Venerdì 18 Gennaio 2019 | 12:16

NEWS DALLA SEZIONE

Nel Brindisino
Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

Fasano, fatturato in tempo record, l'azienda manda i dipendenti in crociera

 
Nel Leccese
Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

Copertino, incendio in capannone Fse: danneggiato treno merci

 
Il furto nel Foggiano
Mezzi per la raccolta dei rifiuti rubati e ritrovati a Cerignola: è caccia ai responsabili

Mezzi per la raccolta dei rifiuti rubati e ritrovati a Cerignola: è caccia ai responsabili

 
Serie B1 pallavolo
La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

La Pvg Bari cerca la quarta vittoria consecutiva

 
Probabile formazione
Bari, contro il Cittanova senza Piovanello e Pozzebon

Bari, contro il Cittanova senza Piovanello e Pozzebon

 
Operazione dei Carabinieri
Droga, operazione dei carabinieri a Barletta: arresti

Traffico di droga, blitz a Barletta: arresti contro clan Cannito-Lattanzio

 
Si chiama Francesco Tomaiuolo
Foggia, saluta la madre e non torna a casa: 15enne scomparso da 5 giorni

Foggia, saluta la madre e non torna a casa: 15enne scomparso da 5 giorni

 
La cerimonia
Matera 2019, domani l'inaugurazioneEcco tutto il programma

Matera 2019, il grande giorno: domani l'inaugurazione, ecco il programma. C'è anche Conte

 
Comune costituito parte civile
Abuso d'ufficio e falso ideologico: due ex sindaci di Brindisi a processo

Abuso d'ufficio e falso ideologico: due ex sindaci di Brindisi a processo

 
All'ospedale Vito Fazzi
ospedale Vito Fazzi di Lecce

Polmone asportato senza aprire torace: super-intervento a Lecce

 

contenzioso per la 275

Battaglia sulla Maglie-Leuca
Flash mob a Scorrano
«Vogliamo il raddoppio»

«La strada che c'è ora è pericolosa, vogliamo il raddoppio». Non si placano le polemiche per i lavori sulla statale 275 che collega Maglie a Leuca, tra chi non vuole la cantierizzazione di maxi lavori e chi invece li chiede a gran voce. Questa mattina all’altezza di Scorrano decine di persone delle associazioni favorevoli al raddoppio, hanno messo in scena un flash mob, per chiedere alla politica di ogni colore e alle Istituzioni di accelerare sulla cantierizzazione perché ritengono l’attuale tracciato ricco di insidie mortali. 

Intanto le aziende sono pronte a darsi battaglia al Consiglio di Stato per i lavori della statale 275, ma dopo l’udienza del 9 novembre altri ricorsi potrebbero piovere a bloccare l’iter della cantierizzazione.
I giudici di Palazzo Spada, come è noto, saranno chiamati tra una ventina di giorni a esprimersi sul ricorso contro la revoca della gara di ammodernamento e raddoppio presentato dal raggruppamento Integra Ccc-Igeco e Matarrese- Coedisal Palumbo. Un anno fa Anas decise di annullare tutto dopo i rilievi mossi dall’Autorità nazionale anticorruzione.
Su questa data fondamentale per capire il destino della più grande arteria del Sud Salento si era espresso anche il Governatore della Regione Puglia, Michele Emiliano, che aveva assicurato un immediato sollecito di Anas sulla cantierizzazione se dagli ermellini romani dovessero giungere indicazioni in tal senso.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400