Venerdì 14 Agosto 2020 | 02:28

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

 
i fatti nel 2018
Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

Trani, rapinarono e sequestrarono un autotrasportatore: arrestati padre e figlio

 
il provvedimento
Bisceglie: rissa e colpi di pistola in aria, chiuso locale per 15 giorni

Bisceglie: rissa e colpi di pistola in aria, chiuso locale per 15 giorni

 
NORDBARESE
Andria, Marmo: da rifare la gara ponte sulla raccolta dei rifiuti

Andria, gara ponte sui rifiuti: tutti i dubbi di Marmo

 
nella Bat
Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

Spinazzola, braccianti sfruttati a 3,80 euro all'ora: 3 arresti in un'azienda

 
IL RACCONTO
Nella Murgia di notte fino all'alba con Federico

Nella Murgia di notte fino all'alba con Federico

 
INQUINAMENTO
Legambiente: canale H a Barletta inquinamento da bollino rosso

Legambiente: mare da bollino rosso a Barletta nei pressi del canale H

 
MALASANITÀ
Barletta, «Il ricovero-odissea di mia sorella tra attese e mancanza di acqua e cibo»

Barletta, «Il ricovero-odissea di mia sorella tra attese e mancanza di acqua e cibo»

 
IL CASO
Barletta, concorso vigili, solo 8 «superstiti»

Barletta concorso vigili, solo 8 «superstiti»

 
verso il voto
Barletta, manifesti abusivi. È già polemica

Barletta, manifesti abusivi in spazi non ancora assegnati: è già polemica

 
IL PROGETTO
Trani, nuovi uffici giudiziari con vista sulla storia

Trani, nuovi uffici giudiziari con vista sulla storia

 

Il Biancorosso

serie c
Bari, un altro giorno di rinvii

Bari, un altro giorno di rinvii: torna in quota solo il ds Scala

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariViolenza domestica
Bari, botte e offese alla moglie: allontanato e denunciato

Bari, botte e offese alla moglie: allontanato e denunciato

 
TarantoIl caso
Acqua a Taranto, Autorità bacino: ok a più metri cubi per irrigare

Acqua a Taranto, Autorità bacino: ok a più metri cubi per irrigare

 
BatIl caso
Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

Obbligo di soggiorno a Canosa, ma è a Lavello in Basilicata: arrestato

 
BrindisiIl ritrovamento
Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

Brindisi, immersione fatale: sub muore a Punta della Contessa

 
PotenzaIl virus
Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

Coronavirus, positivi 4 giovani lucani: sono appena tornati da Malta

 
LecceLa curiosità
Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

Lecce, strombazzano il clacson in piazza Sant'Oronzo: multata coppia di neosposi

 

i più letti

LA STORA

Barletta, ecco Pinuccio, il pizzaiolo doc che adora tutti i disabili

Napoletano, 42enne, racconta il suo speciale rapporto con un piatto unico come la pizza

Barletta, Pinuccio il pizzaiolo doc che adora tutti i disabili

BARLETTA - L’ingrediente che non manca mai è la solidarietà e la cortesia.

È necessario partire da questo valore aggiunto per conoscere Pinuccio Errico di professione «pizzaiolo napoletano».

Napoletano doc ma pugliese di adozione trasmette simpatia ma sopratutto un grande esempio di attenzione nei confronti dei diversamente abili.

Questo 42enne, figlio d’arte, impasta la pizza sin dall’età di 13 anni instradato sapientemente dalla guida di papà Nicola. «La mia ombra è mia figlia Eliana, affetta da una malattia rara», fa sapere mentre è intento ad impastare una pizza nel suo locale di via Municipio con uno sguardo alla sua principessa e uno al forno a legna. «Mi riempie di gioia vedere famiglie con i loro figli speciali - ha proseguito -. Quando sono da me sono sempre contento di far gustare una pizza speciale come loro. Con la mia compagna Lucia, ci dedichiamo con grande attenzione a questo mondo molto particolare come quello della disabilità».

Pinuccio, forte della spontaneità tipicamente napoletana, quando parla dell’arte di «fare la pizza» gli brillano gli occhi. «Noi napoletani abbiamo un rapporto molto forte con la pizza». Una forma d’arte raffinata che dimostra quanto e come attraverso l’utilizzo di ingredienti semplici si possa gustare un piatto meraviglioso catalogato «patrimonio dell’umanità» dall’Unesco.
Poi, roteando il caleidoscopio dei ricordi, afferma: «Realizzare una pizza è un impegno che onoro sempre perchè chi la mangia deve gustare questo alimento. Adoro le pizze classiche ma non disdegno anche quelle più elaborate. È chiaro che il forno a legna è un punto di forza che conferisce alla pizza un gusto unico. La Puglia mi ha adottato avendo lavorato prima a Bisceglie e ora a Barletta. Sono grato a voi pugliesi. È speciale il connubio tra gusto pugliese e campano».

Prima di concludere, però, aggiunge: «Mi piace ricordare un momento molto particolare della mia vita di pizzaiolo allorquando ho potuto stringere la mano al Presidente della Repubblica Oscar Luigi Scalfaro. Un gran signore».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie