Lunedì 18 Novembre 2019 | 10:33

NEWS DALLA SEZIONE

la storia
Bari, Teatro Piccinni: ecco perché non fu intitolato a Maria Teresa d'Asburgo

Bari, Teatro Piccinni: ecco perché non fu intitolato a Maria Teresa d'Asburgo

 
verso il Natale
Taranto come Salerno: nelle vie del Borgo arrivano le luminarie artistiche

Taranto come Salerno: nelle vie del Borgo arrivano le luminarie artistiche

 
La curiosità
Ama talmente tanto Bari da tatuarsi la Gazzetta

Si tatua la Gazzetta sul polpaccio: l'inno alla baresità di un 22enne

 
L'appuntamento
Scorrano, torna il presepe di sabbia: vicino alla Natività anche Don Tonino Bello e Gandhi

Scorrano, torna il presepe di sabbia: vicino alla Natività anche Don Tonino Bello e Gandhi

 
musica
Emma Marrone: nel 2020 il «Fortuna tour» fa tappa al PalaFlorio di Bari

Emma Marrone: nel 2020 il «Fortuna tour» fa tappa al PalaFlorio di Bari

 
solidarietà
Maltempo a Matera: Piccolo Teatro di Milano devolve incassi Falstaff alle popolazioni colpite

Maltempo a Matera: Piccolo Teatro di Milano devolve incassi Falstaff alle popolazioni colpite

 
eccellenze
Da Casamassima alla Nasa: Pietro Milillo studia lo scioglimento dei ghiacci e vince l'Annamaria Molteni Award

Da Casamassima alla Nasa: Pietro Milillo studia lo scioglimento dei ghiacci, premiato a Washington

 
lavoro
Bari, tra moda e tradizione parla il sarto Antonio Fanelli: «Non chiamatelo mestiere perduto»

Bari, tra moda e tradizione parla il sarto Antonio Fanelli: «Non chiamatelo mestiere perduto»

 
lavoro
Noicattaro, la storia di Antonella: «Programmo robot e li chiamo con i nomi di località»

Noicattaro, la storia di Antonella: «Programmo robot e li chiamo con i nomi di località»

 
teatro
«Il Misantropo»: Giulio Scarpati e Valeria Solarino al Teatro Palazzo di Bari con il capolavoro di Molière

«Il Misantropo»: Giulio Scarpati e Valeria Solarino al Teatro Palazzo di Bari con il capolavoro di Molière

 
il simbolo
Policoro, la madonnina resiste alla tromba d'aria

Policoro, la madonnina resiste alla tromba d'aria

 

Il Biancorosso

serie c
Antenucci e una partita speciale: «Incrocio fra passato e presente»

Bari batte Paganese 1-0. Decide la rete di Antenucci. Rivedi la diretta

 

NEWS DALLE PROVINCE

BariIl caso
Bari, padre minaccia di morte la figlia omosessuale: scattata denuncia

Bari, padre minaccia di morte la figlia omosessuale: scattata denuncia

 
BrindisiIl caso
Brindisi, ha il reddito di cittadinanza, sorpreso mentre guida una Porsche

Brindisi, ha il reddito di cittadinanza, sorpreso mentre guida una Porsche

 
Tarantonel Tarantino
M.Franca, violenta rissa in un bar con un ferito: tre denunce

M.Franca, violenta rissa in un bar con un ferito: tre denunce

 
Leccedai carabinieri
Fiumi di droga e maltrattamenti in famiglia: 4 arresti tra Lecce e Surbo

Fiumi di droga e maltrattamenti in famiglia: 4 arresti tra Lecce e Surbo

 
Batnel Nordbarese
Andria, Dia sequestra 2 mln di euro di beni a pluripregiudicato, anche un'azienda agricola

Andria, Dia sequestra 2 mln di euro di beni a pluripregiudicato, anche un'azienda agricola

 
Materail personaggio
Da «Imma Tataranni» al cinema con «Gli uomini d'oro»: il materano Giuseppe Ragone si racconta

Da «Imma Tataranni» al cinema con «Gli uomini d'oro»: il materano Giuseppe Ragone si racconta

 
Foggiadai carabinieri
Cerignola, non si ferma all'alt e fugge con 2 figli piccoli a bordo, arrestata mamma 30enne

Cerignola, non si ferma all'alt e fugge con 2 figli piccoli a bordo, arrestata mamma 30enne

 
Potenzail personaggio
Potenza, il Capodanno Rai ha cambiato la vita a Peppone, mito dello street food

Potenza, il Capodanno Rai ha cambiato la vita a Peppone, mito dello street food

 

i più letti

Set in Puglia

I ciak di Garrone e Zalone: e a Poggiorsini arriva la pizza col volto di Checco

Dopo Gravina e Acquaviva delle Fonti il set di Luca Medici-Zalone ieri ha messo radici a Poggiorsini, nell’azienda zootecnica di Raffaele Genuario, per altri ciak «agresti»

I ciak di Garrone e Zalone: e a Poggiorsini arriva la pizza col volto di Checco

Primavera cinematografica magica in Puglia, tra i ciak di Checco Zalone e quelli di Matteo Garrone. Il primo impegnato ancora sulle Murge baresi nelle riprese del suo esordio alla regia «Tolo tolo» di cui è anche protagonista; il secondo che, dopo il pluripremiato «Dogman», e dopo la partecipazione al Bif&st ieri sera, nei prossimi giorni sarà al monitor a Ostuni per registrare le sequenze del Paese dei balocchi del suo «Pinocchio».

Il set di Luca Medici-Zalone ieri ha messo radici a Poggiorsini, nell’azienda zootecnica di Raffaele Genuario, per altri ciak «agresti» dopo quelli battuti nella vicina masseria Sacro Monte nei giorni scorsi. Il 25 aprile, invece, il 41enne artista capursese, indiscusso campione d’incassi del cinema italiano (200 milioni di euro totalizzati nei primi quattro film diretti da Gennaro Nunziante), ha coordinato le riprese nel centro di Spinazzola, tra il castello e un capannone, dove si è prestato come sempre ai selfie e tra l’altro si è fatto immortalare volentieri con Armando, un ragazzo Down, suo sfegatato ammiratore.
Per i residenti a Poggiorsini «è stata una immensa gioia avere ospite il grande comico capursese - per dirla con le parole del sindaco Michele Armienti -. Una preziosa opportunità, offerta dal cinema, che rientra nel nostro progetto di rilancio del paese e della meravigliosa natura che lo circonda».
Zalone sta continuando a registrare nella sua Puglia dopo un periodo trascorso in Kenya (qui ha diretto la ancora bellissima attrice Barbara Bouchet) e in Marocco. Settimana prossima sarà ad Acquaviva delle Fonti, nel centro storico, a pochi passi dall’ufficio postale. Per il set in città è atteso con affetto, lo stesso affetto tributatogli dagli ammiratori di Gravina dove ha ambientato l’immaginario ristorante in stile giapponese «Murgia Sushi» con 145 comparse. «Tolo tolo» dovrebbe uscire nelle sale il 25 dicembre.

Approderà sul grande schermo il prossimo anno, invece, «Pinocchio» di Garrone. Il set è superblindato. Filtra soltanto qualche indiscrezione sul fatto che la settimana prossima il cinquantenne regista romano dovrebbe registrare le fiabesche scene del Paese dei balocchi in una masseria di Ostuni. Decine i bambini che dovrebbero fare da contorno ai protagonisti Federico Ielapi (Pinocchio) e Alessio Di Domenicantonio (Lucignolo) in un’atmosfera pittorica degna di un team, quello di Garrone, che fa della fotografia una delle sue armi vincenti, insieme al casting, affidato alla barese Oz Film.
Più avanti, a maggio inoltrato, l’autore di «Gomorra» con tutta la produzione dovrebbe spostarsi sulle Murge, a quanto pare proprio a Spinazzola e dintorni, per dirigere le maligne macchinazioni del Gatto e la Volpe, interpretati da Massimo Ceccherini e Rocco Papaleo, i personaggi che nel racconto di Collodi irretiscono l’ingenuo bambino-burattino. Nel cast stellare, Roberto Benigni indossa i panni di Geppetto, mentre Gigi Proietti è Mangiafuoco nelle scene che saranno filmate nel minuscolo teatro di Noicattaro tra una manciata di giorni. Se non è «Murgiawood», poco ci manca.

LA CURIOSITÀ : LA PIZZA-RITRATTO DI ZALONE (di Graziana Capurso) - E proprio sul set di Tolo Tolo, il nuovo film di Zalone girato tra Gravina e Poggiorsini, spunta una pizza d'autore: Michele Digiglio, pizzaiolo di Gravina conosciuto anche dal pubblico Rai per essere stato scoperto da Caterina Balivo nel programma Detto Fatto, ha portato la sua pizza art direttamente a Checco. «Sapendo della presenza di Checco Zalone ho avuto la simpatica idea di omaggiare Luca Medici, di cui sono fan con una pizza-ritratto, e lui è rimasto a bocca aperta», ci racconta il pizzaiolo. «E - aggiunge - tra stupore e incredulità non solo è stato disponibile e alla mano con me, ma addirittura mi ha a chiesto l'autografo».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie