Venerdì 05 Giugno 2020 | 09:36

NEWS DALLA SEZIONE

Solidarietà
Barletta, l'imprenditore Crescente dona 21mila euro alla Asl Bt con l'iniziativa «uscirne si può»

Barletta, imprenditore batte il Covid 19 e dona all'Asl Bat 21mila euro

 
l'agguato
Trinitapoli, omicidio in via dei Mulini: 43enne freddato da colpi di pistola

Trinitapoli, ucciso con 3 colpi di pistola in pieno volto: forse guerra tra clan

 
dopo il lockdown
Bisceglie, appello ai turisti: «venite qui in vacanza»

Bisceglie, l'appello ai turisti: «Venite qui in vacanza»

 
nella bat
Bisceglie, 16enne picchiato in piazza durante una rissa: naso rotto, indagano i cc

Bisceglie, 16enne picchiato in piazza durante una rissa: naso rotto, indagano i cc

 
Nel Nord Barese
Trani porto

Trani, stop alla movida irresponsabile

 
Il caso
Rssa «Bilanzuoli» di Minervino

Minervino, anziani abbandonati: chiusa pure la Rsa «Bilanzuoli»

 
la scoperta della GdF
Gel «non igienizzante» venduto in tutta Italia: sequestri e denunce a Trani

Gel «non igienizzante» venduto in tutta Italia: sequestri e denunce a Trani

 
Cultura
Trani, ecco le idee per far rivivere il vecchio Conservatorio

Trani,ex Conservatorio: ecco le idee per farlo rivivere

 
LA PROTESTA
Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

Barletta Borgovilla, ancora chiuso il mercato settimanale

 

Il Biancorosso

serie C
C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

C’è aria di fronda tra i club: il Bari vuole palla al centro

 

NEWS DALLE PROVINCE

BatSolidarietà
Barletta, l'imprenditore Crescente dona 21mila euro alla Asl Bt con l'iniziativa «uscirne si può»

Barletta, imprenditore batte il Covid 19 e dona all'Asl Bat 21mila euro

 
LecceL'ironia
Salento, dopo Foggia spunta una nuova pantera nera in Puglia: ma è soltanto un peluche

Salento, dopo Foggia spunta una nuova pantera nera in Puglia: ma è soltanto un peluche

 
BariLa foto
Bari, mercantile portoghese bloccato in porto: «Questa nave non è sicura»

Bari, mercantile portoghese bloccato in porto: «Questa nave non è sicura»

 
FoggiaViale Candelaro
Foggia, auto travolge donna in bicicletta: nell'impatto sfondato il parabrezza

Foggia, auto travolge donna in bicicletta: nell'impatto sfondato il parabrezza

 
TarantoLa trovata
Ginosa, l'idea di un lido per il distanziamento: «Qui come su un'isola deserta»

Ginosa, l'idea di un lido per il distanziamento: «Qui come su un'isola deserta»

 
PotenzaAgricoltura
Basilicata, dalla Regione arrivano le norme per la gestione della brucellosi bovina

Basilicata, dalla Regione arrivano le norme per la gestione della brucellosi bovina

 
Materaripresa
Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

Sindaco De Ruggieri: «A Matera non ci sono più casi di Coronavirus»

 
BrindisiL'intimidazione
Ostuni, incendiata auto a ex sindaco

Ostuni, incendiata auto in pieno giorno: terzo attentato all' ex sindaco

 

i più letti

Il provvedimento

Trani, da domani in Tribunale si entra solo con «pass», mascherine e guanti

Contingentate anche le udienze dall’11 maggio al 31 luglio

Trani, contingentate anche le udienze  dall’11 maggio al 31 luglio.

Da domani negli uffici del tribunale di Trani si potrà accedere solo con pass. È quanto disposto dal presidente Antonio de Luce in virtù dell’accordo intervenuto col consiglio dell’ordine degli avvocati. Ovviamente non basterà il solo pass, perché ancor prima occorrerà, ovviamente, esser muniti di guanti e mascherine.
L’acceso a mezzo pass è un’ulteriore misura emergenziale anti Covid-19 adottata “per limitare le presenze all’interno dei locali del tribunale. I pass saranno contingentati ed il rilascio sarà subordinato alla dichiarazione in ordine al motivo che necessita l’accesso” – si legge nel decreto n.48 a firma di de Luce.

Contingentate anche le udienze che erano state calendarizzate dall’11 maggio, data di cessazione del lockdown della Giustizia, al 31 luglio. In molti casi saranno rinviate, in altri casi (per il civile) verranno sopperite dal deposito di note; altre ancora si celebreranno da “remoto”. Con la classe forense che si auspica che il “remoto” non diventi il “futuro” quando sarà superata l’emergenza sanitaria, perché così si svilirebbe la natura di qualsiasi tipo di processo. La ripresa è dunque lenta e diversa. La “Fase 2” è scadenzata al 31 luglio, ovvero al 31 agosto, considerando che dal primo agosto, come ogni anno, scatta, dunque senza soluzione di continuità, la ordinaria sospensione di gran parte dei termini processuali e delle udienze.

E, perlomeno fino a settembre, quelle che si celebreranno con la presenza fisica saranno tutte a porte chiuse e con misure di distanziamento sociale.

Per il settore penale il decreto n.46 di de Luce, adottato dopo il confronto con Procura della Repubblica ed ordine forense, prevede che saranno celebrati: i processi per direttissima; i processi con imputati sottoposti a qualsiasi tipo di misura cautelare o a misure di sicurezza; i riesami delle misure reali (ad esempio sequestri) e misure di prevenzione, i procedimenti con imputati anche liberi la cui trattazione non richieda lo svolgimento di istruttoria. <In ogni caso il numero massimo dei processi da celebrare è individuato in 10 per udienza>. Prevista, ma serve il consenso delle parti, la celebrazione di udienze da remoto per le udienze di discussione finale, in pubblica udienza o in camera di consiglio, e per quelle nelle quali devono essere esaminati testimoni, parti, consulenti o periti: in pratica cosa difficile che avvenga perché il processo, qualunque esso sia ,vive della presenza fisica delle parti e del giudice.

Ripresa ancor più diversa e lenta per i procedimenti civili e penali del Giudice di Pace, visto che il processo telematico non è esteso a questo Ufficio.

Si celebreranno, dunque, solo determinate udienze, dettagliatamente indicate nel decreto. Tra esse <le udienze che non richiedono la presenza di soggetti diversi dal pubblico ministero, dalla parti private e dai rispettivi difensori; le udienze fissate per l’ammissione dei mezzi istruttori; le udienze di precisazione delle conclusioni e di discussione orale; le udienze fissate per verificare l’esito della richiesta di bonario componimento della lite, ove non sia necessaria la presenza delle parti private a fini conciliativi>. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie