Venerdì 07 Maggio 2021 | 00:13

NEWS DALLA SEZIONE

La curiosità
Barletta, ecco “Adoc” il cane che si morde la coda

Barletta, ecco “Adoc” il cane che si morde la coda

 
La storia
Bisceglie, una protesi per la gioia di Domenico

Bisceglie, una protesi per la gioia di Domenico

 
Solidarietà
Andria, muore e dona le corneeil buon cuore di Vito

Andria, muore e dona le cornee
il buon cuore di Vito

 
Volontari all'opera
Barletta, anche i pesciolini rossi trovano casa in Piazza Plebiscito

Barletta, anche i pesciolini rossi trovano casa in Piazza Plebiscito

 
Parla il prof Vinci
Andria, «L’arsenale in masseria? Sì, è una collezione vera»

Andria, «L’arsenale in masseria? Sì, è una collezione vera»

 
Allarme in città
Spinazzola, criminalità scatenata assalto al Postamat

Spinazzola, criminalità scatenata assalto al Postamat

 
L'iniziativa
Covid Puglia, discoteca propone test rapidi all'ingresso per riaprire a giugno

Covid Puglia, discoteca propone test rapidi all'ingresso per riaprire a giugno

 
La vicenda
Market al castello Barletta, «Illegittimo il secondo condono»

Market al castello Barletta, «Illegittimo il secondo condono»

 
L'evento
Mezza maratona di Barletta, desiderio di correre e voglia di ripartire

Mezza maratona di Barletta, desiderio di correre e voglia di ripartire

 
Il caso
Arsenale scoperto ad Andria, il proprietario della masseria resta in carcere; l'ipotesi: «Le armi erano di De Benedictis»

Arsenale scoperto ad Andria, il proprietario della masseria resta in carcere; l'ipotesi: «Le armi erano di De Benedictis»

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Terrani spinge l Bari: «Coraggio, puoi farcela!»

Terrani spinge l Bari: «Coraggio, puoi farcela!»

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariCorruzione
«Scarcerate De Benedictis e Chiariello»

«Scarcerate De Benedictis e Chiariello»

 
NewsweekLa curiosità
Barletta, ecco “Adoc” il cane che si morde la coda

Barletta, ecco “Adoc” il cane che si morde la coda

 
FoggiaCovid
Vaccini: in Puglia l'84,3% delle dosi somministrate

Vaccini: in Puglia l'84,3% delle dosi somministrate

 
PotenzaCovid
Basilicata, ultimi giorni in arancione

Basilicata, ultimi giorni in arancione.
Ma otto comuni restano rossi

 
LecceL'iniziativa
Lequile, la festa della mamma con le piantine di “Genitori e Poi”

Lequile, la festa della mamma con le piantine di “Genitori e Poi”

 
PotenzaL'iniziativa
Satriano di Lucania, valorizzati a fini turistici i 140 murales

Satriano di Lucania, valorizzati a fini turistici i 140 murales

 
TarantoLa città invivibile
Taranto, gira tra auto con una sfera in metallo50enne denunciato dalla Polizia di Stato

Taranto, gira tra auto con una sfera in metallo
50enne denunciato dalla Polizia di Stato

 
BrindisiNel Brindisino
Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

Ostuni, 39enne marocchino ucciso in casa: killer preso a Bari, stava scappando

 

La storia

Barletta, a 2 anni rischia di soffocare: salvato dal vicino di casa

Il piccolo si è accasciato dopo che un boccone gli era andato di traverso

ospedale Dimiccoli

L'ospedale Dimiccoli

L’angelo custode della porta accanto. È la storia di un bambino di due anni salvato dal soffocamento grazie all’intervento del vicino di casa. Non un atto di eroismo, ma un gesto di vitale freddezza e tempismo che ha evitato spiacevoli conseguenze al piccolo e alla famiglia. E’ accaduto in una normale giornata: un bimbo stava mangiando, ad un certo punto un boccone si è messo di traverso, togliendogli la respirazione. La mamma si è accorta che il figlio si era accasciato, ha urlato, sola in casa, è corsa a chiedere aiuto bussando alla porta dei vicini di pianerottolo.

E proprio il marito della signora accanto, si è precipitato, soccorrendo il bimbo e riuscendo a fargli sputare il boccone, salvandolo dal soffocamento. L’episodio è accaduto circa un mese fa. E solo ora la mamma del bimbo, dopo tanto spavento, trova la forza di raccontare cosa avvenne quel giorno. «Era il 31 maggio scorso verso le 14,45 stavo dando da mangiare a mio figlio all'improvviso mi accorgo che il bambino non respira più, si accascia sul seggiolone e diventa scuro, capisco subito che la situazione è grave, presa dal panico cominciai ad urlare, ebbi solo la forza di suonare il campanello dei miei vicini di casa, fortuna vuole che mi apre la porta il signor Antonio il quale, mi fa delle domande sull’accaduto e vedendo le condizioni del bambino senza esitare, con molta freddezza si pone il bimbo sul braccio e si inginocchia, cominciando a dare dei colpetti dietro la schiena, nel frattempo urla sua moglie e ad altri vicini accorsi per le grida, di chiamare il 118».

«Non vi sono parole o modi per descrivere quei secondi interminabili – prosegue il racconto della giovane mamma - dove, ti guardi intorno e vedi volti disperati e in lacrime, non hai più la cognizione del tempo ti senti in un vortice che ti soffoca e ti isola dal mondo». E ancora: «Antonio non era solo intento a salvare il mio figlio ma si preoccupava anche di consolarmi, mi sussurrava, tranquilla ci riusciamo, tranquilla si salva, tranquilla, poi dalla bocca di mio figlio fuoriesce un boccone di cibo da quel momento incomincio a sentire qualche piccolo lamento, a quel punto quell'angelo si alza di scatto si stringe il bambino al petto con tanto amore e delicatezza come fosse suo figlio, comincia a correre come un matto giù per le scale per andare incontro all'ambulanza».

Scampato il pericolo la corsa all’ospedale: «Nel frattempo arriva mio marito con la macchina e con lui corrono subito in ospedale dove il bambino viene accolto per avere le giuste cure». La giovane signora, attraverso la Gazzetta ringrazia pubblicamente Antonio: «Ancora oggi non trovo le parole per ringraziare l'angelo custode della porta a fianco così nominato da altri condomini. Una persona che ormai farà parte della mia vita e che porterò nel mio cuore. Se non fosse per te Antonio, quel maledetto venerdì 31 maggio la mia vita, quella di mio marito del nostro piccolo, doveva essere insegnata da un destino che nessuna mamma accetta. Grazie!».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie