Mercoledì 16 Gennaio 2019 | 07:36

LETTERE ALLA GAZZETTA

Una canzone anti-razzistica alla Casa Bianca

Il 20 gennaio prossimo ci sarà l’insediamento del nuovo presidente americano Donald Trump. Sarà una festa sfavillante e favolosa per celebrare l’uomo più potente della terra. Sarà presente anche l’artista britannica Rebecca Ferguson, che ha già fatto sapere che canterà, fra le altre cose, «Strange Fruit», un pezzo reso celebre da Billie Holiday nel 1939, un inno accorato contro il razzismo e contro le violenze nei confronti degli afroamericani.
Le idee pararazzistiche di Trump sono quelle che sono, si sa. Dell’esibizione di Rebecca Ferguson sarà contento il presidente conservatore, miliardario sfondato, xenofobo riconosciuto?

Marcello Buttazzo, Lequile (lecce)

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400