Domenica 20 Gennaio 2019 | 05:45

Lettere alla Gazzetta

Un boschetto che dovrebbe tornare a vivere

C'era una volta un delizioso boschetto in quel di Lama di Perna in Putignano.
C'era, perché una notte di quattro anni fa con fari e ruspe, si provvide a ferire il piccolo bosco casa di volpi, uccelli e cacciatori. Furono abbattuti alberi e muretti a secco dei terrazzamenti e tracciata una strada larga 5 metri, per la manutenzione e per interventi urgenti in caso di necessità, dissero quelli che avevano in mano le decisioni. Ho tentato con tutte le mie forze di bloccare quanto, se si ama la natura, puoi solo definire uno scempio. Oggi la strada è ultimata e non ci sono più le volpi, gli uccelli e i cacciatori.
Si parla tanto della necessità di preservare quel poco che si è salvato sino ad ora, per non andare incontro a disastri ambientali di cui abbiamo notizie ogni giorno. C'è qualcuno tra gli addetti ai lavori che con sensibilità e forza aiuti il boschetto a rivivere per il godimento e la gioia dei nostri figli e nipoti?

Alba Lippolis, Putignano (Bari)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400