Lunedì 20 Gennaio 2020 | 22:09

NEWS DALLA SEZIONE

l'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 
Il caso
Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

Gli ingegneri-netturbini di Barletta si raccontano a France 2

 
La decisione
Trani, infiltrazioni mafiose in azienda: disposta ammnistrazione giudiziaria

Trani, infiltrazioni mafiose in azienda: disposta ammnistrazione giudiziaria

 
nel nordbarese
Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare Silvestris: si indaga

Bisceglie, petardo esplode davanti farmacia ex europarlamentare: si indaga

 
l'esplosione
Andria, bomba su auto tecnico Fidelis durante allenamento

Andria, bomba su auto dirigente Fidelis durante allenamento

 
il caso
InnovaPuglia, nessun abuso per Emiliano con la nomina del sindaco di Bisceglie

InnovaPuglia, nessun abuso per Emiliano con la nomina del sindaco di Bisceglie

 
Tragedia sfiorata
Andria, bambina investita da auto finisce in ospedale

Andria, bambina investita da auto finisce in ospedale

 
La testimonianza choc
Strage treni Andria-Corato, dipendente in udienza: «Già nel 2014 si sfiorò la tragedia»

Strage treni Andria-Corato, dipendente in udienza: «Già nel 2014 si sfiorò la tragedia»

 
L'iniziativa
Barletta dice no alla plastica: pronta la distribuzione di 9mila borracce in alluminio

Barletta dice no alla plastica: distribuite 9mila borracce in alluminio per gli studenti

 
La sentenza
Scontro treni ad Andria, assolta ex dirigente del Ministero

Scontro treni ad Andria, assolta ex dirigente del Ministero

 
Giustizia
Trani, stop corse da un'aula all'altra: la chiamata di udienza sul cellulare

Trani, stop corse da un'aula all'altra: la chiamata di udienza sul cellulare

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

Bari calcio, contro la Sicula Leonzio mancherà Di Cesare

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceGiustizia svenduta
Pm arrestati, per la Procura: «Imprenditore Introno è attendibile»

Pm arrestati, per la Procura: «Imprenditore Introno è attendibile»

 
BariIl concorso
Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate riciclate in un anno

Bari, la sfida dell'acciaio: obiettivo raggiungere 400 tonnellate da riciclare in un anno

 
FoggiaIl caso
Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

Foggia, danneggiata Camera del Lavoro Cgil: «Serve reazione»

 
TarantoIl processo
Ex Ilva, in serata il deposito delle repliche dei commissari ex Ilva

Mittal, Tar boccia ricorso in As su bonifica. Stop Acciaieria 1, Usb: 250 esuberi mascherati

 
MateraLa consegna
Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

Matera, l'altorilievo raffigurante l’Eterno Padre torna in cattedrale

 
BrindisiNel Brindisino
Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

Fasano, ubriaco alla guida di un camion a zig-zag sulla statale: denunciato

 
Batl'ultimo saluto
Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

Barletta saluta il dottor Dimiccoli: fu anche ex sindaco

 

i più letti

Il caso

Rifiuti a Trani, su operazione Amiu-Sia a rischio ricandidatura di Bottaro

In consiglio comunale il primo cittadini finisce nel mirino di fuoco amico

Rifiuti a Trani, su operazione Amiu-Sia a rischio ricandidatura di Bottaro

TRANI - «Questa operazione mina fortemente questa maggioranza ed il futuro centrosinistra, che dovrebbe fare una seria riflessione su chi dovrà rappresentarlo alle prossime elezioni». Così Francesca Zitoli, consigliere comunale di maggioranza, l’altra sera in consiglio comunale, sulla possibile operazione Sia-Amiu, per la raccolta e smaltimento di rifiuti, da parte della società di Trani al posto della fallita omologa di Cerignola, in alcuni comuni del foggiano.

E così la ricandidatura di Bottaro, che pareva più che blindata addirittura rinunciando alle primarie, ora appare in discussione poiché almeno una parte della maggioranza non ha gradito che la questione sia stata trattata nelle «segrete stanze», senza consultare la parte politica.

«Fra 2015 e 2016 - ricorda Zitoli - fu intrapresa la strada della ricapitalizzazione di Amiu, ed oggi mi sfugge come si concilino quegli obiettivi con la scelta, che mi sembra unicamente del sindaco, di inglobare l’azienda di Cerignola con ricadute quanto meno rischiose sul bilancio dell’azienda e del Comune».

Da lì un vero e proprio fuoco di fila. «Quello che sta accadendo è molto grave - giudica Raimondo Lima, di Fdi -: può Amiu espletare un servizio fuori Trani? Qual è il vero obiettivo di questa operazione? Per caso fa gola l’impiantistica di Cerignola?».
Vito Branà (M5s) non si spiega «come una società ancora in forte difficoltà come Amiu possa imbarcarsi in questa avventura. E fa specie che persino la maggioranza non ne sappia nulla, mentre però i tempi sono brevi e si dovrebbe partire già dal 1mo gennaio».

Per Maria Grazia Cinquepalmi (Trani a capo) «è una decisione presa dal sindaco e dall’Au di Amiu in barba allo statuto di Amiu, e senza confronto alcuno con le parti. Forse questa operazione può dare benifici nell’immediato, ma a lunga scadenza rischia di incidere pesantemente». Anna Barresi (Italia in comune) parla di «uomo solo al comando, artefice di un salto nel buio che peserà sul futuro della città e dei nostri figl», mentre l’indipendente Emanuele Tomasicchio tuona: «La maggioranza si è sempre fatta infinocchiare dal sindaco e oggi non può venire qui a stracciarsi le vesti».
Per Pasquale De Toma (Forza Italia), «Il solo fatto di essersi affacciati su Cerignola è molto grave, perché nel frattempo siamo il fanalino di coda della differenziata nella Bat. Facciamo un consiglio monotematico urgente sia su questa materia, sia sulle altre partecipate, chiamando i management di ciascuna azienda».

Per l’ex candidato sindaco, Antonio Florio, «Se la circostanza fosse vera, sarebbe un fatto grave perché il consiglio comunale non ne è stato informato. Se, invece, non fosse vera, sarebbe stato il caso di smentirla subito, ma non è stato fatto».
Sul fronte della maggioranza Carlo Laurora osserva che «l’articolo 1 dello statuto di Amiu dispone che la società può operare al di fuori dei confini cittadini, mentre l’articolo 19 prevede il diritto d’impugnazione da parte del consiglio comunale. Comprendo le preoccupazioni, ma dobbiamo evitare gli allarmismi: non mi risulta che la delibera si sia approvata e, qualora ciò fosse avvenuto, ci sono gli strumenti per intervenire».

E, per Beppe Corrado, «stiamo parlando di qualcosa che non esiste, perché non può bastare una comunicazione dell’Ager per attivare un servizio di raccolta e smaltimento rifiuti nel foggiano. I problemi di Cerignola rimangono problemi di Cerignola: fa piacere che Ager abbia chiamato Trani, ma finisce lì».

Francesco Laurora, dei Verdi, fa sapere che, fino a quando non avrò letto gli atti, non esprimerò alcuna valutazione sul punto», mentre Michele Lops (Più Trani) ironizza: «Oggi emerge l’interesse dell’opposizione su Amiu ma, se fosse stato per parte dell’opposizione, oggi Amiu sarebbe già fallita».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie