ciò che viene considerato malcostume ed illegalità!».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie