Venerdì 24 Settembre 2021 | 14:38

Il Biancorosso

Serie C
Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

Bari, il portiere Frattali rinnova fino al 2023

 

i più letti

L'evento

Bari riabbraccia la Ferrari: sbarca la Monza Sp2

Al mondo ce ne solo 499. L'inaugurazione nello store più grande del Sud. Radicci rilancia: nell’auto di lusso siamo un polo strategico per l’intero Meridione

Bari riabbraccia il Cavallino Rosso

BARI - Il sogno Ferrari arriva a Bari. Da ieri il capoluogo pugliese ha riabbracciato una delle sedi storiche della vettura più amata dagli italiani.

La tradizionale location in via Stoppelli 6 ha riaperto i battenti per riprendere ad essere una delle case «storiche» della rossa di Maranello. Una nuova storia ripartita con un evento unico: la presentazione della nuova «488 Pista Spider». La concessionaria barese farà capo al gruppo Radicci, nome storico per quanto concerne le auto di lusso. Un’azienda leader nel Centro Sud Italia, con marchi prestigiosi come «Ferrari», «Maserati», «Land Rover» e «Jaguar».

Dopo aver inaugurato nel marzo 2015 la sede di Ancona, concessionaria di nuova generazione con oltre mille metri quadri di show room, ieri è toccato a Bari avviare un progetto fortemente voluto dall’imprenditore Vito Radicci che ha avviato un programma sinonimo di opportunità per l’intera aera di sviluppo del gruppo. «Abbiamo riaperto la sede storica della Ferrari a Bari: una grande emozione per me e per tutto il Gruppo Radicci», afferma l’imprenditore. «Al mio fianco ho avuto l’onore di avere Enrico Galliera, della Direzione commerciale marketing Mondo, Francesco Bianchi, Direttore dell’Emea, Federico Pastorelli Head of South Europe, Francesca Xella Responsabile Marketing Italia. Insieme abbiamo presentato l’ultimo modello della Ferrari, la 488 Pista Spider, ma anche in assoluta esclusiva la Icona Monza. Un evento nell’evento che ci ha permesso di condividere con i nostri clienti ferraristi le ultime novità della casa di Maranello».

Una nuova Ferrari è sempre un evento speciale. Che cosa si prova nel presentarla?
«Come diceva il Commendator Ferrari: “La migliore Ferrari che sarà mai costruita è la prossima”. Ritengo che questa frase rappresenti la sintesi dello spirito che anima, sin dal suo fondatore, la Casa di Maranello. Ovviamente, presentare questi due modelli esclusivi nella mia terra, in occasione della riapertura della sede fondata negli Anni Cinquanta da mio padre Vittorio, mi regala emozioni uniche».

Quali sono i punti forti, le particolarità e le principali novità della vettura? Quali tipi di prestazioni può garantire e qual è l’uso consigliato?
«La 488 Pista Spider è il cinquantesimo modello di vettura aperta prodotto da Ferrari. È la Ferrarri spider più performante in assoluto della Casa di Maranello, con il miglior rapporto peso/potenza di sempre pari a 1,92 chilogrammi/cavalli. Armonia e leggerezza con un’anima racing: la 488 Pista Spider è un modello che abbina l’impiego delle migliori soluzioni tecnologiche, sviluppate nelle competizioni, al piacere della guida en plein air, consentendo di vivere emozioni uniche».

Per antonomasia la Ferrari è il sogno degli italiani: un desiderio irrealizzabile in tempi non semplici sul piano economico?
«È vero non è un momento favorevole per i mercati italiani, ma devo anche ammettere che il ramo delle auto di lusso è in ripresa e che nello specifico la Ferrari è un marchio intramontabile».

Come definirebbe il mercato attuale dell’auto?
«Il settore è in netta ascesa. Non possiamo negare che abbiamo attraversato una congiuntura molto complicata. In particolare, gli anni 2012 e 2013 sono stati decisamente bui. Ma si può affermare con buon margine di sicurezza che il peggio sia passato. Il fatto stesso che l’asset delle auto di lusso abbia dato notevoli soddisfazioni nell’ultimo biennio è un segnale confortante».

Per quanto concerne le vetture di lusso quali aspetti vengono principalmente ricercati dall’utenza?
«La performance innanzitutto. Chi acquista un’auto di lusso deve provare piacere nella guida. Si possono distinguere, poi, due tipi di clientela: chi utilizza l’auto proprio come mezzo di trasporto nel quotidiano e chi, invece, si cimenta proprio sui circuiti. Ecco perché il rapporto tra prestazione ed affidabilità deve sempre essere massimale».

Che cosa significa acquistare una Ferrari?
«La nostra volontà è condurre i nostri clienti all’interno di un mondo che non li lascerà mai soli. Non soltanto per quanto concerne l’assistenza, ma anche per una serie di occasioni di aggregazione e conoscenza. In particolare, organizziamo tour in prestigiose location italiane ed estere».

E per gli appassionati della corsa?
«Anche loro sono al centro dei nostri pensieri perché sovente proponiamo prove su circuiti ovviamente suddividendo le prove per caratteristiche e peculiarità delle vetture. Una cosa è certa: la Ferrari non lascia mai soli i suoi appassionati. La dimostrazione è proprio nell’affetto che ha accompagnato l’evento della riapertura»

Tornare a Bari che cosa rappresenta per il Gruppo Radicci?
«Una straordinaria opportunità di raffrontarci con una platea competente, ampia, appassionata. Bari è un polo strategico dell’intero meridione al quale noi ci rapportiamo con peculiare attenzione. Questa nuova scommessa rappresenta, in definitiva, un’eccitante avventura nella quale vogliamo essere protagonisti al fianco di tutti gli amanti della Ferrari».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzetta Necrologie