Venerdì 19 Ottobre 2018 | 21:49

NEWS DALLA SEZIONE

Ombrelli rosa a sostegno della lotta al cancro ad Avila

Ombrelli rosa a sostegno della lotta al cancro ad Avila

 
Un campo di senapa bianca in fiore, Ungheria

Un campo di senapa bianca in fiore, Ungheria

 
Creazione di Carla Fernandez al museo V & A di Londra

Creazione di Carla Fernandez al museo V & A di Londra

 
Il Dussehra festival a Dharamsala, in India

Il Dussehra festival a Dharamsala, in India

 
Migranti Honduras attraversano fiume Suchiate, Guatemala

Migranti Honduras attraversano fiume Suchiate, Guatemal...

 
Cristina Ferreira al Portugal Fashion Week

Cristina Ferreira al Portugal Fashion Week

 
Protesta lavoratori Alcoa per chiusura stabilimento, Spagna

Protesta lavoratori Alcoa per chiusura stabilimento, Sp...

 
Un posto di blocco a Helmand

Un posto di blocco a Helmand

 
Turisti sul monte Sinai

Turisti sul monte Sinai

 
Katy Perry ospite dell'amfAR Gala a Los Angeles

Katy Perry ospite dell'amfAR Gala a Los Angeles

 
Inaugurazione di 'Grapes in Town, la vendemmia a Torino'

Inaugurazione di 'Grapes in Town, la vendemmia a Torino...

 
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

i più letti

Idea di una associazione

L'area adiacente il Canale Reale sulla quale potrebbe sorgere un parco a tema

Bonificare il Canale Reale nel tratto da Villa Castelli a Latiano e salvarlo poi dal degrado realizzando un piccolo parco verde attrezzato su un'area i proprietà della Asl

Bonificare il Canale Reale (il fiume lungo 50 km che sfocia nella riserva naturale di Torre Guaceto) nel tratto da Villa Castelli a Latiano (operazione questa in fase di avvio con una spesa prevista di oltre 200 mila euro) e salvarlo poi dal degrado realizzando un piccolo parco verde attrezzato su un'area (tra la zona Pip e il centro abitato di Latiano) di proprietà della Asl dove un tempo sorgeva l'ex ospedale psichiatrico; area questa da anni abbandonata e messa in vendita dalla Regione Puglia.

L'idea lanciata dalla Associazione culturale «L'Isola che non c'è» di Latiano è piaciuta all'ex assessore regionale Anna Maria Curcuruto, ora consigliere delegato del presidente della Regione Michele Emiliano.

«L'Associazione, in vista dell’inaugurazione dei lavori di pulizia del Canale Reale - si legge sulla pagina Facebook de L'Isola che non c'è, la stessa che in questi mesi è stata protagonista di diverse iniziative pubbliche con gli otto Comuni interessati, la Regione Puglia e il Politecnico - ha organizzato, d’accordo con il Consigliere delegato del presidente Emiliano, Anna Maria Curcuruto, un sopralluogo per verificare la possibilità di realizzare, in un tratto a ridosso del Canale un piccolo parco attrezzato». 

«Si tratta - spiega l’associazione - di un esperimento di rigenerazione delle aree adiacenti il Canale, divenuto negli anni una vera e propria discarica e nello stesso tempo una occasione per rivitalizzare una bellissima area verde (l'ex ospedale psichiatrico «Villa Romatizza») da anni in stato di abbandono».

La proposta è stata accolta anche dal commissario straordinario dell’Arneo, Alfredo Borzillo, il quale si è detto disponibile a partecipare al sopralluogo e anche a verificare una eventuale ipotesi di contributo finanziario al progetto.

Si farà? «La notizia positiva - ha commentato Marisa Caroli, componente dell'Associazione - al momento è che l’ex assessore regionale, Curcuruto si è detta disponibile ad un sopralluogo per verificare la praticabilità di questo esperimento per il quale bisogna coinvolgere naturalmente anche l'Asl».

«Qualora ciò fosse realmente possibile e con un investimento di poche migliaia di euro - ha aggiunto la Curcuruto - bisognerebbe pensare anche alla gestione di quell'area verde».

Spesso accade infatti che gli enti locali inaugurano le opere pubbliche (palazzi e musei, n.d.r) senza avere preventivamente pensato a chi affidare la gestione per rendere fruibili quegli immobili; risultato: dopo la cerimonia con tanto di taglio del nastro alla presenza di illustri personalità pubbliche, quei beni restano poi chiusi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400