Mercoledì 19 Dicembre 2018 | 09:16

NEWS DALLA SEZIONE

L'analisi
Intolleranza dilagante infanzia violata

Intolleranza dilagante infanzia violata

 
La riflessione
Fusione tra Comuni: l’unione fa la forza

Fusione tra Comuni: l’unione fa la forza

 
L'appello
La situazione della Gazzetta la responsabilità delle Istituzioni

La situazione della Gazzetta la responsabilità delle Istituzioni

 
L'approfondimento
Quelle vittime in nome del sogno europeo

Quelle vittime in nome del sogno europeo

 
L'analisi
Le divergenze parallele di un rapporto innaturale

Le divergenze parallele di un rapporto innaturale

 
La riflessione
Matera capitale della cultura la scommessa dell’anno dopo

Matera capitale della cultura la scommessa dell’anno dopo

 
L'analisi
Squillino le trombe sul Sud senza voce

Squillino le trombe sul Sud senza voce

 
La riflessione
L’ Africa partner prezioso per l’Italia e per l’Europa

L’ Africa partner prezioso per l’Italia e per l’Europa

 
L'analisi
Mezzogiorno l’eterna «rivoluzione» mancata

Mezzogiorno l’eterna «rivoluzione» mancata

 
L'analisi
Se l’Europa scende in campo contro l’industria delle bufale

Se l’Europa scende in campo contro l’industria delle bufale

 
La riflessione
Lo studio è un dovere non solo un diritto

Lo studio è un dovere non solo un diritto

 

La riflessione

La navigazione a vista di una coppia in crisi

Tra Lega e 5 Stelle esistono incompatibilità ideologiche forti e comprensibili, visto che vengono da mondi molto diversi.

Governo

Ci risiamo. Non c’è persona che non ti chieda di nuovo: quanto dura questo governo? C’è davvero da credere a Di Maio e Salvini quando giurano che durerà l’intera legislatura? Matrimoni per sempre non esistono quasi più nella vita ordinaria e in politica sono rarissimi. I leader di Lega e 5 Stelle hanno celebrato un matrimonio d’interesse come quelli che venivano combinati nelle monarchie europee per espandere gli imperi e avere alleati in guerra. A santificarli c’era un contratto che veniva sciolto, spesso traumaticamente, quando gli interessi confliggevano.

Nel governo italiano non siamo a questo, ma la navigazione è sempre più faticosa e Giuseppe Conte ha dovuto convocare più ‘vertici’ in cinque mesi di quanti Prodi e Berlusconi ne abbiano fatti nei loro rispettivi mandati.
Il contratto che regola i rapporti disciplina alcuni temi con chiarezza (riforma della Fornero, reddito di cittadinanza) . Altri in maniera generica e ambigua. Che significa ‘efficace riforma della prescrizione’? Il blocco dopo il primo grado di giudizio a partire dal primo gennaio 2020 per la Lega è condizionato a una accelerazione del processo penale, per i 5 Stelle no. Sono tuttavia le misure ‘fuori contratto’ a creare i problemi maggiori.

Difficilmente in un contratto prematrimoniale è sancito il divieto di fumare in camera da letto. Ma se uno dei due coniugi ci fuma regolarmente e l’altro non è d’accordo, il matrimonio entra in crisi.
Tra Lega e 5 Stelle esistono incompatibilità ideologiche forti e comprensibili, visto che vengono da mondi molto diversi. Salvini sostiene che dovrebbe esserci un termovalorizzatore in ogni provincia perché in tutto il mondo chi produce rifiuti se li smaltisce. Di Maio non ne vuol sentir parlare. Il comune di Roma, guidato dai 5 Stelle, paga decine di milioni per spedire i suoi rifiuti in Austria dove li ‘termovalorizzano’ e riscaldano buona parte di Vienna. Ieri dopo l’annuncio solenne che lunedì verrà firmato un protocollo per bonificare in Campania la ‘Terra dei fuochi’ dove è stato interrato di tutto, Salvini ha detto che saranno fatti i termovalorizzatori. Fico e Lezzi gli hanno risposto : mai. E Di Maio, addolorato, ha detto: Matteo, perché fai così? Si aggiunga il decreto anticorruzione: i contrasti tra i due alleati ieri hanno bloccato la commissione.
Altra bomba a orologeria sono alcune grandi opere. Toninelli è pronto a sospendere la Tav, i leghisti dicono al microfono che aspettano il rapporto costi/ benefici. Ma appena il microfono si spegne assicurano che non sono così pazzi da spendere miliardi per smantellare un’opera in corso. La finanzieranno le regioni del Nord? Con quali soldi? E le pedemontane lombardovenete? E il traforo del Brennero? E la Gronda di Genova? Boh…

Si aggiunga che i due elettorati stringeranno fatalmente i loro leader acuendone per forza i contrasti. Come finirà la guerra con l’Europa? Quale sarà per le imprese del Nord il saldo della legge di bilancio? Di Maio non può permettersi di rinviare l’erogazione del reddito di cittadinanza a dopo le elezioni europee del 26 maggio. Ma difficilmente prima i centri per l’impiego saranno efficienti. Come saranno distribuiti i soldi? Come reagiranno gli scontenti delle due parti? Si naviga a vista. Perciò è impossibile rispondere alla domanda iniziale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400