Sabato 16 Gennaio 2021 | 12:39

NEWS DALLA SEZIONE

emergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 
nel Barese
Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

Bisceglie, mamma positiva al Covid dà alla luce neonato

 
Nella Bat
Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

Canosa, focolaio in rsa Oasi Minerva: 10 ospiti positivi

 
La novità
Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

Andria, Castel del Monte diventa un «HoloMuseum» visitabile in 3D

 
la tragedia
Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

Canosa, travolto in bici da un furgone sulla SS 93: muore medico 52enne

 
Paura in città
Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

Canosa, boato nella notte: bomba carta esplode davanti portone in zona centrale

 
Storie
Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

Covid: Carlo, l'imprenditore dal cuore d'oro, primo guarito della Bat tra aiuti e beneficenza

 
Teatro
Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

Barletta: «Io cronista nel Curci senza pubblico»

 
Agroalimentare
Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

Olio di qualità ma produzione dimezzata nella BAT

 
L'inchiesta
Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

Ufo, gli avvistamenti nel Nord Barese tra tanta incredulità ma anche curiosità

 
lavori urgenti
Trani, pericolo di crollo per il muraglione sul mare

Trani, pericolo di crollo per il muraglione sul mare

 

Il Biancorosso

l'evento
Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno a tutti i nostri tifosi

Bari calcio, 113 anni del club. Il presidente: «Dedico il compleanno ai nostri tifosi»

 

NEWS DALLE PROVINCE

Newsweekla speranza
Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

Xylella e tecnologia: il batterio sfidato dalle nanocapsule hi-tech

 
Baristalking
Santeramo, perseguita la ex e le incendia auto: arrestato 40enne

Santeramo, perseguita la ex e le incendia auto: arrestato 40enne

 
Brindisiindagini dei CC
Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

Oria, vendono assicurazione online ma è una truffa: denunciati tre campani

 
PotenzaL'emergenza
Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

Basilicata, abbattimento cinghiali: sì al piano regionale. Si potranno eliminare 5.600 esemplari

 
Materal'annuncio
Pisticci, analisi tossicologiche saranno possibili nell'ospedale di Tinchi

Pisticci, analisi tossicologiche saranno possibili nell'ospedale di Tinchi

 
Foggiaemergenza coronavirus
San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

San Nicandro Garganico, muore sindaco medico per Covid: virus contratto forse da un paziente

 
TarantoIl processo
Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

Taranto, bimbo morto di tumore: indagati 9 dirigenti ex Ilva

 
Batemergenza Covid
Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

Barletta, attivati 23 posti di terapia intensiva. Lopalco: «Pronti a possibile terza ondata»

 

i più letti

AMBIENTE

Barletta, incendio alla Dalena non si svilupparono diossine

Lo spaventoso incendio nell’azienda che si occupa di lavorazione di rifiuti si sviluppò il 29 dicembre dello scorso anno. «Riscontrato un lieve superamento dei limiti di legge per benzopirene, berilio e altri idrocarburi policiclici aromatici (IPA) circa dello 0,1%»

Barletta, incendio alla Dalena non si svilupparono diossine

L'incendio del 29 dicembre 2019 presso la Dalena Ecologia, nella zona Callano

BARLETTA - Incendio del 29 dicembre scorso alla Dalena Ecologia: sei mesi dopo, sono stati resi noti ieri mattina, in una conferenza di servizi i nuovi dati relativi ai campionamenti compiuti sia nell’area di ricaduta degli inquinanti sia all’esterno della stessa. L’azienda che andò in fiamme (per quali cause ancora non si sa), si occupa della lavorazione dei rifiuti. I campionamenti effettuati da Arpa Puglia furono resi noti il 9 gennaio scorso, ieri sono stati presentati quelli emersi dai campionamenti affidati dal comune di Barletta alla ditta Ambiente Spa, i risultati dei campionamenti affidati dal Comitato Aria Pulita ed eseguiti da Agrolab e gli esiti conclusivi di Arpa Puglia. Il responsabile di Ambiente Spa, geologo Davide Bonora, ha illustrato i campionamenti effettuati, il 9 aprile scorso, su 9 punti (strada provinciale 168; via dell’Euro; complanare Ovest; via Trani; via Vittorio Veneto; via Andria su più punti; via Dante Alighieri; via Giacomo Frank; via Barberini) e andando ben oltre l’area di ricaduta degli inquinanti individuata e delimitata all’indomani dell’incendio.

«Fra i parametri principali presi in considerazione - sottolinea una nota del Comune - la presenza di metalli, benzeni e diossine. È stato riscontrato un lieve superamento dei limiti di legge per benzopirene, berilio e altri idrocarburi policiclici aromatici (IPA) circa dello 0,1%». «Si tratta - hanno detto Bonora e i responsabili di Arpa Puglia presenti, il direttore scientifico Vincenzo Campanaro e il direttore del dipartimento Arpa della Bat Giuseppe Gravina - di lievi superamenti che rientrano nel range di incertezza della misura, che deve essere presa in considerazione per ogni dato».

Di nuovo il Comune: «Per quanto riguarda le diossine non sono stati rilevati superamenti dei valori limite di riferimento. Di contro, sono stati riscontrati superamenti per il parametro “Berillio”che, per quanto risultante da altre attività di caratterizzazione dei terreni anche al di fuori del territorio di Barletta, si ritiene non siano attribuibili all’incendio bensì dovuti a valori di fondo naturali». «È invece preoccupante - prosegue la valutazione di Palazzo di Città - la presenza di PCB, Policlorobifenili, e diossine emersa però dai rilievi compiuti da Arpa Puglia in un’area sopravento rispetto all’incendio, a ridosso della ex Cartiera, per la quale la Provincia, hanno riferito da Arpa, intende acquisire maggiori elementi, a cominciare dalla proprietà dei terreni, per compiere approfondimenti e indagini. Riscontro positivo hanno avuto anche i prelievi e gli esami compiuti per conto del Comitato Operazione Aria Pulita da Agrolab, su due terreni fra Andria e Barletta, dai quali non sono emersi superamenti dei limiti di legge. «Siamo molto rincuorati per gli esiti di questi ultimi campionamenti – hanno detto il sindaco Cosimo Cannito e l’assessore all’Ambiente Ruggiero Passero – mentre ci mette in apprensione quanto emerso nella zona dell’ex cartiera e per questo, ancora una volta, vogliamo ringraziare Arpa per l’importanza del lavoro che svolge e ribadire che per noi e per l’Amministrazione rappresenta un riferimento scientifico e istituzionale fondamentale».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie