Venerdì 26 Febbraio 2021 | 05:44

NEWS DALLA SEZIONE

Musica
«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

 
fuori il 26 marzo
«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

 
Nuove uscite
Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

 
Musica
«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

 
In uscita
«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

 
Ha radici molfettesi
«Niente da dire», viaggio nel mondo visionario di Lemuri sull'incomunicabilità della vita

«Niente da dire», viaggio nel mondo di Lemuri Il Visionario sull'incomunicabilità della vita

 
Musica
«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

«La Strega», il pugliese Mattia Pellicoro e il suo inno di ribellione contro le idee imposte dalla società

 
Musica
«Mogi», da Lucera il nuovo album di Giuseppe Silvestri

«Mogi», da Lucera il nuovo album di Giuseppe Silvestri

 
Musica
Citando Godard i «2eleMenti» suonano il loro originale fantasy pop

Citando Godard i «2eleMenti» suonano il loro originale fantasy pop

 
Musica
«Mille cose», brano d'esordio del tarantino Edodacapo, «per infelice consapevoli»

«Mille cose», brano d'esordio del tarantino Edodacapo, «per infelici consapevoli»

 
Il brano
«Come i delfini», l'estro di Iravox anticipa la raccolta di tutti i suoi singoli

«Come i delfini», l'estro di Iravox anticipa la raccolta di tutti i suoi singoli

 

Il Biancorosso

Biancorossi
Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

Al San Nicola Bari in grigio, ma adesso è vietato fermarsi

 

NEWS DALLE PROVINCE

TarantoIn via Crispi
Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

Taranto, agguato in serata: grave un 20enne ferito all'addome

 
LecceNella notte
Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

Surano, la banda del buco svaligia due negozi in centro commerciale

 
FoggiaIl sindaco
San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

San Marco in Lamis, Covid tra i giovani: 11 positivi tra 1 e 25 anni

 
PotenzaL'incidente
San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

San Severino, pescatore precipita in Bosco Magnano: soccorso dai pompieri

 
BariIl progetto
Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

Bari, Finacantieri investe 26mln: punta su meccatronica e innovazione

 
BatNella Bat
Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

Trani, spaccio di droga in famiglia, coinvolto anche 14enne: un arresto e 3 denunce

 

i più letti

L'INTERVISTA

Diodato, canto «Un'altra estate» per dare senso a ciò che vale

Sabato 15 alle 21 sarà di scena alle Cave di Fantiano a Grottaglie per la chiusura del Cinzella Festival, diretto dall'amico Michele Riondino

Diodato

foto Jacopo Brogioni

Ha fatto tanto «rumore» in quest’ultimo periodo, ma il suo grande talento era già noto. Parliamo, ovviamente, del tarantino Antonio Diodato che con il suo Fai rumore continua a rimanere ai vertici dei singoli più venduti in Italia (disco di Platino) e superando i 26 milioni di ascolti su Spotify, mentre il video ha ottenuti i 38 milioni e mezzo di visualizzazioni su YouTube. Non è finita: Diodato è l’unico artista italiano ad aver vinto nello stesso anno Sanremo, il premio della critica Mia Martini Sanremo 2020, il Premio Sala Stampa Radio Tv e Web Sanremo 2020 e il Premio Lunezia. Ai quali si aggiungono anche il David di Donatello e i Nastri D’argento 2020 con Che vita Meravigliosa, scritto per il film La Dea Fortuna di Ferzan Ozpetek. Un’altra estate, il suo ultimo singolo, ha dato il titolo al tour che sabato 15 alle 21 sarà di scena alle Cave di Fantiano Grottaglie per la chiusura del Cinzella Festival, diretto dal suo amico Michele Riondino.

Diodato, il suo «rumore» lo fa non solo con la musica, ma anche con l’impegno per la sua città d’origine. Che live sarà al Cinzella?

«Riunirmi con il pubblico della mia città sarà davvero importante per me, una città che in questi mesi si è fatta sentire molto ed è stata sempre al mio fianco. Ho dedicato a Taranto la mia vittoria a Sanremo perché ha davvero bisogno di farsi sentire e oggi, dopo tutto quello che è successo, deve fare rumore più che mai. Tornare, e farlo grazie alla mia musica, è come finalmente tornare a casa dalla propria famiglia dopo un lungo viaggio, con un bagaglio più fitto di esperienze ed emozioni che non vedo l’ora di condividere con tutti».

Avverte il peso di portare avanti un percorso d’autore che da un po’ di anni latita nel nostro Paese?

«Per me è solo un onore e una grande soddisfazione vedere finalmente riconosciuto tutto l’impegno e la determinazione che ho messo in questi anni, e non solo attraverso premi e riconoscimenti, di cui sono estremamente grato, ma anche e soprattutto, attraverso l’amore del pubblico: di quello che c’è sempre stato, fin dal primo giorno, a quello che nel corso del tempo ha imparato a capirmi».

Durante il lockdown ha scritto «Un’altra estate», ma che idea si è fatta su quanto è accaduto?

«Ho scritto questo brano per dare senso al valore del tempo e alle sensazioni legate a questo periodo di isolamento. Viviamo una vita sempre di corsa spesso non curandoci di quello che abbiamo. Ho voluto guardare il mondo da un altro punto di vista per raccontare quello che stava cambiando nelle nostre vite, per raccontare come da un giorno all’altro abbiamo dovuto rivalutare tutto. Non credo che ci trasformeremo radicalmente, ma sono sicuro che tutti guarderemo il mondo da una prospettiva più consapevole».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie