Domenica 14 Agosto 2022 | 18:52

In Puglia e Basilicata

Vela d'altura

Mondiale Orc nel segno dei fuoriclasse pugliesi

Mondiale Orc nel segno dei fuoriclasse pugliesi

foto Studio Borlenghi

Ferrarese (tattico) e Montefusco (timoniere) spingono alla vittoria l’imbarcazione estone «Sugar 3» armata da Kikkas

01 Luglio 2022

Alessandra Montemurro

Un successo strepitoso quello di Italia Yacths al Campionato Mondiale Orc che si è concluso ieri pomeriggio a Porto Cervo, organizzato dallo Yacht Club Costa Smeralda. Le barche, firmate dal cantiere italiano nato nel 2011 a Chioggia ma che oggi ha un cuore barese con l’85% di proprietà della famiglia pugliese Vitulano, hanno fatto piazza pulita occupando d’imperio ben sette dei primi nove posti della classifica finale in classe C.

Splendida la vittoria con una prova di anticipo dell’estone “Sugar 3” armata da Ott Kikkas (Parnu Yachtclub) con a bordo il fuoriclasse pugliese del CV Bari Simone Ferrarese, alla tattica, e suo zio Sandro Montefusco (CV Brindisi) al timone. Non si pensi però a un facile dominio, la gemella si “Sugar 3”, “Scugnizza” armata dal napoletano Enzo De Blasio (CC Napoli) le ha infatti dato non poco filo da torcere chiudendo il campionato in seconda posizione. Alle loro spalle “To Be” di Stefano Rusconi (YC Italiano), “Guardamago II” del tedesco Micheal Grau (Norddeutscher Regatta Verein), “Sarchiapone Fuoriserie” di Gianluigi Dubbini (CV Toscolano Maderno) e poi “Batanga” di Guido Enrico Tabellini (CN Varazze) all’ottavo posto e “Lady Day 998” di Corrado Annis (YC Adriaco) al nono.

Diciottesima “Giulia” di Rudolf Vrestal (Giulia Sailing) dalla Repubblica Ceca.

Risultati, questi, certo non nuovi per la famiglia Italia Yachts che negli ultimi anni con le sue barche ha conquistato ben tre campionati del mondo, sei europei, nove italiani e quattro nomination come European Boat of Year, e che dall’inizio del 2022 tra Gaeta e il campionato del Mediterraneo a Sorrento ha sempre riempito il podio con “Sugar 3”, “Scugnizza” e “To Be”.

Dopo i successi del 9.98 e dell’11.98 nel 2022 verrà varato il nuovo modello del cantiere: un 12.98, progetto molto ambizioso e veramente innovativo per gli interni da crociera, nato da un importante lavoro di progetto di ricerca e sviluppo e da un innovativo sistema di progettazione attraverso sistemi di analisi con utilizzo di intelligenza artificiale. «Il 12.98 rappresenta la nostra nuova sfida per essere protagonisti in classe B» commenta il barese Daniele De Tullio, appassionato velista con all’attivo diversi e importanti titoli nazionali e internazionali e oggi Ad di Italia Yachts, che aggiunge «c’è tanta puglia in Italia Yachts, ormai l’ 85% è di proprietà della famiglia Vitulano, il nuovo CFO è pugliese (Susanna Vitulano n.d.r.), il nuovo direttore commerciale (Fabio Pignatelli n.d.r.) è di Taranto, gli studi analisi, ricerca e sviluppo sono eseguiti da società della provincia di Bari che hanno dimostrato eccellenti competenze e professionalità. E di tutta questa puglia che fa parte della nostra società siamo davvero fieri».

Tra i pugliesi presenti alle regate a Porto Cervo c’erano anche altre due imbarcazioni. Nel gruppo A, infatti, il Grand Soleil 46 BC “Luduan Reloaded” di Giovanni Sylos Labini (CV Bari) che dopo sei prove con uno scarto ha chiuso la sua corsa all’12° posto tra i 20 iscritti e 4° tra i Corinthian, ovvero tra gli equipaggi composti da armatori e velisti non professionisti.

Tra le 27 imbarcazioni iscritte nel gruppo B invece lo Swan42 “Bewild” di Renzo Grottesi (CV Portocivitanova) con a bordo il barese Nicolaos Mascoli (CV Bari) ha sfiorato il podio fermandosi in quarta posizione, seguito in classifica generale overall dall’armatore pugliese Nicola De Gemmis (CC Barion) che con la sua nuova “Morgan V”, uno Swan 42 che da poco ha sostituito la precedente imbarcazione, ha chiuso la prova al nono posto in classifica generale dopo sei prove con uno scarto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento:

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Carica altre news...

 

PODCAST

 

PRIMO PIANO

 
 
 
 
- News dai Territori -
 
Editrice del Mezzogiorno srl - Partita IVA n. 08600270725