Mercoledì 23 Gennaio 2019 | 14:10

LETTERE ALLA GAZZETTA

Riescono addirittura a prendersela con gli anziani

C’è un giornalista che ha scritto che le cose in Italia vanno male perché è evidente che ormai siamo un paese fatto in maggioranza di anziani e dice che in altre nazioni, ad esempio l’Iran, gli over 55 sono il 10 %; mentre in Italia invece sono il 35%. In poche parole, la nostra è una popolazione dominata da vecchi e cita come esempio Cristoforo Colombo che cominciò a viaggiare a 20 anni e scoprì l’America a 40, ma oggi è forse meglio ricordarlo come simbolo di speranza ed iniziativa.
Molto probabilmente questo signore non conosce che cosa sono stati capaci di fare nel passato i nostri anziani e quello che ancora oggi fanno molti titolari d’azienda che, nonostante l’età, sono ogni giorno al loro posto di lavoro e quanto aiuto ed assistenza danno ai loro figli e nipoti con suggerimenti, consigli, ecc. per nuove iniziative.
Ricordiamo per esempio Giuseppe Verdi che ha fatto la sua ultima composizione, il gruppo corale dei Quattro pezzi sacri, nel 1898 all’età di 85 anni; Rita Levi Montalcini che è stata neurologa, senatrice a vita italiana, Premio Nobel per la medicina nel 1986 e all’età di 92 anni ha fondato l’Istituto Europeo di Ricerca sul Cervello; Dario Fo nel 1997 ha ricevuto il Premio Nobel per la letteratura e nel 2015 ha pubblicato “Un uomo bruciato vivo” e “C’è un re pazzo in Danimarca”.

Silvio Panaro, Bari

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400