Sabato 20 Luglio 2019 | 16:19

NEWS DALLA SEZIONE

L'annuncio
Sophia Loren riceverà le chiavi della città di Bari

Sophia Loren riceverà le chiavi della città di Bari

 
Lirica
Bari, nel 2020 al Petruzzelli arriva Riccardo Muti: le anticipazioni della stagione

Bari, nel 2020 al Petruzzelli arriva Riccardo Muti: le anticipazioni della stagione

 
L'evento
Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

Otranto, il Faro di Punta Palascìa apre al pubblico

 
L'intervista
Caetano Veloso: «Quando canto con i miei figli sono in paradiso»

Caetano Veloso: «Quando canto con i miei figli sono in paradiso»

 
Musica
Notte della Taranta, a sorpresa a Melpignano arriva anche Elisa

Notte della Taranta, il messaggio di Elisa: «Un onore essere a Melpignano»

 
Degrado in città
Taranto, la bellezza fa rima con monnezza: statua abbandonata vicino al MarTa

Taranto, la bellezza fa rima con monnezza: statua abbandonata vicino al MarTa

 
Il ciak
Riccardo Scamarcio a Gravina, al via le riprese del film «Ciccio Paradiso»

Riccardo Scamarcio a Gravina, al via le riprese del film «Ciccio Paradiso»

 
Valido dal 1 gennaio 2019
Inps, ecco il bonus Sud per chi assume a tempo indeterminato under 35

Inps, ecco il bonus Sud per chi assume a tempo indeterminato under 35

 
100 anni dopo
Issano il tricolore a Fiume, l'impresa provocatoria in Croazia è di tre pugliesi

Issano il tricolore a Fiume, l'impresa provocatoria è di tre pugliesi

 
Furbetti in Salento
Porto Cesareo, spinge l'auto a piedi per «beffare» la Ztl

Porto Cesareo, spinge l'auto a piedi per «beffare» la Ztl

 
Dal 20 al 28 luglio
Light Festival: ad Alberobello la luce «disegna» sui trulli

Light Festival: ad Alberobello la luce «disegna» sui trulli

 

Il Biancorosso

CALCIO MERCATO
Cornacchini aspetta altri rinforziIl Bari va a caccia di difensori

Cornacchini aspetta altri rinforzi
Il Bari va a caccia di difensori

 

NEWS DALLE PROVINCE

HomeL'allarme
La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

La Xylella avanza, Coldiretti: «altri 366 ulivi infetti tra Taranto e Brindisi»

 
HomeIl caso
Bari, mamma 35enne muore dopo bendaggio gastrico: voleva dimagrire

Bari, mamma 35enne muore dopo bendaggio gastrico: voleva dimagrire

 
Calcio LecceGiallorossi
Muore a 82 anni ex patron del Lecce Giovanni Semeraro

Muore a 82 anni ex patron del Lecce Giovanni Semeraro

 
Potenzaeconomia
Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

Da Melfi, allo Jonio a Lauria: la Zes Jonica è realtà

 
BrindisiDal 1 settembre
Ostuni dice stop alla plastica nei locali

Ostuni dice stop alla plastica nei locali

 
Foggianel Foggiano
Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

Lucera, festa patronale senza la musica: Comune al capolinea con i fondi

 
MateraIl progetto
Huwaei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

Huawei sbarca all'Università della Basilicata: in arrivo una sede Academy

 
BatL'istanza
Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

Bat, stop al fumo in spiaggia: via libera della Prefettura

 

i più letti

castelluccio V.

A San Giuseppe
la tradizione dei falò
antica 500 anni

falò di San giuseppe

CASTELLUCCIO VALMAGGIORE (Fg) - A Castelluccio Valmaggiore la festa di San Giuseppe è tradizionalmente molto sentita e le sue origini sono plurisecolari. Domenica prossima saranno accesi i tradizionali fuochi dedicati al santo, su iniziativa dell’associazione di volontariato «Fraternita di misericordia» assieme alla parrocchia di San Giovanni Battista e con la collaborazione del Comune. «La tradizione nasce attorno al 1600 quando il paese era pieno di maestranze locali, principalmente falegnami, che sentirono il bisogno di affidarsi ad un protettore» ha detto il governatore del sodalizio Antonio Ziccardi «e chi se non San Giuseppe, falegname per eccellenza? Ci si affidava a lui affinché non facesse mai mancare le commesse, i falò erano un segno propiziatorio per augurarsi che la natura concedesse abbondante raccolto e che bruciassero tutte le negatività. Era abitudine, per le pie donne, radunarsi attorno al fuoco e intonare canti o pregare tutte insieme come ringraziamento. Non mancava chi, a fine serata, portava via un po’ di brace per le proprie case, magari per cuocere patate da mangiare poi in famiglia. Da allora la tradizione dei falò continua grazie ai volontari dell’associazione».
Il programma religioso prevede alle 16 la processione della sacra immagine, seguita dalla messa alle 17.30. Il programma civile, invece, prevede in piazzetta Piscero l’accensione del falò, attorno al quale sarà possibile degustare panini con salsiccia e vino locale ascoltando diversi gruppi musicali che si alterneranno per allietare la serata. [R.Z.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie