Martedì 16 Luglio 2019 | 20:16

NEWS DALLA SEZIONE

Il caso
Bari, dress code alle corsiste: al via interrogatorio dell'ex giudice Bellomo

Bari, dress code alle corsiste: dopo 9 ore di interrogatorio Bellomo nega tutto

 
La città che cambia
Bari, al San Paolo arriva la ciclofficina nella Casa delle Culture

Bari, al San Paolo arriva la ciclofficina nella Casa delle Culture

 
L'episodio
Bari, sfilò Rolex dal polso di un automobilista: arrestato dopo 3 mesi

Bari, sfilò Rolex dal polso di un automobilista: arrestato dopo 3 mesi

 
Nella zona industriale
Bari, rapinano Banca Popolare di Bari: pistole in faccia ai dipendenti

Bari, rapinano Banca Popolare in via Zippitelli: pistole in faccia ai dipendenti

 
Il progetto
Bari, Corso Italia cambia volto: arriva una nuova pista ciclabile

Bari, Corso Italia cambia volto: arriva una nuova pista ciclabile

 
Indaga la GdF
Molfetta, furbetti del cartellino in ospedale: altri 6 dipendenti sospesi

Molfetta, furbetti del cartellino in ospedale: altri 6 dipendenti sospesi

 
Nel barese
Bitonto, gestivano un fitto commercio di droga: due arresti

Bitonto, gestivano un fitto commercio di droga: due arresti

 
Arrestata in flagrante
Bari, raggira anziano e gli ruba quasi 10mila euro: in cella una 33enne

Bari, raggira anziano e gli ruba quasi 10mila euro: in cella una 33enne

 
Con il WWF
Monopoli, i pescatori diventano gli "angeli custodi" degli squali: il progetto

A Monopoli i pescatori diventano gli "angeli custodi" degli squali: ecco il progetto

 
In via Cattedrale
Giovinazzo, maltrattano la gatta di «quartiere»: la città si mobilita per Pupa

Giovinazzo, maltrattano la gatta di «quartiere»: la città si mobilita per Pupa

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

Bari, squadra parte in ritiro: non ci sarà Brienza

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoMorti bianche
Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

Taranto, gruista ex Ilva morto in mare: in settimana i funerali

 
BatRifiuti
Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

Discarica di Canosa, Stea: «In arrivo 4,2 mln per chiusura definitiva»

 
BrindisiUn mistero di 2000 anni fa
Brindisi, dalla Germania archeologi setacciano il mare a caccia del disco di Nebra

Brindisi, dalla Germania archeologi in mare a caccia del disco di Nebra

 
MateraL'omicidio
Pastore nel Materano, killer condannato a 26 anni di carcere

Pastore ucciso nel Materano, killer condannato a 26 anni

 
BariIl caso
Bari, dress code alle corsiste: al via interrogatorio dell'ex giudice Bellomo

Bari, dress code alle corsiste: dopo 9 ore di interrogatorio Bellomo nega tutto

 
FoggiaMaltempo
San Severo finisce sott'acqua: strade e chiese allagate

Pioggia torrenziale, San Severo finisce sott'acqua: strade e chiese allagate

 
LecceOrganizzato da Prog On
«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

«Canterbury Tales»: Martano capitale del Prog per una sera, con il concerto di Richard Sinclair

 
PotenzaDai carabinieri
Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

Merce pagata e mai consegnata: 4 denunce nel Potentino per truffe online

 

i più letti

Incontro in Regione

Polignano, via all'iter per Area naturale protetta a Costa Ripagnola

La Serim plaude all'iniziativa: armonia con il progetto di riqualificazione che prevede anche di recuperare 7 trulli da trasformare in suite

Polignano, via all'iter per Area naturale protetta a Costa Ripagnola

Al via in Regione l'iter per l'istituzione dell'Area naturale protetta in zona Costa Ripagnola a Polignano. E' l'esito dell'incontro tenuto questa mattina tra l’assessore alla Pianificazione territoriale, Alfonso Pisicchio e i rappresentanti dei Comuni di Polignano e di Monopoli. Un incontro propedeutico all’avvio della conferenza di servizi per l’istituzione dell’area protetta, come previsto dalla legge regionale n.19/1997. Al momento la Regione Puglia conta 18 aree protette (undici parchi e sette riserve naturali). Già per lunedì 22 luglio, i due Comuni consegneranno tutte le rispettive documentazioni (tra cui Pug, Piani regolatori, Piani delle coste), necessarie all’avvio dell’iter.

«Vogliamo innanzitutto capire la perimetrazione della futura area protetta, area sulla quale confermo la nostra piena volontà di tutelare e di valorizzare uno dei tratti più belli del paesaggio pugliese – spiega l’assessore Pisicchio -. E lo vogliamo fare in tempi certi e rapidi con una gestione che governi tutte le norme statali e regionali che già tutelano quel tratto. Istituire una nuova area protetta significa non solo porre dei semplici perimetri, ma anche programmare e pianificare un piano della mobilità dolce e una serie di servizi per renderla pienamente fruibile e darle una vocazione naturalistica».

«Immaginiamo – aggiunge il sindaco di Polignano Domenico Vitto - quale potrebbe essere l'interesse turistico internazionale per questa zona. Per noi è importante valorizzare quella bellissima area che altrimenti rischia di perdersi a causa dell'oblio e dell'abbandono. E lo faremo ovviamente nel rispetto delle norme e delle leggi vigenti».

LA SERIM: BENE IL PARCO, ORA VIA GLI ABUSI FATTI DA ALTRI SULLA COSTA

Intanto, la Serim la società che ha ottenuto le autorizzazioni per una riqualificazione di un'area nella zona di Costa Ripagnola, che prevede la valorizzazione di un peRcorso archeologico nonchè la ristrutturazione di sette trulli esistenti (in parte crollati) per la realizzazione di suite per un totale di 21 posti letto, prende atto favorevolmente dell'iniziativa avvita per l'Area naturale perchè «rappresenta un valore aggiunto al progetto di riqualificazione previsto in località Costa Ripagnola, area dall’indiscusso valore naturalistico e paesaggistico, per il quale sono state rilasciate tutte le autorizzazioni necessarie sia da parte della Regione Puglia che da parte del Comune di Polignano».

Serim inoltre, auspica altresì che l’istituzione dell’area naturale protetta «possa una volta per tutte cancellare i ripetuti abusi fatti sul territorio della costa polignanese, rimuovendo così quelle continue violenze operate sul territorio in spregio delle più elementari norme di rispetto urbanistico e ambientale» e dichiara la propria disponibilità a partecipare al procedimento affinchè «come accade in altre aree naturali protette, l’intervento di riqualificazione ambientale nonché turistico-ricettivo, attraverso l’utilizzo di 7 trulli per 21 posti letto, riesca ad armonizzarsi con tale nuova iniziativa».

La società precisa altresì di essere attualmente l’unica a garantire, in un territorio costiero vasto, il pubblico accesso pedonale al mare e «di essere stata costretta a bloccare, una volta per tutte, il cancello carrabile per impedire l’accesso ai mezzi che per anni hanno invaso la proprietà privata occupando e deturpando l’ambiente costiero».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie