Cerca

Martedì 22 Agosto 2017 | 01:50

Barletta: porta principale inagibile, vetri rotti e bar sbarrato

La stazione cade a pezzi
tra degrado e dimenticanze

Barletta, porta principale inagibile, vetri rotti e bar sbarrato

La stazione cade a pezzi tra degrado e dimenticanze

di Giuseppe Dimiccoli

BARLETTA - Chiunque arrivando alla stazione di Barletta, e sono tanti coloro i quali la frequentano tenuto conto che serve il bacino delle tante città limitrofe, prova una situazione di disagio anche a causa del degrado degli arredi. Andiamo con ordine. La porta di ingresso principale è fuori uso. Ad indicarlo un microscopico cartello (apparso ieri) e due inquietanti nastri di plastica bianco rossi messi in croce. Ma in quanto tempo sarà riparata? Quanto altro tempo deve passare?

Il vetro della bacheca degli orari è rotto da varie settimane. Dio non voglia che qualcuno distrattamente appoggi un dito. Finirebbe mozzato.

La sala d’attesa è di quelle indefinite. Infatti, sempre troppo spesso, è presa d’assalto da «non viaggiatori» con conseguenti problemi di sicurezza. Se poi bisogna prendere il treno dal secondo binario sappiate che non vi è alcun riparo. Prima vi erano delle strutture dove ripararsi da freddo e dal caldo. Non è possibile ripristinarle?

Capitolo ristorazione. Chi volesse prendere un caffè o mangiare qualcosina sappia che il bar interno alla stazione è «in pausa estiva». Ancora. Insomma i viaggiatori stazionano in una stazione tanto poco accogliente quanto da dimenticare. Siamo lontani anni luce da quando la stazione di Barletta a settembre del 2015 fu tirata a lucido come non mai quando arrivò l’allora amministratore delegato di Trenitalia Michele Elia che mostrò per solo pochi secondi il Frecciarossa Pietro Mennea. Il treno che possiamo solo sognare. Un suggerimento del cronista al sindaco Pasquale Cascella per fare in modo che la stazione sia rimessa in ordine: un cortese ed elegante invito all’amministratrice e direttora generale di Trenitalia Barbara Morgante a visitare Barletta. A patto che arrivi in treno. In ultimo ma non per ultimo se fosse possibile, come in tutte le stazioni del mondo, prevedere le cassette per depositare i propri bagagli anche per poche ore tutto sarebbe più normale.

È chiedere troppo?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione