Giovedì 11 Agosto 2022 | 04:58

In Puglia e Basilicata

La tragedia

Manca la postazione del 118: turista 65enne muore a Castel del Monte
La Asl: «Il servizio di emergenza ha funzionato nei tempi e modi previsti»

Manca la postazione del 118: turista 65enne si sente male e muore a Castel del Monte

I soccorsi sono stati tempestivi ma inutili. E l'ambulanza fissa sarà attivata solo da giugno a settembre

14 Maggio 2022

Davide Suriano

ANDRIA - Erano circa le 13 di ieri quando un uomo di 65 anni ha perso la vita dopo aver accusato un malore, mentre si trovava in visita a Castel del Monte. Una tragedia che ha lasciato i presenti col fiato sospeso mentre si consumava inesorabilmente. L’uomo, un turista proveniente dalla provincia di Lecce, ha avvertito qualcosa che non andava mentre sostava in un bar della zona del maniero federiciano. Poi il malore, la chiamata dei soccorsi, e i minuti di attesa estenuanti. L’equipe sanitaria del 118 è arrivata sul luogo in circa 15 minuti dopo essere partita da Andria, dopo la segnalazione alla centrale operativa di Bari. Una corsa che purtroppo non è stata sufficiente. All’arrivo dei sanitari l’uomo era ormai deceduto, a nulla sono serviti i diversi tentativi per rianimarlo. Sul luogo della tragedia sono giunti anche i carabinieri.

L’ambulanza è stata rapidissima nel suo intervento, raggiungendo Castel del Monte in soli 15 minuti partendo da Andria, ma avrebbe impiegato decisamente meno tempo se si fosse trovata già nei pressi del maniero federiciano. Sì, perché come segnalato a più riprese in passato, il maniero di Federico II di Svevia, patrimonio dell’Unesco, ancora oggi non ha una postazione fissa per il 118. Una vicenda tornata alla cronaca qualche settimana fa, quando un minore si è ferito cadendo da un muretto di circa tre metri nel tentativo di allontanarsi da un cane randagio. Quella circostanza, fortunatamente, è terminata con un lieto fine ma l’equipe sanitaria ha impiegato diversi minuti per raggiungere Castel del Monte dopo essere partita da Barletta (la prima disponibile in zona). La questione resta piuttosto spinosa. Difficile sapere se il 65enne leccese si sarebbe salvato con la presenza di un’ambulanza nei pressi del maniero, ma è lecito chiedersi se non sia il caso di attivarsi al più presto affinché la salute di cittadini e turisti possa essere salvaguardata in ogni momento.

La Asl Bat ha fatto sapere che è stato già avviato tutto il percorso che porterà alla postazione mobile del 118 ai piedi di Castel del Monte da giugno a settembre 2022, procedura che si ripete da alcuni anni (eccetto quelli segnati dall’emergenza pandemica). Ma anche qui il discorso si ripete: perché l’ambulanza viene posizionata solo in un periodo dell’anno e non sempre? E’ vero che i turisti si concentrano durante il periodo estivo, ma è anche vero che visitatori e cittadini animano il maniero durante l’intero anno. Basta pensare al boom di presenze che Castel del Monte ha fatto registrare a Pasquetta ed il 25 aprile. Giorni che rientrano nel periodo primaverile e dunque senza postazione del 118. Perché?

LA REPLICA DELLA ASL -  Replicando alle ricostruzioni giornalistiche di alcuni quotidiani locali che associavano il decesso all’assenza di una postazione del 118 e quindi a un possibile ritardo nei soccorsi, la Asl spiega che «in 13 minuti l’ambulanza del 118 ha raggiunto Castel del Monte e ha provato a rianimare il 65enne autista di pullman colpito da infarto, purtroppo senza successo».

«Con molta fatica - dice Tiziana Dimatteo, dg Asl Bt - parliamo di un caso di cronaca che porta con sé dolore e sgomento, ma non possiamo permettere che venga strumentalizzato. E questo innanzitutto per estremo rispetto nei confronti della vittima e della sua famiglia. E’ doveroso però da parte nostra chiarire che il servizio di emergenza ha funzionato e i soccorsi sono arrivati anche prima di quanto prevede la norma. Hanno rianimato a lungo ma non c'è mai stata ripresa. Siamo addolorati per quanto accaduto ma non possiamo pensare di tenere una postazione 118 in tutti i luoghi di interesse della provincia che pure sono tantissimi». «Considerando l’afflusso di gente che visita Castel del Monte e che ripopola d’estate l’area circostante - continua la dg - questa direzione ha già predisposto il presidio aggiuntivo da giugno a settembre. E non solo, abbiamo anche garantito un presidio per i prossimi due fine settimana, considerando anche che le temperature si sono improvvisamente alzate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725