Domenica 25 Ottobre 2020 | 22:58

NEWS DALLA SEZIONE

Il virus
Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

 
L'emergenza
Dopo Dpcm i ristoratori pugliesi sono in agitazione: al vaglio serie di proteste

Dopo Dpcm i ristoratori pugliesi sono in agitazione: al vaglio serie di proteste

 
L'emergenza
Dpcm, le parole di Decaro: «Necessario saldare un patto tra cittadini e Stato»

Dpcm, le parole di Decaro: «Ci vuole un patto tra cittadini e Stato. I sindaci fermeranno le violenze»

 
Il safe tracer
L'idea di un'azienda barese: basta un «bip» per garantire i distanziamenti

L'idea di un'azienda barese: basta un «bip» per garantire i distanziamenti

 
Il virus
Bitonto, l'allarme del sindaco: «Il 30% dei contagiati ha tra i 12 e i 25 anni»

Bitonto, l'allarme del sindaco: «Il 30% dei contagiati ha tra i 12 e i 25 anni»

 
La novità
Bari, le piazze di Carbonara prendono vita: dipinte come un quadro di Mondrian

Bari, le piazze di Carbonara prendono vita: dipinte come un quadro di Mondrian

 
L'appello
Misure anti Covid, Teatri di Bari contro chiusura cinema e politeami Al Petruzzelli stagione concerti in streaming

Misure anti Covid, Teatri di Bari contro chiusura cinema e politeami. Al Petruzzelli stagione concerti in streaming

 
Emergenza
Alberobello, focolaio Covid: muore quarto anziano in casa di riposo

Alberobello, focolaio Covid: muore quarto anziano in casa di riposo

 
la manifestazione
Bari, chiusure anticipate locali in arrivo: protestano davanti Prefettura

Bari, chiusure anticipate locali in arrivo: protestano davanti Prefettura Ft

 
la decisione
Casamassima, troppi assembramenti in centro commerciale: il sindaco prevede ingressi contingentati

Casamassima, troppi assembramenti in centro commerciale: previsti ingressi contingentati

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari calcio, dopo Dpcm la partita con il Catania sarà a porte chiuse

Bari calcio, dopo Dpcm la partita con il Catania sarà a porte chiuse

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceIl caso
Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

Lecce, positivo giudice popolare: Corte d'Assise in isolamento fiduciario

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

Coronavirus, il Policlinico di Bari è saturo: in arrivo altri 50 posti letto

 
Covid news h 24Il virus
Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

Coronavirus, positivo il cantautore tarantino Renzo Rubino

 
BrindisiL'incidente
Francavilla Fontana, impatto tra auto e moto: muore 24enne sul colpo

Francavilla Fontana, impatto tra auto e moto: muore 24enne sul colpo

 
PotenzaIl bollettino regionale
Coronavirus, 81 nuovi contagi in Basilicata: 58 i ricoverati in ospedale

Coronavirus, 81 nuovi contagi in Basilicata: 58 i ricoverati in ospedale

 
Foggiaemergenza Covid
Foggia, Polizia locale: sanzioni in arrivo per chi segnale falsi assembramenti

Foggia, Polizia locale: sanzioni in arrivo per chi segnala falsi assembramenti

 
Batla scorsa notte
Trani, scontro tra auto, una vola dal parapetto: solo danni

Trani, scontro tra auto, una vola dal parapetto: solo danni

 
MateraControlli dei CC
Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

Calciano, positivo al Covid e in isolamento esce di casa: denunciato 63enne

 

i più letti

LA NOVITÀ

Bari, San Nicola patrimonio Unesco: c'è un'idea

Presentata ieri dagli avvocati Losurdo e Varricchio l’ambiziosa operazione culturale, religiosa, urbanistica ed economica. Il progetto prevede anche la realizzazione di una statua colossale del Santo

Bari, San Nicola patrimonio Unesco

Un’enorme statua di San Nicola che accolga i pellegrini di tutto il mondo in arrivo a Bari per pregare sulla tomba del santo. È questa l’idea dell’associazione «Una statua per San Nicola» che ha ieri illustrato il progetto nella sede dell’Autorità portuale. Ma non solo l’enorme statua quanto anche il riconoscimento Unesco del valore di patrimonio materiale dell’umanità per la basilica nicolaiana e di patrimonio immateriale per la festa della traslazione delle sacre spoglie da Myra a Bari.

Nel frattempo, un gonfiabile alto 15 metri raffigurante San Nicola è comparso nei giorni scorsi a Torre a Mare, l’ex frazione particolarmente devota al culto nicolaiano. La presidente dell’associazione «Una statua per San Nicola» è Anna Losurdo, nota avvocatessa barese. «Le associazioni e i cittadini incontreranno le autorità per iniziare la discussione sul dove e come costruire il monumento», spiega Losurdo. L’idea è quella di realizzare il monumento in una zona simbolica della città. Qualcuno suggerisce largo Giannella, la «rotonda» che guarda l’Adriatico. Ma la scelta del sito sarà comunque frutto di una consultazione popolare. I siti eventualmente disponibili saranno invece indicati dall’Agenzia del Demanio.

«La collocazione del monumento colossale sarà il frutto di una decisione collettiva e democratica nell’assoluto rispetto delle norme ambientali e paesaggistiche», spiega invece Enzo Varricchio, avvocato, ideatore del progetto tra i massimi esperti al mondo di storia nicolaiana. Varricchio tiene a chiarire: «Non è determinante chi la costruirà ma perché e come. La statua sarà a costo zero per la collettività grazie all’international selling and crowdfunding (vendita all’asta delle targhe da apporre sul basamento) e sarà realizzata con materiali ecologici rigorosamente pugliesi per promuovere le imprese del nostro territorio».

Il progetto prevede tre distinti subprogetti in rete. Il primo è l’edificazione della statua colossale. Il secondo è l’istanza all’Unesco per il riconoscimento del valore di patrimonio materiale dell’umanità per la basilica e di patrimonio immateriale per la rievocazione della traslazione. Il terzo subprogetto è la creazione di un parco tematico di «Hagios Nikolaos – San Nicola – Santa Claus», nel segno della centralità ecumenica e mediterranea di Bari sancita dalle visite papali e del plurisecolare patronato del Santo sui bambini e sulle bambine di ogni parte del mondo, che fungerebbe anche da attrattore turistico-economico nel periodo natalizio.

Niente fondi pubblici, almeno al momento, tengono a chiarire gli ideatori. Ogni passaggio dell’operazione sarà finanziato con denaro privato secondo le opportunità del crowdfunding internazionale che già in molti casi hanno evitato o affiancato l’impiego di risorse pubbliche.

I tre progetti sono sostenuti da una petizione popolare e rappresentano l’unione ideale e civica di un’identità barese, pugliese, meridionale e mediterranea orgogliosa della propria tradizione e del proprio Santo patrono Nicola, figura venerata in ben 100 Stati del mondo quale mediatrice tra religioni e culture diverse, vero brand territoriale plurisecolare da valorizzare anche nell’ottica della ripresa economica post Covid 19.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie