Sabato 24 Agosto 2019 | 18:22

NEWS DALLA SEZIONE

La riflessione
Il Sud ricorre all'Europa: non siamo binario morto

Il Sud ricorre all'Europa: non siamo binario morto

 
L'analisi
Quell’inedita sfida a tre aspettando il Quirinale

Quell’inedita sfida a tre aspettando il Quirinale

 
L'analisi
Quaresime e resurrezioni nel mare d’agosto

Quaresime e resurrezioni nel mare d’agosto

 
La riflessione
Da bruco a farfalla così è cambiato Conte

Da bruco a farfalla così è cambiato Conte

 
L'analisi
La lezione di Machiavelli segna anche la politica pop

La lezione di Machiavelli segna anche la politica pop

 
L'analisi
Le parolacce al posto delle idee

Le parolacce al posto delle idee

 
L'editoriale
L'opposizione come incubo: il potere logora chi non ce l'ha

L'opposizione come incubo: il potere logora chi non ce l'ha

 
Estate
Se la città di San Nicola fa Ferragosto con i turisti

Se la città di San Nicola fa Ferragosto con i turisti

 
La mostra
C'erano le grandi firme sui tasti di una volta

C'erano le grandi firme sui tasti di una volta

 
L'editoriale
Quel faro del Quirinale nella crisi più anomala

Quel faro del Quirinale nella crisi più anomala

 
Il punto
Morti e feriti sulle strade come una guerra

Morti e feriti sulle strade come una guerra

 

Il Biancorosso

IL PUNTO
Il Bari gioca la carta Schiavone ci sarà più qualità a centrocampo

Il Bari gioca la carta Schiavone
ci sarà più qualità a centrocampo

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariVicino Teramo
Incidenti, auto si schianta in galleria su A14: muore 76enne di Btritto

Incidenti, auto si schianta in galleria su A14: muore 76enne di Btritto

 
PotenzaUn 49enne
Incendi, arrestato piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

Incendi, preso piromane nel Potentino: ha distrutto 6mila mq di vegetazione

 
FoggiaArrestato 22 enne
Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

Foggia, picchia la compagna incinta e le dice: Muori tu e il bambino

 
LeccePreso dai Cc
Spocchia, 18enne segue ragazza in locale e la violenta

Specchia, 18enne segue ragazza in locale e la violenta: in cella

 
MateraCarabinieri Forestali
Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

Policoro Lido, sbancamento in area protetta: sequestrati 7 ettari di bosco

 
TarantoAl rione Salinella
Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

Taranto, litiga con la convivente e scatena una rissa: arrestato

 
BatUn 43enne
Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

Ruvo, in manette coltivatore di cannabis legale: valori superiori alla norma

 
HomeSulla strada 379
Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

Scontro tra 2 auto sulla strada per Torre Canne: un morto e un ferito

 

i più letti

L'analisi

Io, giovane meridionale candidato alla povertà

«Lui è un giovane meridionale che ha superato la trentina. Anzi è un meridionale-tipo che se continua con lavoretti sporadizi e se non ha una sacra famiglia alle spalle, fra poco sarà a rischio povertà. Quindi avrà il reddito di cittadinanza»

I treni-bidone per Romasui binari pugliesi nel 2018

Lui è un giovane meridionale che ha superato la trentina. Anzi è un meridionale-tipo. Una piccola occupazione dopo l’altra, da una scadenza all’altra, una continua reinvenzione di se stesso, una eterna impossibilità di dire: ora ci sono, comincio a pensare al mio futuro. Se continua così, e se non ha una sacra famiglia alle spalle, fra poco sarà a rischio povertà. Quindi avrà il reddito di cittadinanza. Fra poco, insomma: quando saranno riformati i centri per l’impiego, finora ignari di che lavoro viene chiesto e di che lavoro viene offerto. Sapendo sotto sotto che se il lavoro non c’è, non ci sono centri per l’impiego che tengano, mica possono moltiplicare i pani e i pesci.
Ma anche su questo reddito di cittadinanza, è un via vai di annunci. Il 47 per cento andrà anche al Nord. 

