Martedì 09 Marzo 2021 | 09:04

NEWS DALLA SEZIONE

L'intervista
Il pugliese Gio Evan a Sanremo 2021: «La musica ha un potere terapeutico»

Il pugliese Gio Evan a Sanremo 2021: «La musica ha un potere terapeutico»

 
L'intervista
Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

Sanremo 2021, Arisa: «Porto sul palco anche il legame con la mia Basilicata»

 
Musica
«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

«L'eco dei tuoi no», Reverendo insieme a Claver Gold per il remix prodotto da Gian Flores

 
Nuove uscite
«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

«Dove sei», il ritmo dancehall del brindisino Plata su una produzione che profuma di Salento

 
L'intervista
Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

Gaudiano da Foggia a Sanremo: «Le prove all'Ariston emozionanti, finalmente di nuovo su un palco»

 
Musica
«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

«Tribù urbana», nuovo disco per Ermal Meta: «Nasce per essere cantato a squarciagola sotto il palco»

 
fuori il 26 marzo
«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

«Parasite», gli Shakalab tornano in feat con i salentini Sud Sound System e Inoki

 
Nuove uscite
Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

Conte e Petrella: «Un disco per fermare le 'quarantene' della nostra anima»

 
Musica
«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

«on fiVe», il disco tra prog e jazz di Leonardo De Lorenzo realizzato dal vivo, col pubblico in studio

 
In uscita
«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

«Notoriedad», il duo Bautista, con un pizzico di Puglia, canta gioie e dolori della fama

 
Ha radici molfettesi
«Niente da dire», viaggio nel mondo visionario di Lemuri sull'incomunicabilità della vita

«Niente da dire», viaggio nel mondo di Lemuri Il Visionario sull'incomunicabilità della vita

 

Il Biancorosso

Serie c
Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

Bari messo ko dal Potenza al San Nicola: 0-2

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Lizzanello, 12 consiglieri firmano dimissioni: cade amministrazione comunale sindaco Pedone

Lizzanello, 12 consiglieri firmano dimissioni: cade amministrazione comunale sindaco Pedone

 
BrindisiL'operazione
Droga e furti d'auto nel Salento: 8 arresti tra Brindisi e Lecce

Droga e furti d'auto nel Salento: 8 arresti tra Brindisi e Lecce

 
TarantoLa manifestazione
Ilva, salta integrazione salario per i1700: il 12 sciopero e sit in dei lavoratori

Ilva, salta integrazione salario per 1700: il 12 sciopero e sit in dei lavoratori

 
PotenzaLa novità
Marsico Nuovo ottiene il titolo onorifico di «città»

Marsico Nuovo ottiene il titolo onorifico di «città»

 
FoggiaL'iniziativa
8 marzo a Lucera, al Lastaria mimose, cioccolatini e sorrisi per le pazienti dell'Oncologico

8 marzo a Lucera, al Lastaria mimose, cioccolatini e sorrisi per le pazienti dell'Oncologico

 
BariL'inaugurazione
8 marzo a Bari, ecco la panchina rossa dedicata a Noemi Durini

8 marzo a Bari, ecco la panchina rossa dedicata a Noemi Durini

 
MateraIl caso
Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

Mafia, estorsioni nel Materano: due uomini arrestati

 
BatIl caso
Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

Barletta ,oltraggiato il monumento di Conteduca

 

i più letti

rassegna

Valle d'Itria, il «Viva Festival» ai nastri di partenza

Esclusiva collaborazione fra 72-Hour Post Fight e il rapper Massimo Pericolo

Locorotondo, il «Viva Festival» ai nastri di partenza

La Valle d’Itria è senza dubbio uno dei territori che sta rispondendo con maggior vigore e coraggio all’emergenza Covid, uno stato di allerta che ha colpito duramente il settore dello spettacolo dal vivo e della cultura. A fare da baluardo verso un’impostazione contemporanea e di alto profilo nella proposta artistica si conferma il «Viva! Festival», la manifestazione giunta alla quarta edizione con base operativa a Locorotondo. Anche per l’edizione 2020 resta centrale l’attitudine alla realizzazione di un cartellone coerente e di taglio assolutamente moderno.

Il Viva! riparte dalla propria identità, tracciando un percorso avventuroso attraverso le maglie dell’innovazione: da Populous a Jolly Mare, da Sanja Markovic ai Dining Rooms, passando per il nuovo progetto Afrocosmico di Nicola Conte e l’esclusiva collaborazione fra 72-Hour Post Fight e il rapper Massimo Pericolo, la rassegna curata dalla società pugliese Turnè e l’associazione Xplosiva (che organizza il noto C2C Festival a Torino) segna un nuovo traguardo nella sua ardita ricerca sonora.

Ma la quarta edizione, da poco ufficializzata dal 6 al 9 agosto, è stata in bilico per settimana, come ci racconta il direttore artistico Ninni Laterza: «A gennaio avevamo completato un programma colmo di artisti internazionali, provenienti principalmente da Stati Uniti ed Europa, ma l’emergenza Covid ha costretto alla cancellazione di tutte le tournée e noi ci siamo travati davanti a un bivio. Abbiamo quindi deciso di confermare il Viva!, nonostante tutti i problemi di distanziamento sociale che riducono sensibilmente la capienza delle location e gli introiti da botteghino. Il nostro intento è stato quello di mettere in risalto le eccellenze regionali e nazionali, perché crediamo davvero che ci siano artisti con capacità equivalenti a quelle di altre star internazionali. Volevamo dare un palcoscenico di risalto a una scena oggi in grave crisi. Per noi si tratta di una scelta fondamentale e determinante, una scelta soprattutto di responsabilità».

Accanto alla musica, il Viva! prosegue anche nelle sue attività di formazione del pubblico, organizzando una no-stop di concerti, dj-set, incontri e talk su tutto ciò che riguarda la musica dei nostri giorni. A fare da complemento essenziale saranno le bellezze paesaggistiche e architettoniche della Valle D’Itria, che non fungeranno da mera cornice agli eventi ma saranno parte delle performance audiovisive. Locorotondo e la Valle D’Itria rappresentano infatti elementi essenziali per la scelta di Audi di supportare il festival e le sue scelte di diffusione culturale.

«Negli anni Viva! Festival ha sempre inserito nel programma artistico tanti (e nuovi) nomi del panorama internazionale - racconta Sergio Ricciardone, direttore artistico dell’evento pugliese e del C2C torinese - L’emergenza Covid-19 ha però spinto il festival verso un doppio binario programmatico: da un lato il forte spirito di responsabilità, che in questi mesi accomuna il mondo produttivo planetario e in particolare l’ambito dello spettacolo dal vivo. Dall’altro crediamo nel coraggio necessario per continuare la ricerca verso i suoni del contemporaneo, verso l’incontro fra analogico e digitale e verso l’imprescindibile rivendicazione dell’identità del nostro tempo, a supporto delle scene locali e di quella nazionale indipendente».
Il cartellone completo sarà svelato nei prossimi giorni e promette come sempre momenti importanti anche negli incontri pomeridiani e nei dj-set dell’alba.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie