Sabato 17 Agosto 2019 | 22:59

NEWS DALLA SEZIONE

I numeri
Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

 
L'aggressione
«Quel pitbull senza guinzaglio stava sbranando il mio cagnolino», tragedia sfiorata a Barletta

«Quel pitbull senza guinzaglio stava sbranando il mio cagnolino», tragedia sfiorata a Barletta

 
Nel nordbarese
Andria, in un casolare abbandonato trovato materiale esplosivo

Andria, in un casolare abbandonato trovato materiale esplosivo

 
Denunciata una terza persona
Barletta, finge di vendere bibite, in realtà spaccia cocaina: arrestato con la moglie

Barletta, finge di vendere bibite, in realtà spaccia cocaina: arrestato con la moglie

 
La tragedia
Trani, annega un 63enne: forse stroncato da un malore

Trani, annega un 63enne: forse stroncato da un malore

 
Criminalità
Trani, rapinatori aggrediscono in casa una anziana a Capirro

Trani, rapinatori aggrediscono in casa una anziana a Capirro

 
L'episodio il 2 agosto
Canosa, picchiano un disabile ad una festa: arrestato 19enne

Canosa, branco picchia un disabile ad una festa: arrestato 19enne

 
Il caso
Trani, è caos per il 118, la denuncia: «Accordi stravolti»

Trani, è caos per il 118, la denuncia: «Accordi stravolti»

 
Nel centro storico
Andria, scoperto "taxi della cocaina": arrestato pusher

Andria, scoperto "taxi della cocaina": arrestato pusher

 
Il lavoro oltreoceano
Fuga di cervelli, da Bisceglie negli Usa: le storie di un medico e un musicista

Fuga di cervelli, da Bisceglie negli Usa: le storie di un medico e un musicista

 
Paura nel nordbarese
Bisceglie, gambiano con sospetta tbc scappa dall'ospedale: rintracciato

Bisceglie, gambiano con sospetta tbc scappa dall'ospedale: rintracciato

 

Il Biancorosso

Sport
Bari calcio, boom per gli abbonamenti: superati i 5mila tesserati

Bari calcio, boom abbonamenti: superati i 5mila tesserati

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIl gesto per gelosia
Taranto, crede che lui abbia un'altra: 27enne gli danneggia l'auto e picchia i poliziotti intervenuti, denunciata

Taranto, crede che lui abbia un'altra: gli danneggia l'auto e picchia i poliziotti intervenuti, denunciata

 
LecceNel Leccese
Galatina, incendio in cementificio: si teme inquinamento ambientale

Galatina, incendio in cementificio: si teme inquinamento ambientale

 
BariLo spettacolo
«I Capuleti e i Montecchi»: l'amore tra Romeo e Giulietta torna a vivere ad Acquaviva

«I Capuleti e i Montecchi»: l'amore tra Romeo e Giulietta torna a vivere ad Acquaviva

 
MateraTragedia nel Materano
Metaponto, donna annega mentre fa il bagno: forse un malore

Metaponto, donna annega mentre fa il bagno: forse un malore

 
BatI numeri
Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

Burrata di Andria irresistibile: vendite cresciute del 17,5%

 
BrindisiNel Brindisino
Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

Mesagne, struttura ospitava anziani malati senza autorizzazioni: chiusa

 
FoggiaIl caso
Foggia, gemellini prematuri, uno «scambiato» per femmina: problemi all'anagrafe

Foggia, gemellini prematuri, uno «scambiato» per femmina: problemi all'anagrafe

 

i più letti

Inchiesta e rifiuti

Trani, questione Amiu: «L'indagine va proseguita su assunzioni e post gestione»

Le motivazioni esposte dal legale dei consiglieri comunali procacci e cinquepalmi di «Trani a capo»

Trani, questione Amiu: «L'indagine va proseguita su assunzioni e post gestione»

TRANI - "Le indagini sull’accordo sindacale che il 30 dicembre 2015 portò all’assunzione di 10 lavoratori Amiu e sul fondo post gestione della stessa municipalizzata devono proseguire”. A ribadire la richiesta al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Trani Raffaele Morelli è stato, ieri, l’avvocato Claudio Papagno, legale dei consiglieri comunali di “Trani a Capo” Aldo Procacci e Maria Grazia Cinquepalmi che si sono opposti alla richiesta d’archiviazione formulata dal pubblico ministero Valentina Botti. In oltre mezz’ora d’intervento, Papagno ha illustrato i motivi dell’opposizione e le presunte carenze investigative. Tra gli spunti offerti al gip sul versante fondo post gestione Amiu le condotte ed il ruolo che emergerebbero dalla relazione della Guardia di Finanza per le posizioni del sindaco di Trani Amedeo Bottaro e dell’assessore all’ambiente Michele Di Gregorio, che, è bene sottolineare, non sono indagati.

Al contrario furono iscritti nel registro della Procura tranese l’ormai ex amministratore unico Amiu Alessandro Guadagnuolo ed il suo predecessore Antonello Ruggiero con l’ipotesi di abuso d’ufficio. L’opposizione di Cinquepalmi e Procacci concerne sostanzialmente la posizione di Guadagnuolo: nella discussione di ieri, infatti, l’avv. Papagno non si è soffermato sulla posizione di Ruggiero. Nella richiesta d’archiviazione il pm contempla solo la vicenda delle 10 assunzioni, motivandola col “lieve sforamento delle percentuali d’assunzione” che però “non è sufficiente a provare l’intenzionalità del fine perseguito dagli indagati”. Il pm aggiunge che: ”la disciplina contrattualistica del rapporto di lavoro non si qualifica come norma di legge o di regolamento, la cui violazione costituisce il presupposto materiale per la configurabilità del delitto di abuso d’ufficio”.

Procacci e Cinquepalmi offrono elementi che giustificano una differente valutazione degli elementi investigativi acquisiti nonché spunti per ulteriori attività d’indagine. A cominciare dall’esame di “un estratto conto aggiornato al 31 dicembre 2017 relativo al fondo” da cui, a loro dire, emerge “l’ulteriore prelievo di somme per 750mila euro”, che aggiunti alla presunta, pregressa, movimentazione di oltre 519mila, totalizzano l’importo di 1 milione e 200mila euro. “Si suppone che il fondo post gestione si stia prosciugando con gravi conseguenze per tutti i cittadini essendo nota la destinazione di quel fondo a tutela degli interessi dei tranesi, della loro salute e dell’ambiente”. Quanto al capitolo delle 10 assunzioni, i consiglieri ritengono “che non sia stato valutato che uno dei dieci assunti è il cognato del sindaco Bottaro e che sussiste pertanto conflitto d’interessi”.
Ma le doglianze non si fermano qui, giacchè le conciliazioni sindacali, sottoscritte in Comune e non alla sede dell’Amiu alle 20,30 del 30 dicembre 2015, sarebbero avvenute “all’insaputa del dirigente dell’ufficio ragioneria, dell’assessore alle partecipate, dell’assessore al contenzioso, del presidente del collegio sindacale Amiu e non sappiamo – è scritto nell’atto di opposizione – se anche all’insaputa del sindaco”. Dal suo canto la difesa di Guadagnuolo (avvocato Giancarlo Chiariello) ha sostenuto la bontà della richiesta d’archiviazione evidenziando per il fondo post gestione come Guadagnuolo si sia attenuto all’ordinanza sindacale n.25/2016 e per le assunzioni l’aver agito sulla scorta di un parere legale a fronte, peraltro, dell’esigenza derivante da un servizio pubblico essenziale. Nei prossimi giorni la decisione del gip Morelli. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie