Martedì 23 Aprile 2019 | 00:47

NEWS DALLA SEZIONE

La sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
Il messaggio
Lino Banfi a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

Lino Banfi torna a Canosa, gli auguri con la Gazzetta: «Buona Pesqua»

 
Lotta allo spaccio
Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

Barletta, sorpresi mentre confezionavano dosi di cocaina: 2 arresti

 
Crisi al comune
Andria attende il commissario: ed è subito polemica

Andria attende il commissario: ed è subito polemica

 
È incensurato
Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

Andria, in casa un market della droga: arrestato 25enne

 
Al secondo mandato
Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

Andria, il bilancio non passa: cade amministrazione Giorgino

 
La sentenza
Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

Uccise gioielliera a Canosa: condannato a 18 anni

 
Maltrattamenti
Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

Imponeva alla moglie codice di comportamento medievale: arrestato albanese a Barletta

 
Nel nordbarese
Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

Droga e armi da guerra in casa: arrestati padre e figlio a Trani

 
Tra Corato e Bisceglie
Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

Lama di Macina, straripa canale acque reflue del depuratore

 
Il punto
Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

Corato e Barletta: il decoro della bandiera è un optional

 

Il Biancorosso

IL COMMENTO
Il primo gradino di una scalache porta molto più in alto

Il primo gradino di una scala
che porta molto più in alto

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariLa raccolta differenziata
Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

Bari, arriva il porta a porta: da domani kit nei rioni San Paolo e Stanic

 
TarantoIl caso
Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

Taranto, ricoverato dopo incidente si getta dalla finestra dell'ospedale: morto 29enne

 
BrindisiMolestie in famiglia
Turturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

Tuturano, minaccia di morte l'ex moglie: arrestato 46enne

 
LecceA Ugento
Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

Lecce, picchia e spara ad un 28enne poi punta l'arma contro i cc: arrestato

 
BatLa sentenza
Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

Trani, barca affondata nella darsena: Comune pagherà i danni

 
FoggiaSpaccio
San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

San Severo, la droga tra i panini: arrestato un fornaio

 
PotenzaLa nuova giunta
Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

Regione Basilicata, Laguardia verso la vicepresidenza

 
MateraDai Carabinieri
Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

Ferrandina, spacciava in circolo ricreativo: arrestato 27enne

 

la refezione a scuola

Andria, proroga della mensa scolastica: l’Anac esprime parere favorevole

Concessa la possibilità di ripristinare il servizio in tempi brevi

mensa scolastica

ANDRIA - In concomitanza con la manifestazione di piazza di giovedì 25 ottobre, che ha visto centinaia di genitori, docenti precari, dipendenti di ditte legate al servizio di refezione, genitori di bambini diversamente abili proivati dell’assistenza specialistica scendere in piazza per protestare contro i “dis-servizi” scolastici, è giunto il parere dell’Autorità nazionale anticorruzione, interpellata dall’amministrazione comunale sulla possibilità di ottenere una proroga tecnica eccezionale per il servizio di refezione scolastica nelle scuole dell’infanzia e primaria della città, nelle more dell’espletamento della nuova gara.

Ebbene, l’Anac ha dato parere positivo all’avvio della procedura d’urgenza. In sostanza, è data la possibilità di una procedura negoziata sulla piattaforma Mepa, consentendo così in tempi brevi di poter ripristinare il servizio di mensa nelle scuole della città, la cui privazione tanto disagio sta creando alle famiglie.
«Gli uffici sono al lavoro – spiega il sindaco Nicola Giorgino – per mettere a punto un piano che permetterà ai primi di dicembre di far ripartire la mensa, tenendo conto delle nuove tariffe e sulla base delle domande che l’utenza presenterà. Intanto, la procedura per la gara vera e propria andrà avanti».

Una procedura quindi più veloce e più snella finalizzata all’ottenimento del servizio nell’immediato, considerato però che l’aumento delle rette e dei buoni pasto per l’asilo nido comunale “Gabelli” ha fatto sì che gran parte dell’utenza verso la rinuncia del servizio mensa, secondo quanto emerso dalla riunione di giovedì 25 ottobre tra i genitori dei bambini del nido, l’assessore alla pubblica istruzione Gianluca Grumo e la dirigente del settore Ottavia Matera.

«L’Anac ha dato alcuni chiari riferimenti rispetto a situazioni caratterizzate da estrema urgenza, come il caso di Andria – informa l’assessore Grumo – dove c’è una rilevanza dell’interesse pubblico per addivenire a procedure negoziate così come previste dalla normativa in vigore. A seguito, quindi, del parere inviato dall’Anac gli uffici del Settore Pubblica Istruzione sono stati subito interessati della vicenda affinché, espletati rapidamente tutti gli approfondimenti del caso, possa esserci una procedura negoziata ristretta volta a garantire nell’immediato il servizio di mensa scolastica, nelle more ovviamente dell’espletamento della gara così come già programmato. L’amministrazione – continua – fermo restando le procedure in capo al settore pubblica istruzione, farà il possibile affinché i tempi dell’avvio del servizio di refezione scolastica possano risultare brevissimi così da porre fine ai disagi arrecati alle famiglie con cui non è mai mancato il dialogo ed una azione chiarificatrice nell’interesse di tutti. I cittadini e le famiglie – conclude Grumo – meritano impegno e risposte celeri, chi invece ha solo soffiato sul fuoco di polemiche strumentali non merita risposte né attenzioni». 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400