Lunedì 17 Febbraio 2020 | 07:03

NEWS DALLA SEZIONE

Damoctocog alfa pegol
Emofilia A: trattamento nuovo, più efficace e meno impegnativo

Emofilia A: trattamento nuovo, più efficace e meno impegnativo

 
IL 2020 INIZIA DA MILANO
Linfomi e leucemie: Car T Unit per la nuova terapia cellulare

Linfomi e leucemie: Car T Unit per la nuova terapia cellulare

 
Si celebra il 10 febbraio
Giornata Internazionale Epilessia

Giornata Internazionale Epilessia

 
Campagna per cacciatori d'arcobaleno
Foto da cacciatoridiarcobaleno.it

Malattia dei troppi crapuloni (macrofagi): linfoistiocitosi emofagocitica

 
Ogni anno 80mila nuovi casi
Salviamo i nostri occhi: parte il mese della prevenzione di maculopatie e retinopatie senili

Salviamo i nostri occhi: parte il mese della prevenzione di maculopatie e retinopatie senili

 
PRONTO UN NUOVO PROTOCOLLO DI CURA
Cardiologia interventistica con ipnosi, Italia prima al mondo

Cardiologia interventistica con ipnosi, Italia prima al mondo

 

Il Biancorosso

Serie C
Bari calcio: vittoria al San Nicola contro il Picerno: 3-0

Bari calcio: vittoria al San Nicola contro il Picerno: 3-0

 

NEWS DALLE PROVINCE

BrindisiPallacanestro
Basket, la Coppa Italia è di Venezia, battuta Brindisi 73-67

Basket, la Coppa Italia è di Venezia, battuta Brindisi 73-67

 
BariL'iniziativa
A Bari si può dare l'ultimo saluto ai nostri amici a 4 zampe: le onoranze funebri «speciali»

A Bari si può dare l'ultimo saluto ai nostri amici a 4 zampe: le onoranze funebri «speciali»

 
TarantoIncidente stradale
Taranto, moto si ribalta e schiaccia centauro: morto 60enne

Taranto, moto si ribalta e schiaccia centauro: morto 60enne

 
PotenzaI vigili del fuoco
Pignola, fiamme distruggono deposito di attrezzi

Pignola, fiamme distruggono deposito di attrezzi

 
LecceNel Salento
Casarano, truffa dei radiofarmaci da 3,6mln: nessuna condanna

Casarano, truffa dei radiofarmaci da 3,6mln: nessuna condanna

 
Foggianel foggiano
Rignano Garganico, auto sindacalista Fim Cisl incendiata: secondo episodio in pochi giorni

Rignano Garganico, auto sindacalista Fim Cisl incendiata: secondo episodio in pochi giorni

 
MateraViolenza in casa
Matera, ubriaco insulta e picchia la madre per avere dei soldi: arrestato

Matera, ubriaco insulta e picchia la madre per avere dei soldi: arrestato

 

i più letti

Campagna di prevenzione

Sindrome dell'occhio secco, l'estate peggiora i sintomi

Per l'Organizzazione Mondiale della Sanità, si tratta «di uno tra i più ignorati e sottovalutati disturbi della società moderna»

Salute & Benessere

Nicola Simonetti

Nicola Simonetti

Vivere in salute: suggerimenti, risposte, piccoli accorgimenti per gestire la propria giornata, l’umore, l’alimentazione, il ricorso a farmaci, come affrontare al meglio gli impegni di lavoro, di responsabilità, il riposo ed il diporto, l’attività fisica. Inoltre, una finestra aperta sulla ricerca, sulle novità che la medicina ci offre ora e ci riserva e promette per il prossimo futuro.

Occhio

Sta per cominciare l’estate, una stagione che da alcuni anni proprio per il surriscaldamento della terra ha visto sconvolto il nostro sistema meteorologico che ha causato, come molteplici studi scientifici hanno certificato, un aumento rilevante nell’incidenza delle patologie oculistiche e un peggioramento dei molti sintomi della secchezza dell’occhio.

La sindrome dell’occhio secco è disturbo che colpisce, in Italia, 9 su 10 donne in menopausa e 25% degli over 50 anni. Per l’Organizzazione Mondiale della Sanità, si tratta “di uno tra i più ignorati e sottovalutati disturbi della società moderna”.

Lanciata, oggi, la campagna di screening gratuiti promossa dal Centro Italiano Occhio Secco di Milano (Piazza della Repubblica 21, diretto dal dr Lucio Buratto, oculista di fama mondiale), la prima struttura completamente dedicata alla cura di questa patologia, in collaborazione con la Clinica Oculistica dell’Università dell’Insubria di Varese.

Le visite gratuite si prenotano attraverso il sito www.centroitalianoocchiosecco.it 

Durante la Campagna (Mese della Prevenzione e Cura delll’Occhio Secco - 8 maggio-14 giugno), Centri oculistici di eccellenza universitari e ospedalieri su tutto il territorio saranno a disposizione per una visita gratuita e una serie di esami diagnostici. Tecniche specialistiche consentono di rilevare anomalie nel sistema lacrimale dell’esaminato e di fare eventualmente diagnosi di patologia. Lo screening sarà eseguito solo nei Centri aderenti all’iniziativa.

La Campagna si propone di sensibilizzare la popolazione sul problema dell’occhio secco e stimolarla a farsi visitare, dopo lo screening, dai propri oculisti curanti. Le visite si rivolgono a tutti quelli che sospettano una secchezza oculare e desiderano una visita di approfondimento.

Le visite si potranno fare presso le seguenti strutture pugliesi:

 • Bari – Clinica Oculistica Universitaria Policlinico - Piazza Giulio Cesare 11
 • Lecce – Ospedale Vito Fazzi di Lecce – Piazzetta Muratore

Le visite si prenotano solo sul sito www.centroitalianoocchiosecco.it

Se si usano lenti a contatto, toglierle almeno 24 ore prima.

Non truccarsi il giorno della visita.

Portare con sé eventuali esami di laboratorio recenti, l’elenco dei farmaci attualmente in uso e delle terapie già praticate.

Chiariscono il problema i prof. Claudio Azzolini – Direttore Clinica Oculistica Università dell’Insubria –Varese, Dottor Lucio Buratto – Direttore Scientifico del Centro Ambrosiano Ofta Lucio Burattolmico (CAMO) – Milano e Dottor Giuseppe Di Meglio (CIOS) – Milano.

Il “film lacrimale” è lo strato di liquido che bagna le strutture anteriori dell’occhio, ossia è l’interfaccia tra l’occhio e l’ambiente. La luce giunge all’occhio passando attraversando le lacrime; la presenza di un buon strato di lacrime è fondamentale per consentire all’occhio di avere una buona vista.

Le visite si rivolgono a tutti quelli che sospettano una secchezza oculare e desiderano una visita di approfondimento.

Le visite si prenotano solo sul sito www.centroitalianoocchiosecco.it Prima della visita: Se si usano lenti a contatto, toglierle almeno 24 ore prima. Non truccarsi il giorno della visita. Portare con sé eventuali esami di laboratorio recenti, l’elenco dei farmaci attualmente in uso e delle terapie già praticate. Si tratta di una patologia che l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha definito “tra i più sottovalutati disturbi della società moderna” e in Italia colpisce il 90% delle donne in menopausa e il 25% della popolazione over 50.

Tra le molte cause vi è il drastico cambiamento delle condizioni climatiche del globo. Le ondate di calore, la siccità ormai quasi perenne, la desertificazione di aree sempre più prossime alla città hanno causato, come dimostrano studi scientifici che vengono presentati in conferenza stampa, un aumento dell’incidenza della secchezza degli occhi e un peggioramento dei suoi sintomi. Durante la Campagna diversi Centri di eccellenza universitari e ospedalieri su tutto il territorio saranno a disposizione per una visita gratuita e una serie di esami diagnostici effettuati da specialisti che consentono di rilevare anomalie nel sistema lacrimale e di fare eventualmente diagnosi adeguate.

Lo screening verrà eseguito solo nei Centri aderenti all’iniziativa prenotandosi attraverso il sito www.centroitalianoocchiosecco.it.

Lucio Buratto, direttore scientifico del CIOS, il primo Centro Italiano dedicato alla patologia dell’occhio secco- presentando il Mese della Prevenzione e cura dell’occhio secco ha detto: “È indispensabile che gli ospedali si attrezzino per fronteggiare emergenze climatiche, come le ondate di calore, soprattutto nelle città che sono quelle che risentono di più dell’impatto nocivo sulla salute. E’ questo uno dei motivi per cui il CIOS ha deciso di promuovere dal 8 maggio al 14 giugno il Mese della prevenzione e di sensibilizzazione su questa patologia che sicuramente nei prossimi mesi estivi avrà una maggior incidenza”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Speciale Abbonamento - Scopri le formule per abbonarti al giornale quotidiano della Gazzetta
Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno
Gazzetta Necrologie