Martedì 22 Gennaio 2019 | 13:54

Lettere alla Gazzetta

Bari da Gigante? Non è il caso con la Ter Nana

Se la classe non è acqua - come si suol dire - cos'era allora sabato quella dei giocatori del Bari che di classe ne hanno tanta? Direi era di vino quello buono, frizzante che si manda giù tutto d’un fiato. Quel vino che dà allegria ed euforia, che ti fa eseguire facilmente anche le cose più difficili. Vedi sabato un goal segnato addirittura nel primo tempo, in trasferta. Un avvenimento per il Bari di questi tempi.
Poi arriva il secondo tempo e se quel vino non l'hai smaltito, ti può far venire il sonno, un torpore proprio mentre la squadra di casa dà inquietanti segni di risveglio. Allora ci risiamo con il Bari del passato e del Passito, quello che piaceva ai presidenti e agli allenatori di una volta che hanno combinato ben poco. Colpa non solo del Passito anche dei loro appassiti collaboratori.
Chiusa la parentesi di Cesena se ne aprono altre arriverei a dire ancora più inquietanti perché questo Bari non ha ancora trovato il passo necessario, giusto per il passaggio nell'area eletta dei candidati ai play off.
Procediamo passo dopo passo, tempo al tempo. Un avversario per volta. Sabato al San Nicola arriva una simpatica squadra umbra di cui conserviamo un amaro ricordo. Non sarà il caso di vestire il Bari da Gigante perché avrà di fronte solo una Ter Nana. Non sarà il caso di vestire il Bari da Gigante perché avrà di fronte solo una Ter Nana.

Vittorio Torelli, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400