Anzi cominceremo con una fascia non meglio identificata. Da un lato la lotta è con i fondi che continuano ostinatamente a non voler crescere come l’albero degli zecchini di Pinocchio. Dall’altro la lotta è con l’alleato dei grillini al governo, quella Lega che non dimentica di colpo quanto fosse Lega Nord. Poi le ultime notizie danno gli incentivi per chi assume al Sud prorogati fino al 2020, ma non è detto sino alla fine. Dovrebbe rimanere quel «Resto al Sud» per i giovani che decidano di non partire e di diventare mezzo intraprendenti mezzo imprenditori. Spunta un mutuo a tasso zero di 200 mila euro per chi vuole acquistare casa. E compare una terra gratis al Sud per chi fa tre figli.

Tirate le somme, il nostro giovane meridionale che decide? Dei tre figli, diciamo che è una battuta. La casa, quando potrò sposarmi, cioè quando non sarò più precario a vita. L’incentivo a chi mi assume? E se mi poteva assumere, aveva bisogno dell’incentivo? Resto al Sud, qualcuno ci riesce, ma quanti possono fare gli imprenditori? Rimane, ancora, il reddito di cittadinanza, ma di quanto sarà, e quanto durerà? Me lo toglieranno se non accetto i lavori che mi propongono. Ma questi lavori, voilà, dove erano nascosti? Così anche il nostro giovane potrà convincersi che non resta che partire. Svuotando ancor più un Sud già svuotato di un numero pari a quello di tre città come Bari, Taranto e Lecce.
Ora i Cinque Stelle e i loro elettori potranno dire: questo è il Sud che ci hanno fatto trovare, proprio ora dovete spaccare il capello? È vero, nessun governo ha fatto finora per il Sud più di quanto ci provino adesso loro. In verità, una differenza c’è. Per la prima volta dall’unità d’Italia, il Sud non ha votato governativo come faceva per necessità, ma ha votato opposizione per rivolta. E che opposizione, quella del proclamato cambiamento. Dovesse andare ancora male, sarebbe la conferma che quello del Sud non è un problema di classi dirigenti (o non lo è del tutto). Ma è un problema di politiche nei suoi confronti. Quelle che ne hanno fatto la più grande area in ritardo di sviluppo d’Europa.

Ci fu la Cassa per il Mezzogiorno, e fu subito miracolo economico italiano. Cioè miracolo economico grazie al Sud. Non solo per i suoi soliti emigranti con la valigia di cartone. Ma perché per la prima volta si disse che il Sud è il problema d’Italia ma anche la soluzione di quel problema. L’Italia sarà quello che sarà il Mezzogiorno. Mai c’era stato prima un tale piano di opere pubbliche al Sud. Mai tanti investimenti in infrastrutture. Per carità, venti volte meno di quanto speso poi per la Germania Est dopo la caduta del Muro. Ma comunque funzionò, prima che la Cassa diventasse il patto scellerato di semplice assistenza al Sud in cambio di voti. Nulla di quella eroica stagione si è mai ripetuto. Di questi investimenti ha ancora bisogno il Sud, e commisurati al 34 per cento della sua popolazione. Non di spesa corrente (molto alternata) e a debito per giunta. Di premio alle aziende, alle amministrazioni e ai cittadini che funzionano (e quanti ce ne sono nel pregiudizio generale).
Invece prendi un treno al Sud e la sua velocità media è di 50 chilometri orari. Bari e Napoli chissà quanto altro devono aspettare per un collegamento diretto. La statale ionica fino alla punta della Calabria si allarga solo a pezzetti. Si concedono le Zes (zone di incentivi fiscali) e non si fa il decreto di semplificazione burocratica senza la quale non si apre nemmeno una pizzeria. Dal Mediterraneo passa il 40 per cento dei traffici del mondo e per la «Via della seta» cinese si indicano i porti di Trieste e di Genova.

Si dirà: così è andata. Come anche ora va. Ma se tutto questo non è una scelta ideologica per tenerlo fermo, di sicuro impedisce che al Sud nasca un mercato interno (di merci, di persone, di idee, di giovani, di politiche). Pericoloso per lo squilibrato potere nel Paese. Allora mettiti nei panni del meridionale che ha superato la trentina, e chiediti se la sua grande prospettiva può essere quella di passare a ritirare il reddito mensile di povertà.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie