Mercoledì 23 Ottobre 2019 | 09:55

NEWS DALLA SEZIONE

L'analisi
Le sfide incrociate tra i due Matteo

Le sfide incrociate tra i due Matteo

 
Il punto
La politica al bivio tra convinzioni e convenienze

La politica al bivio tra convinzioni e convenienze

 
L'editoriale
I tagli da fare per recidere la malapianta della corruzione

I tagli da fare per recidere la malapianta della corruzione

 
Il punto
Il partito della gogna sui social

Il partito della gogna sui social

 
L'analisi
L’ultimo «Vaffa» di Grillo stavolta contro i vecchi al voto

L’ultimo «Vaffa» di Grillo stavolta contro i vecchi al voto

 
Il punto
Il male antico in attesa di un rimedio e di una morale

Il male antico in attesa di un rimedio e di una morale

 
L'analisi
Ecco come si soffocano le Università del Sud

Ecco come si soffocano le Università del Sud

 
L'analisi
L'irresistibile tentazione di colpire il merito

L'irresistibile tentazione di colpire il merito

 
l'analisi
Alla ricerca di un centro di gravità permanente

Alla ricerca di un centro di gravità permanente

 
alimentazione
Le buone pratiche dell'Unione Europea contro lo spreco di cibo

Le buone pratiche dell'Unione Europea contro lo spreco di cibo

 
L'editoriale
La minaccia mafiosa sconsiglia benefici di pena

La minaccia mafiosa sconsiglia benefici di pena

 

Il Biancorosso

la partita
Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

Il Bari fa indietro tutta: è un punto guadagnato

 

NEWS DALLE PROVINCE

Barila sentenza
Triggiano, sorpresi con 70 grammi di cocaina: arrestati 2 pusher

Triggiano, sorpresi con 70 grammi di cocaina: arrestati 2 pusher

 
FoggiaSul Gargano
Vieste, maxi operazione antidroga dei cc, decapitato clan: 15 arresti

Vieste, maxi operazione antidroga dei cc, decapitato clan: 15 arresti

 
LecceUN 22enne
Otranto, adesca minorenne sui social e la violenta: in cella

Otranto, adesca minorenne sui social e la violenta: in cella

 
TarantoA 8 giorni dal via
Taranto, il bluff facoltà di Medicina: Rettore Bari dice stop a lezioni

Taranto, il bluff facoltà di Medicina: Rettore Bari dice stop a lezioni

 
BrindisiDanni a impianto
Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

Mesagne, nuova intimidazione a coop che gestisce terreni confiscati

 
BatIl caso
Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

Trani, introduce droga e una spycam in carcere: arrestato agente penitenziario

 
PotenzaSicurezza in città
Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

Potenza, 20 «occhi elettronici» per contrastare lo spaccio davanti le scuole

 
MateraL'intervista
Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

Matera, Mariolina Venezia svela la «sua» Imma Tataranni

 

i più letti

La riflessione

Le vacanze rovinate dei parlamentari a Roma

Scenari surreali di un’estate surreale in cui la sveglia è suonata per tutti.

Le vacanze rovinate dei parlamentari a Roma

C’era una volta l’estate senza politica: polemica fiacca, deputati sonnolenti sotto l’ombrellone e giornalisti disperati, trasformati in rabdomanti in cerca di rivoli d’acqua (leggi mezza notizia pubblicabile). Era l’altro ieri, ma sembra una vita fa. Perfino il gergo ora è cambiato: un tempo i cosiddetti «governi balneari», quelli a corto respiro deputati a traghettare il Paese oltre le secche estive, avevano una vocazione depressiva. Erano parentesi di decantazione, traghettamenti per calmare le acque e non triturare, oltre il lecito, i neuroni della Nazione.

Oggi, per capirci, l’esecutivo balneare è quello che potrebbe vedere alleati renziani e pentastellati contro i salviniani e il redivivo centrodestra in uno scenario in cui i partiti detestano gli alleati quasi quanto non sopportano gli avversari. Altro che decantazione e acque calme, sarebbe un «tutti contro tutti» destinato a non dar tregua al cittadino inerme e impossibilitato a difendersi. La politica - comunque vada - lo inseguirà ovunque: spunterà sui social, in radio, in tv. Dappertutto. Un’orgia di polemiche incontrollate, senza zone d’ombra per rifiatare.
E tuttavia, nemmeno per i parlamentari 2.0 la vita è così semplice. La crisi ha imposto loro il ritorno in Aula a marce forzate. Prima le telefonate, poi gli sms, poi i whatsapp, poi le dichiarazioni comiziali. A cominciare da quelle di Salvini che ha invitato tutti ad alzare le terga (la citazione originale sarebbe più colorita) e convergere nella Capitale, seguito poi nell’ordine perentorio da M5S e Pd. Se questo non bastasse c’è poi un tocco vintage a colorare il tutto. Nell’epoca della comunicazione digitale, sopravvive ancora, ebbene sì, la convocazione a mezzo telegramma. Quella, per intenderci, che non puoi fingere di non aver ricevuto.

L’adunata in Senato per discutere la sfiducia al premier Conte ha attivato la diabolica macchina del Viminale con tutti i crismi dell’ufficialità e, dunque, via libera al meccanismo della «consegna a domicilio tramite Prefettura». In altre parole è la Polizia a portare il telegramma al parlamentare vacanziero, ovunque il malcapitato sia. Ci diverte immaginarli impegnati in ingegnose operazioni di mimetizzazione, nascosti sotto la sabbia o in fuga in pedalò a venti miglia dalla costa, nella speranza di non essere beccati da nessuno. Scenari surreali di un’estate surreale in cui la sveglia è suonata per tutti. Anche per i parlamentari.
È, in fondo, la (misera) vendetta dell’uomo qualunque: è vero, la politica non ci darà tregua, ma per una volta non l’ha data nemmeno a loro, strappandoli al relax estivo e forzandoli a rimettere la cravatta. Magra, magrissima consolazione che striscia sottopelle, a fronte dell’auspicio più grande: fate quello che dovete, purché sia fatto presto (e bene).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie