Sabato 20 Aprile 2019 | 05:03

NEWS DALLA SEZIONE

È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

FoggiaIl caso
Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

Cerignola, beccato mentre smontava delle auto: arrestato 41enne

 
LecceLa decisione
Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

Lecce, accusati di aver causato morte 87enne: assolti 4 medici

 
BrindisiIl batterio killer
Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

Xylella, Cia annuncia: «in corso eradicazioni di 12 alberi nel Brindisino»

 
TarantoA grottaglie (Ta)
Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

Cinzella Festival: nella line-up anche gli Afterhours, oltre a Franz Ferdinand, Marlene Kuntz, White Lies

 
Materavittima un materano
Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

Compra iPhone 7 sul web a 200€, ma è una truffa: una denuncia

 
PotenzaL'annuncio
Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

Fca, Melfi: sindacati, a maggio alcuni stop a produzione

 
BatÈ incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 

Vicino a una scuola

Bisceglie, catturati dai Cc
due baby incendiari

I due minorenne avrebbero fatto esplodere un grosso petardo: le fiamme hanno distrutto il quadro dell'impianto del gas

Bisceglie, catturati dai Ccdue baby incendiari

BISCEGLIE - Una forte esplosione, poi le fiamme ed ovunque una insopportabile puzza di gas. All’imbrunire di ieri, nel borgo antico di Bisceglie, si sono vissuti momenti di panico e disagi tra i residenti. Poco dopo si sono susseguiti i suoni delle sirene dei vigili del fuoco, dei carabinieri e della polizia municipale.

Si è verificato, infatti, un incendio doloso che ha completamente distrutto il «quadro» dell’impianto di gas metano, la nicchia di pietra ed annerito parzialmente la facciata dell’immobile comunale adibito a scuola dell’infanzia e primaria «Dino Abbascià», restaurato un paio di anni fa. All’origine dell’incendio, che per fortuna è stato domato prima che le fiamme si propagassero alle nuove suppellettili, è stata l’accensione di un petardo di notevole potenza esplosiva.

Una bravata che avrebbe potuto generare danni più gravi e che, dopo indagini lampo, ha visto il fermo di due ragazzi minorenni operato dai carabinieri e condotti presso la Tenenza per essere interrogati. Sul posto è giunto anche il sindaco Fata con l’assessore alle manutenzioni Ruggieri per verificare quali lavori di ripristino degli impianti occorrono per consentire la normale ripresa delle lezioni, come previsto da lunedì 8 gennaio. «Agli autori di questa azione illegale gli è andata bene, potevano rimetterci la pelle – commenta il sindaco Fata – l’amministrazione comunale ha diffuso appelli a non sparare i “botti” ed è stata emessa un’ordinanza apposita di divieti, mentre le forze dell’ordine, che ringrazio, hanno sequestrato in questi giorni circa 50 chili di “bombe” pericolose».

Invece ci sono volute parecchie ore di lavoro per i tecnici dell’Italgas per sigillare le falle nelle tubazioni di gas metano e per i tecnici dell’Enel per sostituire i cavi elettrici liquefatti dalle fiamme. [Luca De Ceglia]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400