Sabato 19 Gennaio 2019 | 17:10

Lettere alla Gazzetta

L’abitudine della sinistra a frantumarsi

La sinistra non riesce a guarire dalla sua vocazione a spaccarsi in tanti pezzi. Succede in Francia, succede in Italia. Non riesco neppure ad elencare le varie sigle di quello che un tempo era denominato fronte progressista. Non posso pensare che ci siano dieci idee diverse sulla modalità di stare a sinistra o sulla progettualità di chi sta a sinistra. Un tempo era l’ideologia, la ricerca dell’ortodossia e la pretesa di possedere il Verbo a dividere i capi della sinistra. Oggi non si sa, o meglio si sa: è l’attrazione del potere. Ma di questo passo, l’Italia non cambierà mai, né cambierà la sinistra. Servirebbe uno scatto, unito al desiderio di riporre ambizioni e aspettative personali. Ma non è facile. Ognuno crede di saperne più del compagno di partito.

Valerio Romualdi, Brindisi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400