Venerdì 20 Settembre 2019 | 09:18

NEWS DALLA SEZIONE

Musica dal Salento
Blumosso: esce il nuovo singolo, «Considerazioni sulla vita»

Blumosso: esce il nuovo singolo, «Considerazioni sulla vita»

 
Musica
Brunori Sas, nuovo singolo e tour, il 3 aprile 2020 al PalaFlorio di Bari

Brunori Sas, nuovo singolo e tour, il 3 aprile 2020 al PalaFlorio di Bari

 
L'album
«Il Fabbricante di Ricordi»: l'autore Roberto Casalino dà una nuova veste ai suoi successi e li canta in un disco

«Il Fabbricante di Ricordi»: l'autore Roberto Casalino dà una nuova veste ai suoi successi e li canta in un disco

 
il 22 ottobre
Bari, Alberto Urso arriva al TeatroTeam per l'unica tappa pugliese

Bari, Alberto Urso arriva al TeatroTeam per l'unica tappa pugliese

 
Musica
Il Canzoniere Grecanico Salentino approda alla Royal Albert Hall di Londra

Il Canzoniere Grecanico Salentino approda alla Royal Albert Hall di Londra

 
L'intervista
Il «miracolo» di Ombre Cinesi: «Felice di essere rimasto a Taranto per fare musica»

Il «miracolo» di Ombre Cinesi: «Felice di essere rimasto a Taranto per fare musica»

 
Libri e musica
«Sesso, droga e lavorare», nuovo libro della band Lo Stato Sociale: il 26/09 firmacopie a Bari

«Sesso, droga e lavorare», nuovo libro della band Lo Stato Sociale: il 26/09 firmacopie a Bari

 
L'intervista
Max Gazzè, Monopoli aspetta la sinfonia di «Alchemaya»

Max Gazzè, Monopoli aspetta la sinfonia di «Alchemaya»

 
Il concerto
Tiromancino a Monopoli, sul palco Zampaglione canta con la figlia

Tiromancino a Monopoli, sul palco Zampaglione canta con la figlia

 

Il Biancorosso

Serie C
Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

Il Bari si dà una mossa: mini-ciclo per la svolta

 

NEWS DALLE PROVINCE

LecceNel Salento
Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

Nardò, rubava da negozio di elettronica insieme alla figlia di 8 anni: arrestato

 
TarantoNel tarantino
Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

Martina Franca, asinelli incatenati e feriti: denunciato allevatore

 
PotenzaSul raccordo Potenza-Sicignano
Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

Furgone portavalori si schianta sul guardrail nel Potentino: un ferito

 
MateraTentato omicidio
Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

Matera, lite per le spese del picnic, 31enne accoltella cognato: arrestato

 
BatLa proposta
Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

Barletta, un'app sui cellulari per segnalare i cattivi odori

 
Foggianel foggiano
Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

Cerignola, polizia scopre autorimessa centrale del riciclaggio: 3 arresti

 
BrindisiNel Brindisino
Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

Villa Castelli, il paese festeggia la prima unione civile

 

i più letti

L'intervista

I Negrita fanno tappa in Puglia: «Festeggiamo 25 anni di carriera nei teatri»

La band, capitanata da Paolo "Pau" Bruni sarà a Martina Franca (Ta) sabato 25 maggio. Ad agosto appuntamento a Francavilla Fontana (Br)

I Negrita fanno tappa in Puglia: «Festeggiamo 25 anni di carriera nei teatri»

Il 2019 è un'annata fondamentale per i Negrita, che festeggiano una carriera lunga un quarto di secolo. E proprio in occasione di questa ricorrenza così importante, dopo la partecipazione al Festival di Sanremo con "I ragazzi stanno bene" si sono regalati un lunghissimo tour su e giù per l'Italia: una prima tranche, chiamata La Teatrale, a cui seguiranno La Teatrale Plus, in estate, e un terzo elenco di date in autunno. Sabato 25 maggio la band capitanata da Pau (Paolo Bruni) sarà a Martina Franca (Ta) al Teatro Verdi, e l'11 agosto la band tornerà in Puglia, a Francavilla Fontana (Br), in piazza Giovanni XXIII.

Come sta andando questa prima parte di tour?

«Benissimo, oltre le nostre più rosee aspettative. Dopo il successo delle ultime date, azzarderei a dire che è una delle tournée più belle dei Negrita. I feedback poi sono molto positivi, siamo orgogliosi di aver fatto una scelta così azzardata come i teatri per i nostri 25 anni. Ormai abbiamo la libertà di movimento nello scegliere i pezzi, li distruggiamo, li spogliamo del vestito originale e li riproponiamo con un sound adeguato agli spazi che frequentiamo. E alcuni diventano ancora più belli rispetto alla versione originale!»

Dopo una carriera passata su palchi di tutti i tipi, che differenza c'è con quello del teatro?

«Tante e nessuna. L'attitudine ce la portiamo dietro tanto nelle birrerie in cui suonavamo agli inizi, quanto su palchi grandi come quello del Primo Maggio dove abbiamo suonato venti giorni fa. Ovviamente a livello tecnico cambia qualcosa: nei palasport ci vuole una certa potenza di suono, elemento fondamentale per una band come la nostra, nei club dove lo spazio è più piccolo devi però "pestare" lo stesso. Nei confronti del teatro c'è un certo rispetto, sono luoghi di pregio, l'atteggiamento è un compromesso tra acustico ed elettrico, senza usare distorsioni che "spettinano" quelli delle prime file. Usiamo tutto con garbo, ma l'attitudine te la porti dietro, la gente a un certo punto anche in teatro si alza e si scatena»

A proposito di pubblico, in 25 anni l'avrete visto evolvere..

«Per ogni disco c'è un ricambio generazionale. Quando uscì HellDorado, dove c'erano Radio Conga, Gioia Infinita, ci siamo ritrovati davanti gli "sbarbatelli", tra i 16 e i 20 anni. Oggi ci siamo innestati su una generazione di mezzo, il nostro pubblico di riferimento ha tra i 25 e i 40 anni. E poi ci sono le vecchie cariatidi (ride, ndr.) come noi 50enni, che portano i figli ai concerti, li ho visti crescere. Alcuni, anni fa, erano costretti dai genitori a venire a sentirci, oggi vengono autonomamente: forse li abbiamo convinti»

Dopo l'estate che cosa vi aspetta?

«Ci sarà qualcosa che ancora non vogliamo svelare. La tranche di concerti autunnale sarà diversa, ma la festa è ancora lunga, vogliamo aggiungere carne alla brace»

E se voleste fare un bilancio di questo primo quarto di secolo di musica?

«È molto difficile.. stiamo pensando, anche se non ne abbiamo voglia, di scrivere una biografia della band. Il problema è che è una fatica enorme, già solo quando scriviamo qualcosa per i giornali o per i social, un singolo episodio occupa pagine e pagine. Dovremmo scriverla a puntate. Poi siamo in tanti, abbiamo punti di vista diversi.. Nel frattempo meglio che continuiamo a suonare!»

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

LE RUBRICHE

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie