Lunedì 22 Aprile 2019 | 23:54

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa raccolta differenziata
Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

 
TarantoIl caso
Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

 
BrindisiMolestie in famiglia
Turturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

Tuturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

 
LecceA Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 

Sanità

Trani, vicenda ospedale, il consigliere Santorsola: «diffido» la Asl Bat

«Le promesse non sono state mantenute e la misura è colma»: sulla questione dell'ospedale di Trani il consigliere regionale scrive al presidente della Regione Puglia, al sindaco di Trani e al direttore generale Asl Bat e ai sindacati

Asl Bat

TRANI - Le promesse non sono state mantenute e la misura è colma»: sulla questione dell'ospedale di Trani il consigliere regionale Mimmo Santorsola scrive al presidente della Regione Puglia, al sindaco di Trani e al direttore generale Asl Bat, oltre alle organizzazioni sindacali Cgil, Cisl e Uil
«Il trasferimento della Unità operativa di Gastroenterologia - tuona Santorsola - sancisce la chiusura definitiva dell’ospedale di Trani e la sua trasformazione in Presidio territoriale di assistenza. In momenti come questo diventano inutili e sterili le recriminazioni politiche ed amministrative ed i tentativi di tornare indietro nel tempo sognando un ospedale che per molti anni è stato un punto di riferimento scientifico ed assistenziale per la comunità tranese e per le città vicine. I cittadini tranesi hanno dimostrato ancora una volta la loro maturità e la loro disponibilità a sopportare sacrifici, per quanto immeritati, ed a collaborare accettando la proposta di un Pta integrato».
Sottolinea Santorsola: «Non ci sono state barricate e non ci sono state contestazioni nei confronti degli amministratori, ma il ritardo nella attuazione del protocollo di intesa siglato dal Presidente Emiliano, dal sindaco Bottaro e dal direttore generale della Asl Bt disattende il progetto concordato di una riconversione del San Nicola che compensasse in tempo reale la chiusura delle Unità operative».

Insomma: «Le promesse non sono state mantenute: non solo non sono stati comunicati i tempi certi della realizzazione delle strutture previste nel protocollo di intesa e reiterate dagli stessi vertici nell’incontro pubblico dell’11 maggio 2018 ma i segnali che provengono dalla Asl fanno presagire ulteriori tagli alla capacità assistenziale sul territorio cittadino».
Dopo il trasferimento della Gastroenterologia, «infatti, si paventa la chiusura del Pronto Soccorso, degli ambulatori di Cardiologia e di Chirurgia e del Laboratorio analisi; questo potrebbe essere solo un passo preliminare alla cancellazione di altre Unità operative quali l’Oncoematologia e la Ginecologia. La motivazione reale - sottolinea Santorsola - è sempre la stessa: la spoliazione progressiva di apparecchiature e di personale della struttura di Trani a favore degli ospedali viciniori. Credo però che la misura sia colma e, pertanto, in attesa della audizione, già richiesta, del presidente della regione, del sindaco e del direttore generale presso la Commissione regionale permanente competente diffido - dice il consigliere regionale - la Direzione Generale Asl Bt ad operare qualsiasi riduzione in termini di orario e di personale delle Unità operative attualmente operanti presso il Pta di Trani ed invito le organizzazioni sindacali di categoria, i partiti politici, i movimenti civici ed i singoli cittadini ad una mobilitazione attiva che preveda momenti di incontro con i vertici Asl e la convocazione immediata della cabina di regia del protocollo di intesa al fine di conoscere la verità sulle strutture sanitarie in termini di progetti, di organizzazione, di tempi e di modi di attuazione».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400