Sabato 25 Gennaio 2020 | 08:46

NEWS DALLA SEZIONE

L'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
nel brindisino
Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

Ceglie Messapica, in casa pistole, gioielli, quadri e 5mila euro: arrestato

 
Il caso
Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

Brindisi, Pd moroso: udienza di sfratto per sede del Pd

 
Operazione della Polizia
Carovigno, pistola e passamontagna in camera da letto: arrestato 30enne

Carovigno, pistola e passamontagna in camera da letto: arrestato 30enne

 
Nel Brindisino
Fasano, ha il divieto di avvicinamento e incendia auto degli amici dell'ex compagna: arrestato

Fasano, incendiava auto degli amici dell'ex compagna: arrestato stalker

 
sulla ss 379
Auto esce fuori strada e finisce contro alberi nel Brindisino: grave 18enne di Ostuni

Ostuni, auto finisce fuori strada e si schianta contro alberi: grave 18enne

 
Intimidazione
Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

Brindisi, bomba esplode nella notte: danneggiato un bar

 
Nel Brindisino
Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

Ostuni, donna uccisa da colpo di pistola accidentale: 3 denunce per aggressione a giornalista

 
Nel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
La tragedia
Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

Ostuni, si ribalta il trattore in un canale di scolo: muore 56enne

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

Bari, metamorfosi Simeri: ora segna e fa segnare

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa Terra vista dal Carnevale
Putignano, il Carnevale diventa green: il tema scelto per i carri è l'ambiente

Putignano, il Carnevale diventa green: il tema scelto per i carri è l'ambiente VD

 
LecceLa decisione
La senatrice Liliana Segre sarà cittadina onoraria di Lecce

La senatrice Liliana Segre sarà cittadina onoraria di Lecce

 
FoggiaL'incidente
Orta Nova, auto tampona mezzo pesante: un morto e un ferito

Orta Nova, auto tampona mezzo pesante: un morto e un ferito

 
TarantoIl siderurgico
Arcelor Mittal, ancora 7 giorni per il pre-accordo, ma resta il nodo esuberi

Arcelor Mittal, ancora 7 giorni per il pre-accordo, ma resta il nodo esuberi

 
PotenzaProduzione
Fca Melfi, da febbraio stop per 20 turni: ma si riprende con Jeep Compass

Fca Melfi, da febbraio stop per 20 turni: ma si riprende con Jeep Compass

 
MateraSolidarietà
«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

«Matera cibus», raccolti 350 quintali di eccedenze alimentari

 
BrindisiL'iniziativa
Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

Sos influenza, parte domani da Brindisi il «Vitamina Day»

 
Batnel nordbarese
Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

Andria, sorpresi mentre cannibalizzano un Suv rubato poco prima: arrestati in 2

 

i più letti

A Brindisi

Assalto al bancomat, i risultati dell'autopsia: «fatale il colpo alla schiena»

Il sostituto procuratore Montinaro ha secretato gli atti di causa: concluso durante la notte l'esame autoptico, gli esiti degli esami tra novanta giorni

Assalto al bancomat, i risultati dell'autopsia: «fatale il colpo alla schiena»

Il corpo di Giovanni Ciccarone

BRINDISI - Fascicolo segretato dal pubblico ministero Pierpaolo Montinaro, che ha voluto, in questo modo, mettere un argine all’intrecciarsi di notizie più o meno riservate, come in genere accade nel corso delle indagini giornalistiche, sulla morte di Giovanni Ciccarone, il 50enne ostunese, rimasto fulminato da un colpo d’arma da fuoco, l’altra notte, mentre, con altri complici tentava, di scardinare il bancomat di via Orazio Flacco, a Brindisi della Banca popolare di Bari. Quindi divieto a tutte le parti in causa – difensori, parti offese, periti di ufficio e di parte – di diffondere notizie di alcun genere in merito all’indagine che al momento vede indagati per omicidio colposo, come atto dovuto, i due poliziotti della Volante che l’altra notte sono intervenuti a seguito della segnalazione di quanto stava avvenendo in via Flacco. Proprio perché ci troviamo di fronte ad un atto dovuto ed ancora non è certo che il colpo mortale sia partito dalle pistole di ordinanza dei poliziotti, al momento evitiamo di pubblicare i loro nomi. Peraltro, si era diffusa la notizia della sospensione dal servizio, ma è del tutto infondata perché i due agenti sono in servizio, come è giusto che sia.

Ovviamente totale riserbo anche per quanto riguarda l’autopsia, affidata dal magistrato inquirente al medico legale Antonio Carusi, e conclusa nella tarda serata di ieri. Il medico legale entro novanta giorni dovrà riferire al magistrato inquirente. E così anche il perito balistico, Alessandro Biagini, che dovrà riferire sulla natura del proiettile che ha ucciso Ciccarone. I due poliziotti sono difesi dall’avvocato Giampiero Iaia, i familiari di Ciccarone dall’avvocato Mario Guagliani.
Il colpo mortale per Ciccarone, stando alle indiscrezioni trapelate nelle ore successive al conflitto a fuoco, sarebbe entrato dalla schiena e sembra che abbia coinvolto anche la testa. In pratica sarebbe accaduto che, subito dopo l’arrivo della pattuglia della Sezione volanti, Ciccarone, che imbracciava un fucile, si sarebbe riparato dietro una vettura. Probabilmente aveva esploso un primo colpo, al quale i poliziotti hanno risposto. Fatto sta che tra il gruppo di malviventi (quelli in fuga dovrebbero essere in cinque) e i poliziotti si è scatenato l’inferno. Sulla vettura della Volante sono rimasti i numerosi buchi lasciati dai colpi esplosi dai malviventi in fuga e sui quali, al momento, stando alle scarne indiscrezioni trapelate, non vi è ancora nessuna certezza.

Nella loro folle corsa i malviventi, per liberarsi dei poliziotti che li inseguivano, hanno gettato sull’asfalto dei chiodi a tre punte per far afflosciare le gomme dell’auto della Polizia e svincolarsi dalla loro presa. In effetti così è stato. L’auto della Polizia si è dovuta fermare e i malviventi, a bordo di una Audi A6, hanno fatto perdere le tracce. Unico elemento dal quale muovere le indagini era il cadavere rimasto sul marciapiede di via Flacco. Identificato, le indagini della Squadra mobile si sono indirizzate negli ambienti che Ciccarone frequentava. Un nome di peso nella malavita. I suoi difensori da sempre (prima Aldo e poi Mario Guagliani) erano riusciti a farlo uscire indenne dalle grosse inchieste in cui era finito. Ma Ciccarone era un nome di peso, soprattutto negli anni del contrabbando di sigarette. Era il 2002. Persone che non sono mai state identificate, gli sequestrarono il figlio di pochi anni, che fu rilasciato dopo diverse ore. Allora si parlò di un avvertimento mafioso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie