Martedì 22 Gennaio 2019 | 17:18

NEWS DALLA SEZIONE

Per stalking
Picchiata perché russava e minacciata con video osé da pubblicare online: barese fa arrestare l'ex marito

Picchiata perché russava e minacciata con video osé da diffondere: barese fa arrestare ex marito

 
lA POLEMICA
Bari: Piccolo Teatro chiude, blitz con gli attori sul palco

Bari: Piccolo Teatro chiude, blitz con gli attori sul palco

 
Il concorso di idee
Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni

Bari, ecco il progetto della costa sud. Decaro: la sfida dei prossimi 10 anni
Sisto (FI): bufala storica

 
Operazione Pandora
Mafia a Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

Bari, a processo 100 affiliati dei clan Diomede-Mercante e Capriati

 
Alle urne
Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

Da domani settemila avvocati baresi al voto: così si rinnova l'ordine

 
Denunciati due fasanesi
Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

Monopoli, radiatori e auto cannibalizzate: scoperta centrale di riciclaggio

 
In scooter sulla Statale 100
Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

Bari, non si ferma all'alt e punta la pistola contro la polizia: preso 19enne

 
L'incidente
Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi della vecchia Filobus

Bari, traffico in tilt per colpa di un camion: trancia cavi del vecchio Filobus

 
Dopo 6 anni
Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

Bari, restituito agli Antro il patrimonio sequestrato

 
La scoperta
Ruvo, donna trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

Ruvo, trovata morta in casa dal suo compagno: indagano i cc

 
Città che cambia
Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

Via Manzoni, basta auto: rifiorisce la via dello shopping

 

Ex affiliato ai clan, racconta «Si giura sul coltello per entrare»

Ex affiliato ai clan, racconta «Si giura sul coltello per entrare»
BARI – A Cosimo Di Cosola, reggente dell’omonimo clan barese, "consegnavo di media non meno di mille, 1500, 2000 euro a settimana". A dichiararlo agli inquirenti della procura Antimafia di Bari è Cosimo Genchi, collaboratore di giustizia del clan Stramaglia.
Le dichiarazioni di Genchi, rese nel marzo scorso, sono state depositate nel processo che si sta celebrando a Bari con rito abbreviato nei confronti di alcuni affiliati ai clan Di Cosola e Stramaglia.

Genchi spiega come venivano "spartiti" i proventi dell’attività di spaccio. "Tra il 2012 e il 2014 – racconta – la droga, con carichi di quasi mille chili, arrivava dall’Albania con i gommoni", sbarcava "a Brindisi" e veniva poi consegnata agli spacciatori. "Quando c'era magari un carico grosso, un guadagno al di là delle solite piazze, tipo Lecce, che guadagnai 5mila euro, – continua il pentito – gli diedi (a Cosimo di Cosola, ndr) subito 2mila euro, a parte quello che gli davo settimana per settimana. Ho saltato qualche settimana quando veramente mi sono trovato in difficoltà. Solo che lui la difficoltà non la capiva, cioè lui capiva solo quello che girava. Lui voleva il suo".

Genchi racconta poi come avvenivano i riti di affiliazione, recitando agli inquirenti la "favella" per ottenere il "grado di camorra": "si mette la punta del coltello sotto la mano di chi sta per essere affiliato e si esegue questa favella, che dice: giuro su questa punta di pugnale di disconoscere madre, padre, fratelli e sorelle fino alla settima generazione, e di dividere centesimo per centesimo e millesimo per millesimo, con un piede nella fossa e l’altro alla catena per dare un forte abbraccio alla galera".
"Ogni grado – spiega ancora il pentito – ha tre fondatori". Per la 'camorra' sono "Conte Ugolino, Fiorentini di Russia e Cavalieri di Spagna", per lo 'sgarrò sono "Minofrio, Misghino e Misgarro". E poi c'è il più alto grado della 'santa' che ha per fondatori "Mazzini, Garibaldi, Lamanna".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400