Venerdì 19 Aprile 2019 | 04:44

NEWS DALLA SEZIONE

Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 
Il caso
Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

Barletta: al cimitero niente scale, impossibile portare fiori

 
Nel nordbarese
Barletta: a fuoco capannone zona industriale, vv.ff. trovano cadavere

Barletta: evade dai domiciliari, vv.ff. lo trovano morto in azienda in fiamme

 
I controlli
Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

Barletta, sequestrati 140 kg di pesce e bianchetto: dati in beneficenza alla Caritas

 
La tragedia nel 2016
Scontro treni Ferrotramviaria, oggi via al processo a Trani: 18 imputati

Scontro treni Andria, via al processo a Trani: 19 imputati
«Regione sia responsabile civile»

 
Il punto
«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

«Ambiente, educare alla legalità»: la conferenza a Barletta

 

Il Biancorosso

LE ULTIME NOTIZIE
Il Bari giocherà col 4-4-2avanti Simeri e Iadaresta

Il Bari giocherà col 4-4-2
avanti Simeri e Iadaresta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVerso le europee
«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

Lollobrigida:«Tajani garante di questa Ue noi per l’interesse nazionale»

 
PotenzaLa curiosità
Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: squadra di un paese di 5mila anime

Calcio, anche il piccolo Picerno arriva in C: aggrediti 3 calciatori del Taranto

 
LecceNel Leccese
Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

Manifesto funebre e proiettili: minacce al candidato sindaco a Parabita

 
BrindisiOperazione dei cc
Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

Brindisi, 1kg di droga in casa e nel box auto, arrestato

 
FoggiaCriminalità
Tentata estorsione a imprenditori agricoli nel Foggiano: arrestati padre e figlio

Tentata estorsione a imprenditori agricoli: arrestati padre e figlio

 
BatAl secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
MateraLa statistica
Turismo in Basilicata, cresce solo nel Materano : al Potentino vanno le briciole

Turismo in Basilicata, cresce nel Materano: al Potentino le briciole

 

A cura di Fondazione Seca

Trani, a Palazzo Lodisposto la Bibliotheca Orientalis

Dodicimila volumi di architettura e urbanistica in Asia e Africa

Trani, a Palazzo Lodisposto la Bibliotheca Orientalis

Dalle oltre 500 macchine per scrivere ai 12.000 volumi della nuova biblioteca. Il filo conduttore sono la scrittura, il cartaceo e, soprattutto, il Polo museale.
Palazzo Lodispoto, in piazza Duomo, sede della Fondazione Seca e cuore del Polo museale, che comprende anche la sinagoga museo Sant’Anna, sabato prossimo si arricchirà ufficialmente di un altro, fondamentale tassello.
Si chiama “Bibliotheca Orientalis Attilio Petruccioli” ed è un pregevole scrigno di storia e cultura, frutto di una donazione il cui mecenate ha puntato dritto su Trani in quanto città più congeniale ad ospitare una struttura così importante, e sulla Fondazione Seca, perché perfettamente in grado di dare forma al progetto. L’inaugurazione, di quella che viene definita una biblioteca «unica in Europa per la sua portata ed importanza», avrà luogo sabato prossimo, 30 marzo, alle 11, introdotta da Domenico Cotugno, vice presidente della Fondazione Seca. Seguiranno gli interventi dell’arcivescovo, Monsignor Leonardo D’Ascenzo, e di Attilio Petruccioli, docente dell’Università La Sapienza, di Roma.


Porteranno i saluti istituzionali il presidente della giunta regionale, Michele Emiliano, il sindaco, Amedeo Bottaro, il rettore del Politecnico di Bari, Eugenio Di Sciascio, ed il presidente del Consiglio nazionale dell’Ordine degli architetti pianificatori, paesaggisti e conservatori, Giuseppe Cappochin.
Seguirà una lectio magistralis del professor Ludovico Micara, dell’Università di Chieti, sul tema «I libri e la città: il Mediterraneo islamico». A seguire, visita alla mostra dal titolo «Il Grand tour in Oriente. Appunti di architettura», che resterà fruibile fino al 4 aprile.
La Bibliotheca Orientalis consta di circa 12.000 volumi ed è specializzata in architettura e urbanistica in Asia e Africa. Contiene diversi pezzi rari, ma la sua eccezionalità consiste nella specializzazione e concentrazione di testi sull’architettura dei paesi islamici e orientali.


La Biblioteca, specializzata negli studi di architettura, città e paesaggio nei paesi islamici, promuove così un aperto e rispettoso scambio di conoscenze tra individui e gruppi appartenenti a culture e religioni differenti.
Così, da un lato la Bibliotheca Orientalis diventa un punto di riferimento per studiosi italiani e stranieri, dall’altro promuove, attraverso l’Islamic environmental design research centre e le numerose pubblicazioni, una ricerca scientifica di alto profilo. Quanto alla scelta di Trani, è la città che più di altre, nel corso della storia, ha rappresentato una cerniera fra Oriente ed Occidente, un approdo foriero di un intenso e proficuo intreccio tra culture e religioni diverse.
A tutto questo va aggiunto, e non da ultimo, il Museo diocesano di Trani, collocato al secondo livello dello stesso Palazzo Lidispoto, con il prezioso tesoro capitolare e i reperti lapidei come i frammenti provenienti dalla Basilica paleocristiana (VI sec. d.C.) e la ricca collezione archeologica Lillo-Rapisardi (VI sec a.C.- II sec. d.C.). Davvero la custodia storica di Trani, dalla sua fondazione ad oggi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400